Percorso:ANSA.it > Mondo > News

Un piccolo Paese percorso da grandi interessi

E' una ex repubblica dell'Unione sovietica

07 aprile, 18:58

ROMA - Il Kirghizistan (capitale: Bishkek), dove l'opposizione ha ingaggiato violenti scontri con la polizia, è ex repubblica dell'Unione sovietica, piccolo Paese dell'Asia centrale, montagnoso e povero, prevalentemente agricolo, senza sbocchi al mare, di quasi 5,5 milioni di abitanti. E' però in un'area strategica della massima importanza e la tradizionale influenza russa sul Paese è contesa dagli Stati Uniti. Dopo il 2001 in cambio di grossi aiuti economici, ha aderito alla guerra contro il terrorismo degli Usa e accettato di ospitare la base aerea americana di Manas, fondamentale per le operazioni militari nel confitto in Afghanistan, oltre ad ospitare una importante base aerea russa.

Nel 2009 il parlamento di Bishkek ha votato contro la base Usa e Washington ha dovuto pagare 180 milioni di dollari per tenerla operativa. Dal 1991, quando divenne indipendente con la dissoluzione dell'Urss, è diventato repubblica presidenziale, governata con mano ferma dal presidente Askar Akayev fino alla primavera 2005, quando sull'onda di violente proteste dell'opposizione - la "Rivoluzione dei tulipani" - dopo elezioni presidenziali giudicate fraudolente, dovette cedere il potere al leader dell'opposizione, l'attuale presidente Kurmanbek Bakiev. Quest' ultimo, eletto poi trionfalmente nel luglio 2005, promise di sradicare la corruzione, di promuovere lo sviluppo economico e di democratizzare il Paese. Ma da allora però molti suoi sostenitori sono passati all'opposizione, accusando di autoritarismo Bakiev, che nel frattempo ha più volte modificato la costituzione, accrescendo i propri poteri, ed è stato rieletto nel dicembre 2007 col sospetto di brogli. Molti oppositori sono stati imprigionati e molti giornali chiusi.

Il Kirghizistan si estende su una superficie di 198.500 Kmq, montuosa al 94% e composta per lo più da steppa. Confina a nord con il Kazakhstan, a est con la Cina, a sud con il Tagikistan e a ovest con l'Uzbekistan. L'etnia predominante è la kirghiza (66%), di carattere seminomade, seguita dalla russa (11%) e dall'uzbeka (14%). Le lingue parlate sono il kirghiso, di ceppo turco-altaico, e il russo. La religione prevalente è quella musulmana sunnita (75%) seguita dalla cristiano-ortodossa (20%).

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni