Percorso:ANSA.it > Economia > News

L.Stabilità in Cdm 15/10; si tratta da cuneo a Service

Parte confronto con parti sociali

09 ottobre, 12:13
Dal 2014 più soldi in busta paga
Dal 2014 più soldi in busta paga
L.Stabilità in Cdm 15/10; si tratta da cuneo a Service

ROMA - Un taglio al cuneo fiscale da 5 miliardi (equamente divisi tra aziende e lavoratori, tra Irap e detrazioni), nuovi incentivi al lavoro, la nuova Service tax (che nelle intenzioni del Governo dovrebbe pesare meno di Imu e Tares messe insieme), la riforma delle aliquote Iva, il rifinanziamento delle spese indifferibili. E novità sarebbe in arrivo per sbloccare gli investimenti allentando il Patto di Stabilità interno. Il menù della Legge di Stabilità si va componendo in vista del varo previsto del Cdm di martedì 15 ottobre, appena in tempo per la trasmissione del documento a Bruxelles.

Una manovra quella che parte dal 2014 che nelle intenzioni del Governo dovrebbe servire a spingere sull'acceleratore della ripresa mettendo ''un po' di soldi in tasca'' - come dice il premier Enrico Letta - ai cittadini. In particolare ai dipendenti che, da primi calcoli, si troverebbero in tasca fino a 300 euro in più e in un'unica 'tranche'. Al Tesoro quindi si lavora a testi e simulazioni, già ampiamente rodati visto che di tagli al cuneo fiscale si parla ormai da anni. E si punta così a rendere meno 'insopportabile' il peso del fisco sui contribuenti spesso - ricorda il direttore delle Entrate, Attilio Befera - costretti ad evadere per necessità, cioè mancanza di liquidità.

Ma non è ancora noto chi saranno i beneficiari di questo taglio che dovrebbe essere più selettivo evitando esperienze precedenti (il governo Prodi) durante le quali il taglio in busta paga ebbe alla fine un effetto 'risibile' a fronte di un enorme sforzo finanziario per le casse pubbliche. E i tempi ora sono, come noto, anche meno 'facili' come testimoniano anche le entrate fiscali che nei primi 8 mesi dell'anno sono rimaste pressoché invariate, anzi in lieve calo: ammontano a 267,9 miliardi, cioè -722 milioni, pari a -0,3% rispetto allo stesso periodo del 2012. E l'Iva, vera cartina di tornasole dell'economia, continua a cadere: il gettito cala del 5,2%, cioè -3,7 miliardi). Intanto il Governo ascolta le parti sociali e dopo i sindacati domani è il turno di Confindustria proprio per fare il punto sul taglio al costo del lavoro e sulle sue possibili declinazioni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni