Percorso:ANSA.it > Mondo > News

Papa su Nigeria: gesto assurdo, basta violenze

Esplosi ordigni in punti diversi, 35 morti

26 dicembre, 21:31
Una donna ferita nell'esplosione in chiesa
Una donna ferita nell'esplosione in chiesa
Papa su Nigeria: gesto assurdo, basta violenze

CITTA' DEL VATICANO - Il Papa ha espresso all'Angelus "profonda tristezza" per gli attentati alle chiese in Nigeria, che hanno portato "lutto e dolore" nel giorno di Natale, e ha fatto appello affinché "si fermino le mani dei violenti". "La violenza - ha detto - è una via che conduce solamente al dolore, alla distruzione e alla morte". "Il Santo Natale suscita in noi, in modo ancora più forte, la preghiera a Dio affinché si fermino le mani dei violenti, che seminano morte e nel mondo possano regnare la giustizia e la pace", ha affermato Benedetto XVI subito dopo la recita dell'Angelus. "Ma la nostra terra continua ad essere intrisa di sangue innocente", ha proseguito. "Ho appreso con profonda tristezza la notizia degli attentati che, anche quest'anno nel Giorno della Nascita di Gesù, hanno portato lutto e dolore in alcune chiese della Nigeria - ha detto il Pontefice -. Desidero manifestare la mia sincera e affettuosa vicinanza alla comunità cristiana e a tutti coloro che sono stati colpiti da questo assurdo gesto e invito a pregare il Signore per le numerose vittime. Faccio appello affinché con il concorso delle varie componenti sociali, si ritrovino sicurezza e serenità". "In questo momento - ha concluso papa Ratzinger - voglio ripetere ancora una volta con forza: la violenza è una via che conduce solamente al dolore, alla distruzione e alla morte; il rispetto, la riconciliazione e l'amore sono la via per giungere alla pace".

Attacchi coordinati contro chiese cristiane in Nigeria nel giorno di Natale: una strage rivendicata dal gruppo islamico Boko Haram, che ha fatto fino a 35 morti, 27 in una sola chiesa nella periferia della capitale Abuja dove l'esplosione ha avuto luogo proprio durante la messa di Natale. Immediate le condanne: il Vaticano lo addita come un episodio ''frutto di odio cieco e assurdo''. Il ministro degli Esteri Giulio Terzi parla di ''episodi orrendi, un attacco ai principi universali di civilta'''. La prima esplosione è avvenuta nella chiesa di Santa Teresa, nel popoloso quartiere di Madala alla periferia di Abuja. Subito da testimoni la segnalazione di numerosi morti, uno dice di aver visto ''almeno 19 cadaveri'', mentre i soccorritori temono di non poter far fronte alle emergenze: ''non ci sono ambulanze sufficienti per evacuare morti e feriti'' dicono sull'onda del panico scatenato dall'attacco. Poi la seconda esplosione, ancora in una chiesa, questa volta a Jos nella Nigeria centrale dove subito si e' registrato un morto. Quindi il terzo attacco, contro un'altra chiesa cristiana, nella città di Gadaka nello stato settentrionale di Yobe. Ma l'inferno scatenato nel giorno di Natale prosegue con altri morti, tre poliziotti e un kamikaze, vittime di un altro attacco nel nord est del Paese, a Damaturi, dove l'attentatore suicida ha lanciato la sua auto imbottita di esplosivo contro un mezzo della polizia. Ad ora il bilancio ufficiale di questa giornata di sangue e' di 35 vittime. Ma il terrore e' stato scatenato gia' a partire da giovedi', da quando si registrano una serie di esplosioni nel nord-est della Nigeria e scontri con le forze dell'ordine con decine di vittime. La nuova ondata di violenza nasce dall'offensiva del gruppo islamico di Boko Haram che ha il dichiarato obiettivo di instaurare lo stato islamico nel piu' popoloso paese africano, con una rigida applicazione della sharia. Lanciato nel gennaio 2004, il gruppo estremista nigeriano si rifa' ai talebani afghani e ha legami con il ramo maghrebino di al Qaida (Aqmi). Non e' pero' questo il primo Natale insanguinato in Nigeria: anche lo scorso anno furono decine le vittime di simili attacchi contro chiese cristiane il 24 dicembre, in particolare a Jos, sempre caldissimo teatro di violenti scontri tra cristiani e musulmani.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni