Percorso:ANSA.it > Mondo > News

GB, Cameron premier: si delinea la squadra

Il leader liberaldemocratico Clegg vicepremier, Heresa May ministro Interno, Ken Clarke a Giustizia

13 maggio, 09:52
GB, Cameron premier
GB, Cameron premier
GB, Cameron premier: si delinea la squadra

di Patrizio Nissirio

LONDRA - Un governo di coalizione inedito nel dopoguerra e per molti versi 'storico', un'alleanza tra partiti mai testata, una coabitazione tra premier e vice primo ministro che nessuno sa come possa funzionare: David Cameron, il conservatore entrato ieri a Downing Street e Nick Clegg, il suo numero due liberaldemocratico, hanno presentato insieme questa "nuova era" della politica britannica alla stampa, con un duetto segnato da impegni solenni, buoni propositi, risate, ma anche qualche imbarazzo tra i due ex rivali. "Io e Nick Clegg abbiamo formato un governo di coalizione, che è unito da tre principi: libertà, giustizia e responsabilità", ha detto Cameron aprendo l'insolita conferenza stampa nel giardino delle rose di Downing Street. "Questo è un accordo per cinque anni".

Ha quindi proseguito ricordando il principale problema da affrontare immediatamente, il deficit: "Nessun governo in tempi moderni ha ricevuto un eredità economica così terribile". Il nuovo premier ha dunque parlato dell'intenzione sua e del partner di "introdurre una nuova politica, dove è più importante l'interesse nazionale che quello di partito, dove la cooperazione e il compromesso non sono segni di debolezza ma di forza". Clegg, prendendo la parola, ha detto, rivolto a Cameron: "Fino a oggi eravamo rivali, ora siamo colleghi. E ciò la dice lunga su questo nuovo tipo di governo". "Questo è un governo che durerà - ha aggiunto -. Ci saranno dossi e attriti, ma reggerà nonostante quelle differenze".

Non ci sono state rivelazioni particolari o aggiunte sul programma sul quale si è giunti al compromesso - e che era già stato ampiamente anticipato - ma Cameron ha spiegato che ancora non è stata ultimata la composizione del governo, e non è stato definito completamente il modo di lavorare insieme tra lui e Clegg, che lo sostituirà quando egli è all'estero, anche nel 'question time' ai Comuni. Tra i punti salienti dell'accordo, la finanziaria d'emergenza entro 50 giorni, azione rapida e incisiva sul deficit con 6 miliardi di tagli quest'anno, cancellazione del previsto aumento delle tasse sul lavoro; quindi il referendum sul sistema di voto 'alternativo' (non si vota per un solo candidato ma si danno preferenze a scalare) ed altre riforme del Parlamento; la creazione di un Consiglio di sicurezza nazionale (prima riunione già oggi), niente trasferimento di altri poteri all'Ue senza referendum, no all'ingresso nell'Euro finché durerà il governo di coalizione. Infine, un tetto all'immigrazione economica extra Ue.

Il principale momento di ilarità e imbarazzo c'é stato quando, durante la conferenza stampa, a David Cameron è stato ricordato che una volta, alla domanda "Qual è la sua barzelletta preferita?", egli rispose "Nick Clegg"."Mi dispiace, ho paura di averlo detto una volta", ha detto al suo nuovo vice, Clegg, che scherzando ha replicato: "Me ne vado!". E il neo premier, sorridendo, lo ha implorato: "No, torna!". Una scena unica, dunque, a Downing Street, che rivela come questo paese non sia abituato ai governi di coalizione (in un qualsiasi altro paese europeo al podio ci sarebbe stato il solo neopremier di un governo composto da vari partiti) ma stia tentando di imparare. La prima sortita dei due leader, entrambi 43enni dall'aria giovanile, non lascia capire come andrà la condivisione del potere, ma di certo danno l'aria di voler fare del loro meglio, mentre si accingono ad attraversare lande politicamente sconosciute.

SI DELINEA LA SQUADRA - Theresa May sarà il nuovo ministro dell'Interno, che avrà anche il ministero per la Donna e l'Eguaglianza, e Ken Clarke sarà ministro della Giustizia. Lo rende noto la Bbc, citando fonti di Downing Street, dove il nuovo premier David Cameron e il suo vice Nick Clegg stanno completando l'esecutivo. I due terranno una conferenza stampa congiunta nel pomeriggio.

Il portavoce liberaldemocratico per il Tesoro Vince Cable è stato nominato ministro delle Attività produttive. Lo ha confermato lo stesso Cable, che inoltre lavorerà in stretto contatto con il nuovo cancelliere dello Scacchiere George Osborne per la riforma del sistema bancario.

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni