Percorso:ANSA.it > Economia > News

La rabbia dei ministeriali: "E i tagli ai manager?"

La spending review vista dai travet: pagano sempre gli stessi

05 luglio, 16:43
Ministero Economia
Ministero Economia
La rabbia dei ministeriali: "E i tagli ai manager?"

di Domenico Palesse

Infuriati, avviliti, amareggiati. I travet non ci stanno a pagare la crisi. Loro, per anni additati come "i garantiti", i fortunati del "posto fisso", ora devono fare i conti con la pesante scure della spending review. Ed il mantra all'uscita dal ministero dell'Economia è unanime: "colpiscono sempre gli stessi, quando invece dovrebbero guardare in alto, non chi prende 1.200 euro al mese".

Al ministero di via XX Settembre l'aria è tesa, e lo dimostrano le facce scure delle decine di dipendenti che escono per la pausa pranzo. Proprio li si sta decidendo quanto e come tagliare. Pure per le loro buste paga. Tutti, o quasi, tentano di dribblare le domande dei cronisti, ma poi allontanandosi tornano a chiacchierare di quello che sta accadendo. "Siamo stufi, non ci va più di parlare - dice Stefania, a via XX Settembre ormai da 25 anni - Abbiamo mandato decine di mail, comunicati e dichiarazioni, ma mai nessuno ci ha dato ascolto". "Qui dentro - dicono dalla portineria - ci sono 5.800 persone tutte col coltello fra i denti".

"Da quando sono qui non ho mai vissuto una situazione del genere", dice Paolo, dipendente ministeriale dal 1987 con una separazione alle spalle, due figli ed una nuova compagna. "Anche lei - spiega è una dipendente statale, lavora come insegnante. Stiamo vivendo momenti molto brutti, non possono colpire la pubblica amministrazione in questo modo, ci vuole una rivolta. Dobbiamo unirci tutti e far sentire la nostra voce".

Giuseppe, invece, da nove anni dirige un ufficio che si occupa di liquidare cittadini che hanno diritto ad alcuni rimborsi. "Io gestisco un ufficio con 30 persone, ma fino a tre anni fa ne avevo molte di più - spiega - Se continueranno a tagliare, dove finiremo? Non riusciremo più a stare dietro alle pratiche e a risentirne saranno solo e soltanto i cittadini. Pensi che siamo a giugno ed ho quasi finito i soldi previsti dal bilancio per poter liquidare i cittadini che, soprattutto in questo periodo, hanno molto bisogno di questi soldi". "In questo modo non si tagliano gli sprechi - continua - bisogna colpire veramente dove ce n'é bisogno".

Antonio, da 20 anni al Ministero, è sposato con quattro figli e "a stento" riesce ad arrivare a fine mese. "Sono d'accordo con i tagli, ma mirati, chirurgici, non senza senso - afferma -. E' facile sparare ai piccioni sul davanzale, più difficile è colpire gli uccelli che volano alto". "Fino a ieri Monti mi stava anche simpatico - rincara la dose Stefania - ma ora ho cambiato idea. Ad essere colpiti non possono essere poveri dipendenti che prendono 1.200 euro al mese, ma i dirigenti che in busta paga prendono almeno cinquemila euro. Perché non tagliano loro? E che senso ha continuare a indire concorsi per dirigenti quando ce ne sono molti senza personale qui al ministero dell'Economia? Bisogna finirla di dare poltrone ai figli dei figli".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni