Percorso:ANSA.it > Mondo > News

Iran accusa Aiea e avverte, non arretriamo

9 novembre 2011

15 agosto, 19:05
Mahmoud Ahmadinejad
Mahmoud Ahmadinejad
Iran accusa Aiea e avverte, non arretriamo

di Luciana Borsatti

Accusa l'Aiea di essersi fatta strumento delle grandi potenze, che negano ai Paesi in via di sviluppo il diritto al nucleare pacifico. Respinge come infondato, di parte e ''politicamente motivato'' il rapporto dell'Agenzia sulla ''possibile'' dimensione militare del suo programma nucleare, e accusa il suo direttore generale, Yukyia Amano, di averne pregiudicato la credibilita'. Infine, si dice pronto a continuare a collaborare con l'organismo Onu ma ribadisce che non arretrera' ''di un centimetro''. L'Iran risponde cosi', il giorno dopo l'uscita del rapporto dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica, alle accuse che vi sono contenute, ma che ancora non darebbero la certezza che Teheran stia davvero lavorando per costruire la bomba. "Non arretreremo di un centimetro rispetto al cammino che stiamo percorrendo", ha detto il presidente Mahmoud Ahmadinejad in un discorso ripreso dalla tv di Stato, in cui ha sottolineato che il rapporto e' basato su elementi già vecchi e "fabbricati da Washington".

"Non abbiamo bisogno della bomba - ha ribadito - il popolo iraniano è intelligente, non si mette a costruire due bombe'' contro ''le 20 mila'' dell'Occidente. Impegnato in un tour nella provincia di Borujen, il presidente e' tornato a far leva sull'orgoglio nazionale persiano per dire a chi voglia colpire l'Iran di ''prendere lezioni dalla storia''. Un deciso no all'ipotesi di un passo indietro e' giunto anche da Ali Asghar Soltaniyeh, ambasciatore presso l'Aiea. Ma essendo un "paese responsabile", ha aggiunto, l'Iran continuerà a rispettare gli obblighi del Trattato di non proliferazione nucleare, con la supervisione dell'Aiea.

Anche se Amano, ha aggiunto, ha compiuto uno ''storico errore'' quando, ''danneggiando lo spirito di cooperazione nell'organismo'', nel rapporto si e' lasciato condizionare dagli Usa ''senza prestare attenzione" alle opinioni dei Paesi non allineati, della Cina e della Russia. Ed e' ora proprio a questi ultimi che l'Iran guarda, per scongiurare l'isolamento e nuove sanzioni sull'economia, se non l'attacco militare ripetutamente minacciato da Israele. Tanto che proprio ai Paesi non allineati si e' rivolto per dire, in sostanza: ma vogliamo davvero che l'Aiea sia strumento di pochi, e non un'agenzia per un nucleare pacifico veicolo di sviluppo? Sulla stessa linea anche Ramin Mehmanparast, portavoce del ministero degli Esteri, secondo cui l'Iran resta pronto a colloqui positivi con le potenze mondiali, ma solo in un clima di ''uguaglianza e rispetto per i diritti delle nazioni". Per dirlo il diplomatico ha scelto la tv iraniana in arabo al-Alam, la stessa da cui il capo di Stato maggiore Massoud Jasayeri ha alzato la voce per avvertire che, in caso di attacco, l'Iran ''distruggera''' Israele. A partire dall'impianto di Dimona, nel Neghev, ritenuto il cuore di un arsenale atomico mai ufficialmente dichiarato. E del nucleare israeliano ha parlato anche il capo della magistratura Sadeq Larijani, chiedendosi come mai Israele "non ammetta gli ispettori dell'Aiea'', che in Iran hanno invece praticamente "messo su casa

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni