Percorso:ANSA.it > Economia > News

Grecia: paese paralizzato per 48 ore

In corso sciopero generale, il quarto dall'inizio del 2012, contro il pacchetto di austerità

07 novembre, 01:32
Una recente manifestazione ad Atene
Una recente manifestazione ad Atene
Grecia: paese paralizzato per 48 ore

ATENE  - Oggi e domani la Grecia sarà completamente paralizzata da uno sciopero generale - il quarto dall'inizio dell'anno - indetto dai due maggiori sindacati del Paese in segno di protesta contro il pacchetto sulle misure di austerità richieste dalla troika (Ue, Bce e Fmi) che comincia stamani il suo iter parlamentare con un dibattito in Commissione Finanze. L'astensione dal lavoro è estesa in pratica a tutte le categorie: scuola, sanità, trasporti, banche, ministeri, amministrazioni locali, farmacie, avvocati, magistrati, giornalisti. Per tre ore, dalle 10:00 alle 13:00 incroceranno le braccia anche i controllori di volo degli aeroporti greci ed il Paese resterà così isolato dal resto del mondo mentre molte compagnie aeree sono state costrette a modificare i piani di volo dei loro velivoli.

PACCHETTO MISURE AUSTERITA' OGGI IN PARLAMENTO - Comincia questa mattina, davanti alla Commissione Finanze del Parlamento, il dibattito sul disegno di legge che prevede una lunga serie di misure di austerità, con tagli di bilancio per 13,5 miliardi per il biennio 2013-2014, richieste dai rappresentanti della troika (Fmi, Ue e Bce) in cambio della nuova tranche di aiuti alla Grecia per 31,5 miliardi di euro. Il dibattito si sposterà quindi in aula domani mattina e l'iter del ddl si concluderà in nottata con la votazione. Frattanto, al termine di una lunga riunione durata sino alle prime ore di questa mattina, il Comitato Centrale di Sinistra Democratica (Di.Mar), il terzo partito della coalizione governativa, ha approvato con 77 voti a favore e 13 contrari la proposta del proprio leader Fotis Kouvelis in base alla quale i deputati del Di.Mar, durante la votazione del ddl sulle misure di austerità saranno presenti nell'aula parlamentare ma non prenderanno parte alla votazione. Per per quanto riguarda invece il bilancio dello Stato, che dovrebbe essere messo ai voti la notte di domenica 11 novembre, i parlamentari di Sinistra Democratica voteranno a favore. Durante l'agitata riunione, secondo fonti giornalistiche, quasi un terzo (26) dei componenti del Comitato Centrale avrebbero chiesto a gran voce che i deputati del Di.Mar votassero compatti a favore sia del bilancio sia del pacchetto delle misure di austerità, sostenendo che "il partito deve portare sino in fondo l'impegno assuntosi con la decisione di partecipare al governo di coalizione". Ma la loro richiesta è rimasta inascoltata.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni