Percorso:ANSA.it > Mondo > News

Gen.Tricarico, blitz? Sasso puo' diventare valanga

Da Assad no difese contro missili

30 agosto, 18:53
Martin E. Dempsey
Martin E. Dempsey
Gen.Tricarico, blitz? Sasso puo' diventare valanga

ROMA - Un attacco Usa alla Siria limitato a pochi giorni di lancio di missili verso obiettivi strategici potrebbe essere come il sasso che rotola e poi diventa valanga. A mettere in guardia dagli scenari "imprevedibili" che potrebbero determinarsi dal via libera di Barack Obama all'intervento è il generale Leonardo Tricarico, ex capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica e consigliere militare di tre diversi presidenti del Consiglio (D'Alema, Amato e Berlusconi). "Mi auguro - premette il generale, ora presidente della Fondazione Icsa - che si fermino tutti e ci si metta attorno ad un tavolo per capire se si può costruire qualcosa da queste macerie. Se invece le cose andranno in un'altra maniera - avverte - prepariamoci al peggio". Dopo il no del Parlamento britannico, il blitz potrebbe essere targato solamente Stati Uniti, con l'appoggio della Francia. "Il fatto che ci sia la Francia - osserva Tricarico - è tecnicamente ininfluente. Tutto fa pensare ad un attacco senza un'architettura complessa, che si possa iniziare ed ultimare che con una campagna missilistica limitata su una lista di 30-50 obiettivi precisi che il Pentagono ha già fornito con fotografie e coordinate gps". I cruise - già caricati e pronti a colpire ad un segnale di Obama - partirebbero dai cinque incrociatori che la Marina americana ha portato in zona. Si tratta, sottolinea il generale, "di missili ad alta precisione invisibili ai radar e dai quali non c'è alcuna difesa possibile per il regime siriano. Colpiranno rampe di lancio, aeroporti, centri di comando e controllo". Certo, considera Tricarico, "questi lunghi giorni di discussione ne fanno un attacco ampiamente annunciato e questo concede un indubbio vantaggio ad Assad, che però può soltanto mitigare ma non annullare gli effetti dei raid americani". Ma quello che viene presentato come un intervento limitato potrebbe avere conseguenze imprevedibili. "Assad - evidenzia il generale - rimarrebbe in sella, pur con qualche ammaccatura ed un animale ferito è molto pericoloso. Potrebbe esserci una ritorsione anche con il ricorso al terrorismo e tutto il Medio Oriente potrebbe infiammarsi. Anche l'Italia, a quel punto, ne subirebbe le conseguenze e potrebbe essere trascinata".(

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni