Percorso:ANSA.it > Mondo > News

Maro' India: esperto, fermo e processo illeciti

06 marzo, 20:40
Massimiliano Latorre (C) e Salvatore Girone (D) in una foto del 20 febbraio 2012
Massimiliano Latorre (C) e Salvatore Girone (D) in una foto del 20 febbraio 2012
Maro' India: esperto, fermo e processo illeciti

"Il fermo o il solo processo nei confronti dei due soldati italiani costituiscono un illecito internazionale da parte dell'India". Enzo Cannizzaro, ordinario di diritto internazionale all'università La Sapienza e autore di diverse pubblicazioni sull'argomento, concorda così con le posizioni dell'Italia sulla vicenda di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone - coinvolti nell'uccisione di due pescatori indiani e attualmente detenuti a Kollam - e, in un'intervista all'ANSA spiega come, "senza alcun dubbio", per i due marò valga il principio dell'immunità funzionale. Secondo il giurista, i due soldati "hanno agito nell'ambito di una funzione ufficiale, per conto dello Stato italiano", adempiendo a quella missione anti-pirateria prevista dalla legge italiana e "autorizzata dal Consiglio di Sicurezza dell'Onu". A loro - spiega - si applica il principio "dell'immunità funzionale, regola consuetudinaria del diritto internazionale che vige sin dal 1700, in base alla quale gli atti di un organo dello Stato connessi all'esercizio delle funzioni vanno imputati allo Stato" e "non alle persone" che li hanno commessi. Ciò, é la sua precisazione, "vale sicuramente in quanto i due hanno agito in acque internazionali" e, "a mio avviso, varrebbe anche se il fatto fosse avvenuto in acque territoriali indiane". Anche se, su questo punto, "potrebbe esserci una maggiore incertezza giuridica e le autorità indiane potrebbero contestare ai due militari di aver adempiuto a funzioni ufficiali nell'ambito della sovranità di uno Stato senza l'autorizzazione di quest'ultimo", puntualizza Cannizzaro. Allo stato dell'arte, però, l'illecito dell'India appare evidente. I due marò andrebbero eventualmente giudicati in patria e, se il fermo persiste, l'Italia potrebbe quindi "attuare o minacciare contromisure come l'interruzione dei rapporti diplomatici e commerciali, chiedere l'apertura di una commissione di inchiesta o di arbitrato - anche se, in mancanza di un trattato, l'India non è obbligata a rispondere - o esperire uno dei 4 sistemi di controversie previsti dalla Convenzione Onu sul diritto del mare davanti al tribunale internazionale del mare". Un'ipotesi, quest'ultima, che "sarebbe però da esplorare". Nel frattempo, l'Italia potrebbe anche portare il caso "davanti al Consiglio di Sicurezza Onu" mentre l'Ue "é giuridicamente estranea alla vicenda", sottolinea ancora Cannizzaro. Il docente ricorda poi alcuni, celebri, precedenti in cui è stato il governo italiano ad applicare correttamente il diritto internazionale: da quello dell'omicidio Calipari a quello del Cernis, nei quali "nonostante la dura reazione dell'opinione pubblica", i militari Usa coinvolti furono giudicati in patria. E, anche per la vicenda dei marò, "non sorprende la reazione politica indiana". Ma diversa è la questione giuridica, sulla quale ha anche pesato la scelta della Enrica Lexie di attraccare al porto di Kochi. "Ciò ha consentito all'India di prelevare facilmente i due militari. In caso contrario, le autorità indiane avrebbero dovuto agire con un'azione coercitiva in acque internazionali, e sarebbe stato molto più grave", è la conclusione di Cannizzaro.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni