Percorso:ANSA.it > Economia > News

Pressione tributaria in Italia tra piu' alte dell'Ue, ma gap di servizi

I paesi Scandinavi sono quelli piu' 'tartassati' ma hanno servizi di qualita'

04 maggio, 19:40
Un modulo per il pagamento delle tasse
Un modulo per il pagamento delle tasse
Pressione tributaria in Italia tra piu' alte dell'Ue, ma gap di servizi

Con una pressione tributaria, che e' diversa da quella fiscale, al 30,2% l'Italia e' al top in Europa ad esclusione dei paesi Scandinavi. A dirlo la Cgia di Mestre che ha elaborato i dati di Eurostat: ad esclusione di Danimarca (47,4%), Svezia (36,8%) e Finlandia (30,5%) - che hanno sempre avuto una pressione tributaria alta, ma con servizi pubblici e livelli di welfare non riscontrabili in quasi nessun altro Paese d'Europa - l'Italia e' al quarto posto con una percentuale del 30,2: +1,3% sul 2011.

La pressione tributaria, sottolinea la Cgia, consente di misurare il carico fiscale ed e' un rapporto dove al numeratore ci sono le imposte, le tasse e i tributi versati, mentre al denominatore c'e' il Pil. Si distingue dalla pressione fiscale perche' al numeratore non c'e' il gettito contributivo che ormai attiene al criterio del beneficio legato al previsto ritorno in termini pensionistici. Se il Regno Unito registra una pressione tributaria (28,6%) di 1,6 punti inferiore alla nostra, in Francia il carico tributario (27,9%) e' minore di 2,3 punti ed in Germania (23,6%) addirittura di 6,6 punti. Rispetto alla media dell'Unione europea (26,5%), in Italia il peso delle tasse, delle imposte e dei tributi sul Pil e' di 3,7 punti percentuali in piu' e addirittura superiore di 4,5 punti della media dei Paesi dell'area dell'Euro (25,7%).

''Con un livello di tassazione del genere - osserva Giuseppe Bortolussi, segretario Cgia di Mestre - dovremmo ricevere una quantita' di servizi con livelli di qualita' non riscontrabili altrove. Invece, tolta qualche punta di eccellenza che registriamo in tutti i settori, la giustizia civile funziona poco e male, il deficit delle nostre infrastrutture materiali ed immateriali e' spaventoso, in molte regioni del Sud la sanita' e' al collasso, senza contare che la nostra Pubblica amministrazione presenta ancora livelli di inefficienza non giustificabili''.

Ma, secondo Bortolussi, c'e' un'altra cosa da sottolineare: ''Se in Italia le tasse continuano ad aumentare e negli ultimi due anni il debito pubblico sul Pil e' passato dal 120 a quasi il 130% e dall'inizio della crisi i disoccupati sono aumentati di circa un milione e mezzo, forse c'e' qualcosa che non va. Dobbiamo assolutamente invertire la rotta, alleggerendo il carico fiscale su cittadini ed imprese, condizione necessaria per far crescere la domanda interna e, molto probabilmente, anche l'occupazione''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni