Percorso:ANSA.it > Mondo > News

Thatcher: hanno detto di lei, fra ammirazione e odio

L'emicrania di Kohl. Lo sfogo di Chirac. Le lodi di Dubcek

08 aprile, 17:02
Margaret Thatcher
Margaret Thatcher
Thatcher: hanno detto di lei, fra ammirazione e odio

Capace di suscitare al contempo sentimenti di ammirazione, idiosincrasie o manifestazioni di odio vero e proprio, Margaret Thatcher è stata oggetto di innumerevoli citazioni: fra elogi, anatemi e malignità. Ecco alcune delle affermazioni più colorite che l'hanno riguardata, partorite da personalità sia straniere sia britanniche.

- Margaret Thatcher mi ha sempre dato mal di testa. (Helmut Kohl)

- Occhi da Caligola, labbra da Marilyn Monroe (Francois Mitterand)

- Che cosa vuole, questa casalinga? Le mie palle su un vassoio? (Jacques Chirac)

- Per noi non è la Lady di ferro. Lei è la cara signora Thatcher. (Alexander Dubcek)

- Di tutti gli elementi combinati nel complesso di segni etichettati a Margaret Thatcher, è la sua voce che riassume l'ambiguità del costrutto intero. Lei tuba come una colomba, sibila come un serpente, abbaia come un cane che non ricorda ricconi reali, ma le zie di Wodehouse. (Angela Carter)

- Nauseante, ripugnante in quasi ogni modo. (Jonathan Miller) - Margaret Thatcher è la più grande donna inglese vivente. (Charles Moore)

- Era una tigre circondata da criceti. (John Biffen)

- Si comporta con tutta la sensibilità di un Boa constrictor affamato di sesso. (Tony Banks)

- Evidentemente la signora Thatcher non ha a cuore le sorti del nostro sport. Come potrebbe altrimenti caldeggiare un progetto che al 101 per cento è destinato a fallire? (Brian Clough, riferendosi alla tessera di identità per i tifosi del provvedimento anti-hooligan)

- I Primi Ministri che si ricordano sono quelli che pensano e insegnano, e non molti lo fanno. La signora Thatcher [...] ha influenzato il pensiero di una generazione. (Tony Benn)

- L'intera società inglese, nonostante la Thatcher sia scomparsa dalla scena da molto tempo, sta ancora "leccandosi le ferite". Perché quel periodo ha provocato un cambiamento radicale, incredibile. (Jake Arnott)

- La prima Spice girl, vera iniziatrice del Girl power, il potere alle ragazze. (Geri Halliwell)

- Il suo punto di forza era la sua volontà di ferro. Non ho mai conosciuto una come lei in politica e ho conosciuto pochi politici nel mio tempo in vari paesi. Non ho mai conosciuto uomo o donna vagamente come lei, era molto tosta, e ciò richiede coraggio e avrebbe potuto usarlo con te. Ciò che richiedeva sensibilità, non poteva, non ne aveva. (Brian Walden).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni