Percorso:ANSA.it > Economia > News

Rai: via ai compensi nei titoli di coda

E' quanto prevede l'emendamento approvato dalla Commissione di Vigilanza

09 giugno, 23:28
Il cavallo di viale Mazzini
Il cavallo di viale Mazzini
Rai: via ai compensi nei titoli di coda

ROMA - I compensi dei conduttori Rai e degli ospiti, i costi dei format dei programmi di servizio pubblico, compresi trasmissioni di approfondimento e tg, saranno trasmessi nei titoli di coda dei programmi tv. Saranno trasmessi anche i compensi dei conduttori dei programmi non di servizio pubblico. E' quanto prevede l'emendamento approvato dalla Commissione di Vigilanza con i voti di maggioranza e opposizione.

L'emendamento al Contratto di servizio, presentato dal capogruppo del Pdl, Alessio Butti, è stato approvato all'unanimità dopo una lunga discussione in Commissione di Vigilanza. L'opposizione ha chiesto che la trasparenza dei compensi venisse estesa anche agli altri programmi, tra cui i telegiornali. In particolare ha chiesto che fossero resi noti i compensi di tutti conduttori e i costi dei format di servizio pubblico.

Il presidente, Sergio Zavoli, ha proposto che sul sito Rai venissero pubblicati tutti i compensi, ritenendo la misura "piu' equa e meno demagogica". Zavoli ha anche sottolineato la difficoltà di definire i programmi di servizio pubblico, definendo "indecenti" e non rientranti in questa categoria alcuni programmi del pomeriggio della Rai. "I programmi si servizio pubblico sono definiti dalla contabilità separata - ha spiegato Butti - Spetterà poi alla Rai, anche nell'ambito delle regole di mercato, come comportarsi in merito alla trasparenza".

"Esprimo la mia grandissima soddisfazione", dice il ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione Renato Brunetta. "Rivolgo pertanto un plauso convinto all'ottimo lavoro svolto dal senatore proponente Alessio Butti e dal direttore generale della Rai Mauro Masi. Si sono infatti garantite - aggiunge - le necessarie premesse per quella grande Operazione Trasparenza sulla Rai che avevo più volte sollecitato e che sono felice abbia trovato un unanime riscontro".

Il direttore generale della Rai, Mauro Masi, non parteciperà domani all'audizione prevista in Commissione di Vigilanza. Lo conferma all'Ansa il presidente, Sergio Zavoli.

La Commissione di Vigilanza ha approvato all'unanimità il parere al contratto di servizio 2010-2012 tra Rai e ministero dello Sviluppo economico, obbligatorio ma non vincolante. Il testo, che contiene alcuni emendamenti allo schema trasmesso dal ministero, sarà ora sottoposto al vaglio delle parti.

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni