Percorso:ANSA.it > Mondo > News

11/9: Obama e Bush ricordano, silenzio e commozione

Discorso del presidente Usa al Kennedy Center: 'Abbiamo difeso il nostro stile di vita'

12 settembre, 13:29
10th anniversary of 9/11 attacks
10th anniversary of 9/11 attacks
11/9: Obama e Bush ricordano, silenzio e commozione

Obama, la paura non ha fermato l'America

Discorso del presidente Usa al Kennedy Center: 'Abbiamo difeso il nostro stile di vita'

di Marcello Campo

WASHINGTON - "Questi ultimi anni hanno dimostrato che l'America non cede alla paura: sono cambiate molte cose, ma non il nostro carattere come nazione, la nostra fede in Dio e in noi stessi. Nessuno spezza la nostra volontà". Barack Obama, al termine della lunga giornata di commemorazioni per il decennale dell'11 settembre 2001, nel suo discorso al Kennedy Center rilancia i valori patriottici, inviando a un Paese spesso diviso e lacerato dalla crisi, un messaggio di speranza e di unità. Il presidente traccia un bilancio di questi ultimi dieci anni, sintetizzando che "lo stile di vita americano" ha vinto la sfida di morte lanciata da Al Qaida.

New York, colpita al cuore quella mattina maledetta, sottolinea Obama, è risorta, ribadendo la sua vocazione di "capitale vibrante dell' arte, dell'industria, della moda e del commercio". Dove sorgeva il World Trade Center, osserva Obama, si sta costruendo "una nuove torre che si staglierà di nuovo nel cielo". Ma è tutto il popolo americano, che giorno dopo giorno in questi lunghi dieci anni, malgrado il dolore e il lutto, ha sancito la vittoria della democrazia sul terrorismo: "La nostra gente è tornata sui grattacieli, i nostri stadi sono pieni di tifosi, i parchi affollati di bambini, e i bus e i metro portano milioni di persone ogni giorno a scuola e al lavoro".

Insomma, sintetizza Obama, "siamo riusciti a difendere con successo il nostro stile di vita". Obama non si sottrae a esaminare anche delle polemiche furiose esplose durante la presidenza Bush. Ma ribadisce che l'America ha superato anche quella prova: "Il dibattito tra pace e guerra, tra libertà civili e sicurezza - ammette Obama - é stato a tratti feroce. Ma proprio il fatto che siamo riusciti a risolverlo in un modo che rende onore ai nostri valori, sta tutta la nostra forza".

L'America, incalza Obama, ha saputo dimostrare di sapere andare avanti, seguendo i suoi principi: "I nostri cittadini hanno ancora piena libertà di esprimere le loro opinioni, le nostre anime continuano a trovare sollievo nelle Chiese, nelle Sinagoghe, come nelle Moschee. In questi anni - aggiunge Obama - si sono rafforzati i legami tra tutti gli americani, non siamo stati vittime del sospetto e della sfiducia. Gli immigrati continuano a venire da ogni parte del globo, e in tutte le nostre scuole, nei nostri posti di lavoro, convivono persone di tutte le razze e religioni". Aprendo il suo intervento, Obama cita un passo delle Scritture pieno di speranza: "La Bibbia ci dice che il pianto può durare tutta la notte, ma la mattina è una cometa di gioia". Quindi, rivolge il suo ricordo emozionato alle vittime di dieci anni fa, e il grande significato del loro coraggio per l'America di oggi.: "Questa terra pulsa con l'ottimismo di chi si incammina verso lidi lontani, con il coraggio di chi è morto per la libertà. Gli americani di domani, tra qualche decennio, sapranno che niente può spezzare la volontà degli Stati Uniti d'America: ricorderanno che abbiamo battuto la schiavitù, la guerra civile, il fascismo, la recessione e le rivolte, il comunismo e anche il terrorismo. Anche a loro diranno che non sono perfetti, ma anche che la nostra democrazia, seppur imperfetta, è imperitura, stabile".

Barack Obama e la moglie Michelle, appena giunti a Shanksville, in Pennsylvania per onorare gli eroi del Volo United 93, sono stati accolti dalla gente presente al grido di U-S-A. La First Couple ha deposto una corona di fiori bianchi davanti al Memorial inaugurato ieri. Quindi ha osservato un minuto di silenzio. Prima di tornare sui loro passi, Michelle e Barack Obama hanno stretto le mani e abbracciato la piccola folla dei parenti radunatisi nella radura dove 10 anni fa precipitò uno dei 4 aerei dirottati dagli uomini di Al Qaida. Mentre il presidente camminava accanto alla moglie Michelle, in molti hanno scandito verso di loro "U-s-a, U-s-a", sventolando bandiere americane.

CERIMONIA A GROUND ZERO, LETTI I NOMI VITTIME E MINUTO DI SILENZIO - Si e' conclusa a Ground Zero la lettura dei nomi di tutte le vittime degli attacchi dell'11 settembre 2001. A leggerli si sono alternati alcuni dei familiari, mentre allo stesso tempo i nomi scorrevano sul basso dello schermo delle televisioni americane che trasmettono l'evento in diretta.

Clima surreale a Ground Zero dove si sono assiepate migliaia di persone ed è stato osservato il primo minuto di silenzio per ricordare il momento in cui fu colpita la Torre nord del World Trade Center alle 8 e 46. A seguire c'e' stato un minuto di silenzio per ognuno degli altri terribili momenti di quell'11 settembre 2001, dall'attentato alla Torre sud a quello che ha colpito il lato sud del Pentagono, al volo dirottato dai terroristi esi  precipitato in Pennsylvania prima di arrivare sul suo bersagli, Capitol Hill.

E' arrivata a Ground Zero la bandiera che sventolava sul WorlD Trade Center la mattina dell'11 settembre 2001. Un drappello di marines l'ha appena dispiegata, mentre un coro di ragazzi e ragazze intona l'inno nazionale, lo "Star spangled banner".

Il presidente Barack Obama e il suo predecessore George W. Bush sono arrivati a Ground Zero e con le mogli Michelle e Laura hanno reso omaggio alle vittime delle stragi dell'11 settembre. Obama e Bush, le mogli in nero, hanno abbracciato familiari delle vittime allineati ai bordi delle fontane memoriale dove sorgevano le Torri Gemelle. Fianco a fianco con la mano sul cuore: per la prima volta il presidente Barack Obama e il suo predecessore George W. Bush si sono messi la mano sul cuore a Ground Zero per il decennale delle stragi del World Trade Center mentre un coro cantava l'inno nazionale Star Spangled Banner e un plotone dei Marines dispiegava la bandiera a stelle e strisce recuperata dal crollo delle Twin Towers.

Ancora momento di solenne raccoglimento a Ground Zero per ricordare le 40 vittime del volo 93 della United Airlines che l'11 settembre 2001 precipitò - alle ore 10.03 -in un campo in Pennsylvania, presso la località di Shanksville. L'obiettivo dei dirottatori era colpire il simbolo della democrazia americana, Capitol Hill, a Washington. L'eroismo dei passeggeri evitò che l'areo arrivasse a centrare il bersaglio.

Il presidente Obama, avrebbe rivelato ai suoi collaboratori di essere rimasto "fortemente impressionato" dalla cerimonia di Ground Zero, spiegando di essere rimasto "particolarmente commosso" dalla lettura dei nomi delle vittime da parte dei familiari, soprattutto i bambini.

OBAMA LEGGE SALMO 46, EGLI FA CESSARE LE GUERRE - "Egli fa cessare le guerre fino alla fine della Terra; spezza l'arco e frantuma la lancia, brucia i carri col fuoco": alla cerimonia del decennale dell'11 settembre il presidente Barack Obama ha letto il salmo 46 della Bibbia.

BLOOMBERG LEGGE DA MACBETH DI SHAKESPEARE  - Il sindaco di New York Michael Bloomberg, dando il via alla lettura dei nomi delle vittime dell'11 settembre, ha citato il Macbeth di William Shakespeare: "La causa del vostro dolore non deve essere misurala dal suo valore, perché allora non avrebbe fine".

A GROUND ZERO SI RICORDA ATTACCO A PENTAGONO  - Terzo minuto di silenzio a Ground Zero, per ricordare l'11 settembre 2001 di Washington, quando il volo 77 dell'American Airlines - alle 9.37 - colpì il lato sud del Pentagono, provocando 184 morti: 125 tra militari e civili, più i 59 passeggeri a bordo dell'aereo.

LAURA TI VOGLIO BENE, IN ITALIANO RICORDA FIGLIA - "Laura ti voglio tanto bene, sarai sempre nel mio cuore": così la madre di Laura Angilletta - una ragazza di 23 anni morta nel crollo delle Torri Gemelle - ha ricordato in italiano dal palco di Ground Zero la figlia, dopo aver letto il nome di alcune delle vittime.

RUMSFELD A SKYNEWS, MONDO MIGLIORE DOPO OSAMA, SADDAM - Il mondo è un posto migliore ora che Osama bin Laden e Saddam Hussein, "un brutale dittatore", sono stati tolti di mezzo. Lo ha detto a SkyNews l'ex segretario alla difesa dell'amministrazione Bush Donald Rumsfeld.

PAUL SIMON CANTA SOUND OF SILENCE - 'Sound of silence', il suono del silenzio: Paul Simon alla chitarra ha accompagnato i familiari delle vittime delle stragi dell'11 settembre che scendevano a visitare il memoriale in onore dei loro cari.

ISLAMICI BRUCIANO BANDIERA DAVANTI AMBASCIATA USA A LONDRA - Due manifestanti islamici del gruppo Muslims against Crusades sono stati arrestati dopo la protesta davanti all'ambasciata americana a Londra durante cui é stata bruciata una bandiera a stelle e strisce. Durante la manifestazione erano stati gridati slogan: "Usa Terroristi" e pronunciati discorsi di tono fortemente anti-americano. Separati da cordoni di polizia erano manifestanti del gruppo di estrema destra English Defense League: i militanti dell' Edl si sono brevemente scontrati con le forze dell'ordine.

CASA BIANCA, NESSUNA NOVITA' SU MINACCIA ATTENTATI - Non c'é nessuna novità sul fronte della minaccia di nuovi attentati in occasione delle celebrazioni dell'11 settembre. Lo ha detto Josh Earnest, uno dei portavoce della Casa Bianca. "Non ci sono nuove informazioni particolari che sono state riportate al presidente ", ha detto il portavoce, ricordando come stamattina Barack Obama ha tenuto il consueto meeting col capo dell'antiterrorismo, John Brennan, e con tutti i suoi più stretti collaboratori sul fronte della sicurezza.

Tutta l'America oggi è a Ground Zero. Lì, ovviamente, è prevista la principale delle cerimonie organizzate per il decimo anniversario dell'11 settembre, e lì il presidente, Barack Obama, e l'ex presidente George W. Bush, si troveranno fianco a fianco per ricordare, in silenzio, le vittime degli attentati alle Torri Gemelle di dieci anni fa. L'inizio della cerimonia è previsto per le 08:40 (le 14:40 in Italia). Nessun discorso, solo poesie recitate davanti al 'survivor tree', l'albero di Ground Zero (un pero) sopravvissuto alla tragedia e oggi più che mai simbolo della rinascita. Il cerimoniale, molto sobrio, prevede poesie, non discorsi. E quattro minuti di silenzio in corrispondenza dei quattro momenti in cui caddero i quattro aerei dell'11 settembre, i due a New York, quello a Washington e quello in Pennsylvania. E la lettura dei nomi di tutte le persone morte nei crolli delle Torri.

Oggi al posto delle Twin Towers sorgono due fontane quadrate. Sulle pareti di quelle fontane-memoriale sono stati scolpite le identità di tutte le vittime. Per proteggere la cerimonia è stato disposto un severissimo servizio di sicurezza, anche alla luce della minaccia di un possibile attentato di cui hanno parlato i responsabili dell'intelligence. Il segretario di Stato americano, Hillary Clinton, ha reso noto che le autorità ritengono "credibile" la minaccia. Si cerca una cellula di tre persone, legate ad Al Qaida. Due di esse sarebbero in territorio americano, la terza - forse - in Europa. Il presidente Obama nel suo discorso radiofonico alla nazione, alla vigilia ha sottolineato che "oggi l'America è più forte". "Bisogna continuare a tenere alta la vigilanza, ma Al Qaida è sulla via della sconfitta" ha aggiunto. Dopo la cerimonia di Ground Zero, Barack e Michelle Obama si trasferiranno alle 12:00 (le 18:00 in Italia) in Pennsylvania, per presenziare alla cerimonia di Shanksville. Il presidente e la first Lady rientreranno quindi a Washington alle 15:15 (le 21:15 in Italia), per partecipare prima alla cerimonia prevista al Pentagono, poi ad una serata al Kennedy Center (alle 20:00, le 02:00 del mattino di domani in Italia). In questa occasione Obama terrà l'unico discorso ufficiale previsto per l'11 settembre.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni