Percorso:ANSA.it > Economia > News

Nucleare, Consulta: serve il parere delle Regioni

Plauso dei governatori alla sentenza. Saglia: confermato l'impianto della legge

03 febbraio, 09:54

ROMA - Si complica ancora la strada del ritorno dell'Italia all'atomo. Dopo il via libera al referendum, la Corte Costituzionale ha bocciato parte del decreto attuativo della legge sul nucleare, imponendo un ''adeguato coinvolgimento'' delle Regioni in cui si intende costruire una centrale.

Un giudizio cui, da Nord a Sud, hanno plaudito i governatori ma che non impensierisce troppo il governo, visto che, secondo il sottosegretario allo Sviluppo economico, Stefano Saglia, la sentenza conferma sostanzialmente l'impianto della legge. Accogliendo le obiezioni sollevate in un ricorso di Toscana, Puglia ed Emilia Romagna, la Consulta ha in particolare dichiarato l'illegittimita' dell'articolo 4 del decreto attuativo della legge delega nella parte in cui non prevede che la Regione, prima dell'intesa con la Conferenza unificata, possa esprimere il proprio parere sul rilascio dell'autorizzazione unica per la costruzione e l'esercizio degli impianti nucleari. D'ora in avanti, in attuazione del principio di ''leale collaborazione'' tra centro e periferia dello Stato, sara' quindi necessario un parere obbligatorio, seppure non vincolante, della Regione interessata, distinto da quello degli altri enti territoriali espressi dalla Conferenza unificata. Piu' che soddisfatti i governatori interessati, a partire dal presidente della Puglia, Nichi Vendola, avversario dichiarato del nucleare. Questo governo, afferma, e' ''il piu' centralista della storia dell'Italia, sbandiera un federalismo che al momento odora piu' di secessione''. Contro l'atomo si schiera anche Enrico Rossi, governatore della Toscana, che scommette piu' sulle rinnovabili che su ''una tecnologia vecchia e rischiosa''. Secondo il presidente dell'Emilia Romagna e della Conferenza delle Regioni Vasco Errani, la Consulta indica la via ''della concertazione e di un necessario coinvolgimento che fino a oggi e' mancato. Mi auguro - ha commentato - che questa sentenza sia l'occasione per cambiare strada''. Anche secondo Legambiente la Corte costituzionale dimostra che ''la via decisionista non paga'', mentre preoccupate si dicono le imprese. ''Sui siti - ha detto il presidente di Assoelettrica Giuliano Zuccoli - confidiamo che ci possa essere un chiarimento perche' bisogna arrivare a capire dove dobbiamo collocare le centrali italiane, superando la sindrome Nimby'', (not in my back yard, non nel mio giardino). Piu' ottimista e' invece Saglia che sottolinea come il parere delle Regioni non sara' vincolante e come la Consulta abbia in realta' confermato che ''l'impianto del decreto e' valido'' rigettando tutte le altre questioni sollevate. Il sottosegretario assicura infine che il governo punta ad ''un dialogo costruttivo con gli enti locali'' e non ad imporre il nucleare ''manu militari''.

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni