Percorso:ANSA.it > Economia > News

Pressing Sarkozy-Merkel: 'patto per risposta strutturale'

Proposta ai colleghi europei oggi riuniti a Bruxelles

04 febbraio, 17:35

BRUXELLES - La cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese Nicolas Sarkozy, hanno confermato di aver proposto oggi ai colleghi europei un patto per la competitività che contribuisca a dare "una risposta strutturale" alla crisi dell'Eurozona. La conferma è giunta attraverso una dichiarazione congiunta fatta a margine del vertice Ue in corso a Bruxelles, dedicato ufficialmente al tema dell'energia, ma nel quale i leader discuteranno anche della strategia di uscita dalla crisi e degli ultimi sviluppi della situazione tunisina ed egiziana.

Servono ''ulteriori passi'' per rafforzare la governance economica nella zona euro. E' quanto si legge in una bozza di dichiarazione dei leader dell'Eurozona in cui si auspica ''un salto di qualita' nel coordinamento delle politiche economiche, per un maggior grado di convergenza nell'area che hanno un impatto diretto sulla nostra competitivita'''. ''Un coordinamento - si legge ancora - al quale i Paesi non euro saranno invitati a partecipare''. I leader dell'euro danno quindi mandato al presidente della Ue, Herman Van Rompuy, di ''condurre consultazioni con i capi di Stato e di governo della zona euro e di fare una relazione, individuando i passi da compiere in questa direzione''. Questo, ''in stretto contatto col presidente della Commissione europea''.

LEADER EURO,SERVE SALTO QUALITA' COORDINAMENTO  - Servono "ulteriori passi" per rafforzare la governance economica nella zona euro. E' quanto si legge in una bozza di dichiarazione dei leader dell'Eurozona in cui si auspica "un salto di qualità nel coordinamento delle politiche economiche, per un maggior grado di convergenza nell'area che hanno un impatto diretto sulla nostra competitività". "Un coordinamento - si legge ancora - al quale i Paesi non euro saranno invitati a partecipare". I leader dell'euro danno quindi mandato al presidente della Ue, Herman Van Rompuy, di "condurre consultazioni con i capi di Stato e di governo della zona euro e di fare una relazione, individuando i passi da compiere in questa direzione". Questo, "in stretto contatto col presidente della Commissione europea". Nella dichiarazione si sottolineano i progressi compiuti nell'attuazione della strategia finora messa a punto "per preservare la stabilità finanziaria e garantire che la zona euro uscirà più forte dalla crisi". Si ribadiscono dunque i cardini di questa strategia: il pacchetto legislativo per rafforzare la govenance economica, gli stress test bancari, l'attuazione del semetre europeo. Si ribadisce poi come in marzo ci sarà una valutazione sui progressi sia per quel che riguarda i piani di Grecia e Irlanda, sia per quel che riguarda le misure prese dai Paesi dell'euro per rafforzare le finanze pubbliche e le prospettive di crescita. Ci saranno - confermano i leader dell'Eurozona - anche "proposte concrete" dell'Eurogruppo per rafforzare l'attuale Fondo salva-Stati, "così da assicurare la necesaria flessibilità e capacità finanziaria, in modo da fornire un sostegno adeguato" ai Paesi in difficoltà. In marzo dovranno essere pronti anche tutti i dettagli del futuro Fondo anticrisi permanente, per costituire il quale sarà necessaria una limitata modifica del trattato Ue

SARKO'-MERKEL CHIEDONO SUMMIT STRAORDINARIO A MARZO - Il presidente francese, Nicolas Sarkozy, e la cancelliera tedesca, Angela Merkel, chiedono che si svolga un summit straordinario della zona euro a primi di marzo per mettere a punto il Patto per la competitività proposto oggi da Parigi e Berlino alle altre capitali europee.

Merkel e Sarkozy sono determinati ad andare avanti "mano nella mano". E' l'espressione usata dallo stesso presidente francese nel corso della dichiarazione fatta a margine del Consiglio Ue insieme alla cancelliera tedesca. Merkel e Sarkozy hanno affermato come sia giunta l'ora di passare dalle misure per affrontare l'emergenza ad una fase in cui si dovrà rafforzare la cooperazione economica tra i Paesi della zona euro. "Il 2010 - ha detto la cancelliera - è stato un anno movimentato e vogliamo che il 2011 sia quello della fiducia ritrovata". "Vogliamo - ha proseguito - realizzare un Patto per la competitività tra i Paesi della zona euro a cui potranno partecipare anche gli altri Paesi europei che lo vogliono". "E ci dovremo mettere d'accordo prima del Consiglio europeo di marzo - ha concluso - con l'obiettivo di dimostrare che l'Europa vuole essere più che mai competitiva". Il presidente francese si è detto pienamente d'accordo: "Francia e Germania lavorano insieme, mano nella mano, per difendere l'euro. E sono d'accordo su un piano strutturale che affronti tutte le sfide che l'Europa ha di fronte. Le misure urgenti per affrontare le situazioni urgenti si sono mostrate efficaci - ha proseguito Sarkozy - ma ora serve una risposta strutturale, puntando a un'integrazione più forte e a un coordinamento più forte delle politiche economiche".

 

 

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni