Percorso:ANSA.it > Mondo > News

L'ultimo saluto a Vik, funerali a Bulciago

Esequie nel palazzetto dello sport del paesino in provincia di Lecco, 'Bella ciao' colonna sonora

24 aprile, 21:40
Un momento dei funerali di Vittorio Arrigoni
Un momento dei funerali di Vittorio Arrigoni
L'ultimo saluto a Vik, funerali a Bulciago

BULCIAGO (LECCO) - L'ultima a salire sulla pedana per ricordare Vittorio è sua madre. Egidia Beretta, sindaco di Bulciago, riesce ancora a trovare la forza di sorridere alle centinaia di persone che si sono alzate in piedi per farle coraggio. "Vittorio, Vittorio", gridano. E' il momento degli ultimi saluti a Vik Utopia, 36 anni, ucciso a Gaza, in Palestina, il 14 aprile scorso. In centinaia sono arrivati a Bulciago, il paesino della Brianza lecchese dove era nato Vittorio Arrigoni, per i suoi funerali.

A gruppi, in delegazioni, con pullman dall'Italia e dall'estero, portandosi dietro anche i figli piccoli, tanti che condividevano gli ideali che avevano spinto Vik in Palestina lo hanno voluto salutare. Sono arrivati portando bandiere, italiane, palestinesi, della pace. Indossando kefiah e magliette con la scritta 'A Vik' o 'Restiamo umani', l'appello preferito dal giovane attivista. Quasi tre ore per un lungo addio, prima la Messa, poi il ricordo degli amici, dei compagni di lotta, delle istituzioni locali e infine della madre. "Vittorio non era né un eroe né un martire - ha detto - ma solo un ragazzo che ha voluto riaffermare con una vita speciale che i diritti umani vanno sempre rispettati e difesi ovunque".

Due momenti molto diversi nel palazzetto dello sport di Bulciago, tappezzato dentro e fuori di striscioni per Vik. Il rito religioso è stato celebrato dal parroco don Fabrizio e dall'ex parroco don Celestino che ha ricordato vittorio bambino e adolescente. Concelebrante l'Arcivescovo di Gerusalemme Hilarion Capucci. Sue le parole più forti. "Per noi Vittorio é un eroe, un martire, un santo - ha detto - come un Vescovo ha difeso il suo gregge e il suo gregge era il popolo palestinese". Quindi la parte 'laica' dell'addio a Vittorio con la banda degli Ottoni che ha eseguito 'Bella ciao' le grida di vittoria, gli incitamenti alla lotta del popolo palestinese. E' stato il momento del saluto degli amici ma anche delle istituzioni, una quindicina i sindaci presenti. "Ma ci inquieta l'assenza totale del nostro governo nazionale - ha detto con tono duro don Nandino Capovilla, coordinatore nazionale Pax Christi Italia - ci inquieta ma non ci sorprende più". L'Anpi di Como ha annunciato che dedicherà a Vittorio Arrigoni la festa di domani del 25 aprile.

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni