Percorso:ANSA.it > Economia > News

Dl Sviluppo: 'Risorse fino a 80 mld', tagli a P. Chigi e Tesoro

Al 50% sgravi ristrutturazioni. Rimborsi veloci per processi lunghi. Sa-Rc terminata entro 2013

17 giugno, 12:00
Passera: entro 2013 completare la Sa-Rc
Passera: entro 2013 completare la Sa-Rc
Dl Sviluppo: 'Risorse fino a 80 mld', tagli a P. Chigi e Tesoro

Il Governo, con in testa il ministro Corrado Passera, rilancia la propria iniziativa dopo le accuse di inerzia giunte nelle scorse settimane, e lo fa con un maxi decreto che mira a rilanciare lo sviluppo dell'economia reale italiana e che potrebbe rappresentare una svolta anche dal punto di vista della credibilità dei nostri Conti pubblici. Se infatti le misure del decreto attiveranno 70-80 miliardi di investimenti preconizzati da Passera, con conseguente incremento del Pil, anche il debito pubblico sarà considerato sostenibile dai mercati finanziari, e magari caleranno anche tassi e spread. All'Assemblea dei giovani di Confindustria, la settimana scorsa, Passera aveva detto che per rilanciare la crescita non serviva "l'ideona": e infatti il decreto, con i suoi 61 articoli, è fatto di una serie di misure che insistono su una tastiera ampia. Si va dai settori tradizionalmente trainanti, come edilizia e costruzioni, a quelli più innovativi, come il digitale e la green economy. Insomma, ha commentato il premier Mario Monti, un pacchetto "organico e robusto".

Un decreto, ha aggiunto Passera ricco di "riforme strutturali di lungo periodo", come quelle che anche oggi il direttore della Bundesbank Jens Weidmann, ha chiesto all'Italia di "implementare". I 70-80 miliardi che verrebbero "mobilitati" sono in minima parte soldi pubblici. La scommessa di Passera è che le misure inducano i privati a investire, innescando un progressivo circuito di fiducia. L'aumento al 50% delle deduzioni per le ristrutturazioni edilizie, per esempio, dovrebbe indurre le famiglie a usare i risparmi per migliorare quello che è l'investimento più sicuro, cioé la propria abitazione. Altro settore, tradizionale volano anticiclico, sono le costruzioni: il decreto lancia i project bond, e cioé il finanziamento di infrastrutture con capitali privati, che vedrebbero in questo investimento buone prospettive di remunerazione.

Ma si punta anche all'innovazione, con il credito di imposta per le assunzioni di giovani qualificati: una misura fiscale che le imprese intascano subito e automaticamente, e che in più crea occupazione stabile e qualificata. Incentivi anche per le aziende della green economy (in questo momento tra le più dinamiche) che assumono under 35 e giovani laureati. E ancora misure per i porti, l'agricoltura, la difesa del territorio, e per l'Agenda digitale. Senza contare le norme sulla giustizia civile e sul diritto fallimentare attese dalle imprese. L'altra novità è il ritorno a una politica industriale dopo gli anni di Tremonti. Tutte le attuali 43 leggi con incentivi all'industria sono cassate, per dar vita ad un unico Fondo rotativo con un budget annuo di 2 miliardi che servirà a incentivare i settori che saranno considerati strategici. "Sulla crescita - ha insistito Monti - non abbiamo mai pensato ad una 'fase uno' e ad una 'fase due'; fin dall'inizio é stata la fondamentale preoccupazione del governo".

E anche Passera ha ricordato le misure pro-crescita nei precedenti decreti: "non c'é stato nessun decreto senza una forte componente di contributo alla crescita". La parola passa ora al Parlamento, con i partiti di maggioranza che oggi hanno espresso apprezzamento seppur con alcune riserve nel Pdl e una certa freddezza del Pd che, prima di promuovere il Governo, chiede tramite il suo segretario Bersani di "capire" i contenuti al di là dei titoli. Decisamente positivo, invece, il giudizio di Confindustria che ritiene il decreto "utile per lo sviluppo. In particolare - si legge in una nota di viale Astronomia - apprezziamo le misure in materia di infrastrutture, di project bonds, di efficienza energetica e riqualificazione degli edifici".(

Ecco in detaglio cosa prevede la bozza del decreto legge sullo sviluppo

NO IMU 3 ANNI PER IMPRESE EDILI, VALE 35 MLN - Arriva l'esclusione dall'Imu, per un periodo non superiore a tre anni dall'ultimazione dei lavori, degli immobili delle imprese, il cosiddetto magazzino, fabbricati costruiti e destinati alla vendita. Lo prevede la bozza in entrata del dl sviluppo e dovrebbe svincolare 35 milioni di euro.

SU WEB CONTRIBUTI A IMPRESE OLTRE 1.000 EURO  - Sovvenzioni, contributi e sussidi alle imprese e l'attribuzione di compensi a persone ed imprese per forniture, servizi, incarichi e consulenze ad enti pubblici e privati, di importo complessivo superiore a 1.000 euro nel corso dell'anno solare, sono soggetti alla pubblicità su internet. Lo prevede la bozza del dl sviluppo.

AL 50% DETRAZIONE RISTRUTTURAZIONI FINO 2013 
- Passa dal 36% al 50% la quota di detrazione Irpef per le ristrutturazioni, fino al 30 giugno 2013.

ARRIVA FONDO PER DISTRIBUIRE ALIMENTI A POVERI
- Viene istituito all'Agenzia per le erogazioni in agricoltura un fondo per il finanziamento dei programmi nazionali di distribuzione di derrate alimentari alle persone indigenti nel territorio della Repubblica Italiana. Le derrate alimentari sono distribuite agli indigenti mediante organizzazioni caritatevoli.

PROROGA ENTRATA IN VIGORE SISTRI A FINE 2013
- Si proroga al 31 dicembre 2013 il termine per l'entrata in vigore del Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (Sistri) al fine di consentire la prosecuzione delle attività necessarie per la verifica del funzionamento del sistema.

ARRIVA CABINA REGIA PER PIANO CITTA' - Il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti predisporrà un piano nazionale per le città, dedicato alla riqualificazione di aree urbane con particolare riferimento a quelle degradate. A tal fine sarà istituita una Cabina di regia composta, tra gli altri, da due rappresentanti del Ministero delle Infrastrutture, di cui uno con funzioni di presidente e da un rappresentante del Ministero dell'Economia e del Ministero dello Sviluppo economico.

RINVIO PROVVEDIMENTO STOP TAXI ABUSIVI E NCC - Viene prorogata al 31 dicembre 2012 l'emanazione del decreto che avrebbe dovuto adottare disposizioni tese ad impedire pratiche di esercizio abusivo del servizio taxi e del servizio di noleggio con conducente.

CREDITO IMPOSTA PER OCCUPAZIONE QUALIFICATA  - Arriva il credito di imposta per le nuovi assunzioni a tempo indeterminato di personale altamente qualificato. L'aliquota del beneficio e' pari al 35% delle spese aziendali con un vincolo di assunzione per almeno 3 anni. Alla misura sono destinati 50 milioni di euro l'anno; si dovrebbero creare 4 mila nuove assunzioni.

ARRIVA IL 'DOP' ANCHE PER IL PESCE - Arriva una sorta di Dop per il pesce pescato in ITalia, ivi compreso in impianti di acquacultura. Lo prevede la bozza del dl sviluppo all'esame del Cdm. I negozi e i banchi di pesce "possono utilizzare nelle etichette, la dicitura 'prodotto italiano' o altra indicazione relativa all'origine italiana o alla zona di cattura più precisa di quella obbligatoriamente prevista" dalle attuali leggi. Questa facoltà vale solo per il pesce acquistato direttamente da imprese di pesca o di acquacoltura.

PER AZIENDE IN CRISI SI' CONCORDATO PREVENTIVO
- Le aziende colpite dalla crisi, ma che hanno comunque prospettive di ripresa, non saranno obbligate a dichiarare il fallimento ma potranno ricorrere direttamente al concordato preventivo. E' quanto prevede la bozza del decreto Sviluppo all'esame del Cdm. Il ricorso diretto al concordato preventivo consente la continuità dell'attività dell'impresa ivi compreso il mantenimento dei contratti di fornitura con la P.a.

FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER GREEN ECONOMY - Finanziamenti agevolati alle aziende che investono in progetti di "green economy" e che assumono a tempo indeterminato under 35 e giovani laureati come meno di 28 anni. Lo prevede la bozza del dl sviluppo all'esame del Cdm. I finanziamenti a tasso agevolato saranno concessi agli investimenti in quattro campi: protezione del territorio; biocarburanti di 'seconda e terza generazione'; tecnologie nel solare, biomasse, biogas e geotermia; incremento dell'efficienza energetica.

IN DL NORME IMPORTANTI PER SETTORE ENERGIA  - "Nel decreto legge per lo Sviluppo che stiamo finalizzando in questi giorni sono contenute norme importanti per lo sviluppo del settore energetico a beneficio dei consumatori". Lo afferma il ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera in un messaggio inviato all'apertura del Festival dell'Energia in corso a Perugia fino al 17 giugno. "I decreti per l'incentivazione all'energia rinnovabile elettrica che saranno pubblicati a breve - osserva Passera - e quello in preparazione per le rinnovabili termiche e l'efficienza energetica sosteranno fortemente gli investimenti". Inoltre, aggiunge il ministro, "il governo guarda con attenzione a spunti per la definizione dei prossimi interventi di politica energetica, fondamentali per far ripartire l'innovazione e la crescita del Paese".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni