Percorso:ANSA.it > Economia > News

A Marsiglia vertice in formato G8 su sostegno a primavera araba

Punto su partenariato Deauville. Invitati delegati Cnt Libia

10 settembre, 12:32
I ministri delle Finanze
I ministri delle Finanze
A Marsiglia vertice in formato G8 su sostegno a primavera araba

MARSIGLIA - Dopo l'impegno preso nel vertice di Deauville, lo scorso maggio, i Paesi del G8 si riuniscono oggi a Marsiglia per fare il punto sull'aiuto ai Paesi della cosiddetta 'primavera araba' e sull'avanzamento delle riforme della governance. Con un invitato speciale: i rappresentanti del Consiglio di transizione libico, che sperano di veder allargato anche a loro il piano di sostegno.

Al vertice, che segue quello del G7 finanziario di ieri, sono presenti i rappresentanti di tutto gli organismi coinvolti nel 'partenariato di Deauville': gli otto grandi, la Commissione europea, i Paesi arabi destinatari dell'aiuto e i loro vicini (Tunisia, Egitto, Marocco e Giordania), e le istituzioni finanziarie sovranazionali che partecipano al progetto (tra cui le banche di sviluppo europea, africana e islamica, il Fondo monetario internazionale e due soggetti collegati alla Banca Mondiale).

Sul tavolo, in particolare, la questione dello sblocco dei beni appartenenti ai regimi oggi deposti, congelati nei giorni delle rivolte, di cui i nuovi governi attendono il ritorno. Si tratta non solo di denaro e immobili appartenenti agli ex governanti e ai loro entourage, ma anche di ingenti risorse finanziarie e pacchetti azionari in mano ai fondi sovrani. Un tema particolarmente sensibile per i rappresentanti libici, a cui sono già stati promessi a breve termine, dal presidente francese Nicolas Sarkozy, 15 miliardi di euro in beni scongelati. Tra le risorse libiche al momento bloccate ci sono anche partecipazioni in numerose società italiane, tra cui spicca il gruppo Unicredit.

BCE: JUNCKER, ASMUSSEN BUONA SCELTA PER RIMPIAZZARE STARK - Joerk Asmussen, viceministro alle Finanze della Germania, potrebbe essere "una buona scelta" per sostituire Jurgen Stark sulla poltrona di membro tedesco nel board della Bce. Ne è convinto il primo ministro lussemburghese e presidente dell'Eurogruppo, Jean Claude Juncker, secondo quanto riporta Bloomberg.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni