Percorso:ANSA.it > Economia > News

Spread scende a 320, borsa Europa piatta

Lingotto maglia nera: 'Nessun aumento di capitale'

14 dicembre, 22:12
Operatori di borsa
Operatori di borsa
Spread scende a 320, borsa Europa piatta

Borse europee sempre calme dopo la diffusione dei principali dati macroeconomici statunitensi di giornata, in particolare i prezzi al consumo e la produzione industriale. Con Wall street in avvio negativa, l'indice Ftse Mib di Piazza Affari cresce dello 0,1% e tutti i mercati azionari del vecchio continente che ondeggiano attorno alla parità. A Milano rimane debole Fiat (-2,4%) e Telecom cede l'1,2%. In genere positive le banche, con la Bpm che sale di oltre due punti percentuali.

Fiat resta maglia nera tra le blue chip in Borsa dopo le immatricolazioni in Europa. Non esiste alcun progetto di aumento di capitale. Lo precisa la Fiat smentendo la notizia riportata oggi dal Messaggero e dal Mattino. L'azienda sottolinea inoltre che "non c'é necessità di ricorrere ad un aumento di capitale".

Lo spread tra il Btp e il Bund tedesco scende fino a sfiorare i 320 punti base. Il premio di rendimento è sceso fino a 320,5 e viaggia ora a circa 321,5 punti base. Il tasso sul decennale, anch'esso in calo da 4,64% di ieri, é al 4,56%.

WALL STREET CHIUDE NEGATIVA, DJ -0,27%, NASDAQ -0,70% - Chiusura in territorio negativo per Wall Street. Il Dow Jones perde lo 0,27% a 13.135,01 punti, il Nasdaq cede lo 0,70% a 2.971,33 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno lo 0,41% a 1.413,61 punti.

ASIA POSITIVA CON MINIYEN E METALLI, TOKYO STABILE  - Il deprezzamento dello yen ed il rialzo delle quotazioni dei metalli hanno spinto le principali borse di Asia e Pacifico, con Tokyo stabile (-0,05%) e Shanghai (+4,32%) in grande spolvero dopo i dati sulla ripresa della produzione cinese. In calo Taiwan (-0,75%) e Seul (-0,39%), stabile Sidney (+0,01%). Positivi i future sull'Europa e su Wall Street, in vista di una serie di dati Usa che vanno dall'indice dei prezzi al consumo alla produzione industriale. In rialzo i grandi esportatori di prodotti elettronici del calibro di Sharp (+7,6%), Fujitsu (+6,84%) e Citizen (+5,11%). Cauti produttori di auto dopo i risultati sulle vendite in Europa. Toyota ha chiuso invariata, mentre Mitsubishi ha ceduto l'1,15% e Nissan (-0,38%). Bene gli estrattivo-minerari Silver Lake (+3,27%) e Atlas Iron (+2,96%) a Sidney.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni