Percorso:ANSA.it > Economia > News

Borsa Milano in calo: è la peggiore d'Europa

Piazza Affari chiude a -0,23%. Spread sale

02 novembre, 23:14
Operatori alla Borsa di Milano
Operatori alla Borsa di Milano
Borsa Milano in calo: è la peggiore d'Europa

Ultima seduta di settimana con il freno a mano tirato per Piazza Affari, che ha chiuso in leggero ribasso e per qualche frazione è stata la peggiore di tutte le Borse europee: l'indice Ftse Mib ha segnato una perdita dello 0,23% a 15.769 punti, l'Ftse All Share un ribasso dello 0,20% a quota 16.685.

 

Lo spread tra il Btp e il Bund tedesco riprende quota e sale a 349 punti base dopo essere sceso fino a 341 sulla scia dei dati Usa sull'occupazione. Il tasso del decennale è in rialzo al 4,94%. Il differenziale della Spagna è in crescita a 421 punti base col tasso sui Bonos al 5,66%.

MALE TELECOM ITALIA SU TRIMESTRALE DEUTSCHE, DEBOLE FIAT - Vendite piuttosto consistenti su Telecom Italia, che ha accusato soprattutto lo scivolone a Francoforte di Deutsche Telekom dopo una trimestrale del gruppo tedesco molto peggiore delle previsioni degli analisti: il gruppo delle Tlc italiano ha ceduto il 2,04% finale a 0,69 euro. Deboli anche le società operative del Lingotto in un giorno di crescita per i titoli dell'auto in Europa: Fiat Industrial ha ceduto il 2,21% mentre Fiat spa ha contenuto le perdite nel finale con un calo dello 0,86%. Exor ha invece segnato un rialzo dello 0,53%.

TIENE SETTORE CREDITO, CORRONO MPS E MEDIOBANCA - Non sono state le banche ad appesantire particolarmente Piazza Affari, come in genere avviene quando Milano fa peggio dell'Europa: il Monte dei Paschi è anzi stato il migliore tra i titoli a elevate capitalizzazione, segnando un aumento finale del 3,67% a quota 0,22 euro, mettendo un freno a sei sedute consecutive di calo. Bene anche Mediobanca (+2,55%) dopo un report positivo di Equita, mentre si è mossa molto più cauta Unicredit, in rialzo dello 0,23%. Lieve calo invece per Intesa SanPaolo (-0,63%).

MEDIASET SMENTISCE AUMENTO CAPITALE E CRESCE, GIU' MAIRE - La seduta iniziata in chiaro ribasso è stata conclusa da Mediaset in leggero aumento (+0,22% a 1,37 euro) dopo che il gruppo televisivo ha smentito "categoricamente ogni ipotesi sia di spin off societari sia di aumento di capitale" dopo ipotesi di stampa sulla nascita di una 'newco' con l'obiettivo in particolare di ridurre l'indebitamento. Molto debole invece Maire Tecnimont dopo le ipotesi di aumento di capitale, riprese anche in un report di Banca Akros: il titolo è crollato del 5,16% a un prezzo di 0,53 euro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni