Percorso:ANSA.it > Economia > News

Crollo mutui per la casa in tre mesi -47%

In calo pure le erogazioni di credito al consumo

09 luglio, 20:36
Mutui casa
Mutui casa
Crollo mutui per la casa in tre mesi -47%

Crolla nel primo trimestre del 2012 l'erogazione di mutui. Il calo è a doppia cifra (-47%) e si accompagna anche all'ulteriore frenata del credito al consumo (-2,2% nel 2011 e -11% nei primi tre mesi del 2012). A scattare la fotografia è la 32esima edizione dell'Osservatorio sul Credito al Dettaglio di Assofin, CRIF e Prometeia in cui si evidenzia anche che, solo nel 2014, il credito al consumo dovrebbe tornare a crescere, pur se a ritmi modesti (+1,4%).

La "perdurante incertezza" dettata "dalla crisi economica e finanziaria ancora irrisolta e da un clima di fiducia che resta su valori minimi", si sottolinea nel rapporto, ha fatto precipitare anche il comparto dei prestiti finalizzati all'acquisto di autoveicoli e motocicli erogati ai privati presso i concessionari che è passato dal -9,9% di fine 2011 al -19,8% del primo trimestre di quest'anno, scontando il crollo delle immatricolazioni. E la stessa cosa è avvenuta per l'arredamento, l'elettronica e gli elettrodomestici, con un giro di vite sui finanziamenti nel 2011 (-5,8%) e, soprattutto, nel primo trimestre 2012 (-11%).

Quanto ai prestiti per la casa sono, soprattutto, gli altri mutui (per ristrutturazione, liquidità, consolidamento del debito, surroga e sostituzione) a subire una flessione netta: dopo il -24,9% del 2011, nei primi tre mesi del 2012la contrazione è dell'80% rispetto allo stesso periodo del 2011. Tale risultato è dovuto principalmente al crollo delle surroghe, operazioni naturalmente poco attraenti e, dunque, non richieste in fase di tassi in crescita.

L'atteggiamento di massima cautela delle famiglie è testimoniato anche dalla bassa quota di mutui con Loan to Value ratio oltre l'80% dell'immobile finanziato che, nel 2011, ha riguardato appena il 5% circa dei flussi totali dopo l'11% raggiunto nel periodo antecedente la crisi e dall'aumento della quota di nuovi mutui con durata superiore a 26 anni (pari al 42% del totale). Inoltre, il clima di incertezza ha spinto a scegliere soluzioni e formule che tutelino contro eventuali futuri innalzamenti dei tassi: aumentano infatti le quote dei mutui a tasso misto e fisso (entrambe al 27% nei primi tre mesi del 2012), anche se circa il 50% delle erogazioni complessive (nel 2011 e il 46% nel primo trimestre 2012) risulta essere ancora a tasso variabile.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni