Percorso:ANSA.it > Economia > News

Visco: immotivati dubbi analisti, Italia verso ripresa

Saccomanni, destabilizzanti decisioni agenzie rating

10 luglio, 22:15
Il presidente della Banca d'Italia, Ignazio Visco
Il presidente della Banca d'Italia, Ignazio Visco
Visco: immotivati dubbi analisti, Italia verso ripresa

"No comment" sul downgrade ma "per ristabilire la fiducia l'Italia deve lavorare per mantenere un consolidamento 'amico' della crescita per assicurare l'indebitamento su un percorso di discesa, e portare avanti le riforme strutturali anche per creare occupazione": lo ha detto il portavoce del commissario Olli Rehn. "La visione di Bruxelles sulla situazione economica italiana è ben nota e contenuta nelle raccomandazioni a cui il commissario Rehn ha auspicato l'Italia presti la dovuta attenzione", ha aggiunto il portavoce Simon O'Connor, precisando che "molto è stato già fatto per ristabilire la credibilità dei conti, ed ha consentito la chiusura della procedura per deficit eccessivo". Per questo è necesario che ora l'Italia vada avanti su quel percorso. Sulle misure su Iva e Imu, la Commissione si riserva il giudizio una volta che i dettagli arriveranno a Bruxelles, ma "auspica che il sistema della tassazione sarà orientato alla crescita".

La contrazione del Pil per il 2013 "sarebbe vicina ai due punti percentuali. L'attività economica tornerebbe a espandersi a ritmi moderati dalla fine dell'anno con una crescita complessiva superiore al mezzo punto percentuale nel 2014". Lo ha detto il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco. "I margini di incertezza sono elevati - ha detto -: sui tempi e sull'intensità della ripresa gravano i rischi di un rallentamento dell'economia mondiale, in particolare nelle economie emergenti".

"Non vanno sottovalutati i timori degli analisti internazionali sulla solidità delle banche italiane anche se non sempre ben motivati", ha detto il governatore di Bankitalia senza citare direttamente il taglio del rating dell'Italia di S&P che citava fra le debolezze anche il sistema bancario.

Le banche italiane devono "proseguire l'azione di rafforzamento patrimoniale", ha spiegato Visco rilevando come "la ripresa dell'economia" consentirà di ridurre l'esposizione al debito pubblico delle banche a livelli pre-crisi e ampliare "il sostegno creditizio a famiglie e imprese".

Le tensioni sull'erogazione di prestiti e sull'aumento dei costi "sono destinate a proseguire nei prossimi mesi", ha aggiunto Visco, secondo cui nel primo trimestre il tasso di ingresso in sofferenza dei crediti alle imprese è stato del 4,5%, un "valore elevato nel confronto storico". Per Visco "la fase ciclica sfavorevole comprime la domanda di credito" mentre l'aumento dei rischi "pesa sulle politiche di offerta delle banche"

'La politica monetaria sosterrà la ripresa", secondo il governatore di Bankitalia che ha ricordato come la Bce abbia annunciato che "le condizioni monetarie rimarranno accomodanti per tutto il tempo necessario" e che i tassi si manterranno "a livelli pari o inferiori a quelli attuali per un periodo prolungato".

"L'economia italiana si trova ancora in una difficile transizione. Superarla con successo richiede l'impegno di tutti. Il sistema bancario deve fare la sua parte", ha aggiunto.

La situazione dell'economia italiana "è difficile" e lo si vede anche nelle valutazioni degli analisti ma "la prospettiva è di ripresa" come sottolineato "da diversi organismi internazionali fra cui, ieri, l'Fmi", ha detto ancora fare riferimento diretto al taglio del rating da S&P.

Da tempo è aperto "il dibattito sul ruolo delle agenzie di rating", le loro decisioni possono avere "effetti prociclici e destabilizzanti". Lo ha detto il ministro dell'Economia Fabrizio Saccomanni all'Assemblea dell'Abi commentando "a titolo personale" la decisione di S&P. La decisione di S&P "appare basata su una estrapolazione meccanica dei dati passati" senza "considerazione per le misure prese" e con "la percezione di rischi basati solo sugli scenari peggiori". "Quello che conterà sarà la valutazione dei risparmiatori italiani e stranieri", ha spiegato Saccomanni commentando la decisione di S&P e aggiungendo che le emissioni di oggi "sono andate piuttosto bene" nonostante il taglio del rating.

Il governo "intende affrontare in tempi brevi" la riforma dell'azionariato della Banca d'Italia ora in mano alle banche private, ha detto il ministro dell'economia che ha più volte sollecitato una soluzione al riguardo. "E' un tema delicato e va prestata attenzione ai vincoli comunitari" ha spiegato Saccomanni. "La revisione del regime fiscale dei crediti non performing del sistema bancario è all'attenzione del governo", secondo Saccomanni riferendo che "si stanno valutando tutte le opzioni idonee a contemperare la necessità di eliminare le penalizzazioni derivanti dalla vigente disciplina con l'ineludibile rispetto dei vincoli di bilancio". L'Abi chiede la piena deducibilità fiscale ai fini Ires e Irap delle perdite e delle svalutazioni sui nuovi crediti erogati alla clientela.

"L'Italia ha il potenziale per uscire da un ciclo sfavorevole durato fin troppo a lungo. Il risanamento delle finanze pubbliche resta un'esigenza dettata anche dal fatto che ogni mese dobbiamo emettere 40 mld di titoli di Stato". Lo ha detto il ministro dell'Economia Fabrizio Saccomanni all'Assemblea dell'Abi. "Si cominciano a intravedere primi segnali" della ripresa economica, ha detto citando alcuni dati economici in miglioramento e riferendo che a giugno il gettito Iva sugli scambi interni è aumentato del 4%. "Fin dal suo insediamento il governo ha preso tempo con l'obiettivo" di trovare "soluzioni ampiamente condivise" dalla maggioranza. Cosi' Saccomanni sulle misure per Imu e Iva. "La mia posizione non si è spostata di 1 millimetro da questa linea".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni