Percorso:ANSA.it > Mondo > News

Watergate a Pechino, Bo Xilai spiava Hu

Al centro della vicenda ancora il superpoliziotto Wang

26 aprile, 19:17
Bo Xilai
Bo Xilai
Watergate a Pechino, Bo Xilai spiava Hu

di Beniamino Natale

PECHINO - Con una nuova, improvvisa svolta, il giallo politico che per la prima volta in 20 anni ha fatto tremare gli equilibri politici di Pechino ha assunto i contorni di un Watergate cinese. Come quarant'anni fa il presidente americano Richard Nixon, il carismatico leader comunista della metropoli di Chongqing, Bo Xilai, sarebbe caduto non per una torbida storia di omicidio bensi' per aver fatto intercettare le comunicazioni di tutti i principali leader cinesi, tra cui il ''numero uno'', il presidente e segretario del Partito Comunista Hu Jintao. A rivelarlo e' stato il New York Times che afferma di aver raccolto ''dozzine di testimonianze'' che confermano le indiscrezioni uscite nei giorni scorsi e regolarmente ascritte a fonti anonime, filtrate sulla stampa di Hong Kong. Secondo il quotidiano, a determinare la caduta di Bo non sarebbe stata quindi la vicenda di Neil Heywood, l' ambiguo consulente d' affari britannico che sarebbe stato ucciso su ordine di Gu Kailai, l' ambiziosa moglie di Bo Xilai, come si e' pensato fino a questo momento, ma la scoperta della vasta rete di spionaggio interno messa in piedi da Bo. Al centro della scena - e non potrebbe essere altrimenti - continua ad esserci Wang Lijun, il 52enne ex potente capo della polizia di Chongqing che il 6 febbraio scorso si e' presentato al Consolato americano di Chengdu chiedendo invano asilo politico e raccontando ''qualcosa di grosso'' ai diplomatici americani. Dopo che la sua richiesta e' stata respinta, Wang e' stato preso in consegna dalle autorita' cinesi secondo le quali sta ''collaborando'' con gli investigatori. Sarebbe stato proprio Wang - che era legato da anni a doppio filo a Bo Xilai, al quale deve la sua carriera - a mettere a punto una vasta rete di spionaggio elettronico con la scusa della lotta alla criminalita'. Li Jun, un imprenditore di Chongqing fuggito all' estero l' anno scorso, ha dichiarato che ''al telefono nessuno osava pronunciare i nomi di Bo Xilai e Wang Lijun''. Bo, secondo un altro testimone, ''voleva sapere con precisione tutto quello che dicevano di lui gli altri leader''. In gennaio, collaboratori di Hu Jintao inviati a Chongqing ad indagare sui metodi di Bo, hanno scoperto che le loro conversazioni con il ''numero uno'' venivano ascoltate da Wang e dai suoi uomini. Vistisi scoperti, Bo e Wang avrebbero cercato di salvarsi accusandosi l'un l'altro, in un crescendo di accuse e minacce che si e' concluso con la fuga di Wang nel Consolato americano. Qualsiasi sia la verita', la vicenda ha messo a nudo le divisioni e la mancanza di fiducia reciproca che esistono tra i dirigenti cinesi, che hanno posto grande attenzione nel presentarsi al pubblico come un gruppo saldamente unito nel perseguimento dei suoi obiettivi di modernizzazione guidata del Paese. Fino all'esplosione dello scandalo, Bo, 62 anni, era considerato tra i possibili membri del nuovo Comitato permanente dell'ufficio politico comunista che verra' eletto nel 18esimo Congresso del Partito previsto per l' autunno. Un Congresso cruciale, nel quale dovrebbe essere eletta la nuova leadership destinata a guidare la Cina per i prossimi dieci anni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni