Percorso:ANSA.it > Cultura e Tendenze > News

E' morto lo scrittore e poeta Edoardo Sanguineti

Aveva 79 anni. L'intellettuale e' deceduto in ospedale a Genova

19 maggio, 11:24
Edoardo Sanguineti
Edoardo Sanguineti
E' morto lo scrittore e poeta Edoardo Sanguineti

GENOVA - E' morto stamattina all'età di 79 anni il poeta e scrittore genovese Edoardo Sanguineti. L'intellettuale è morto nell'ospedale Villa Scassi, nel capoluogo ligure. Sanguineti è deceduto alle 13,30 all'ospedale di Villa Scassi di Sampierdarena, dopo un intervento d'urgenza, come riferito dal direttore medico ospedaliero di Villa Scassi, Mario Fisci.

"Sanguineti è arrivato alle 8,26 presso il Dea, il dipartimento di emergenza e accettazione, accusando un forte dolore addominale che diceva di avere da qualche giorno - ha spiegato Fisci -. E' stato sottoposto a una Tac che ha evidenziato un aneurisma toraco-addominale, vale a dire una lesione all'aorta tra il torace e l'addome. Si trattava di un aneurisma pregresso e al momento in cui è giunto in ospedale stava sanguinando".

Per questo motivo "é stato operato d'urgenza dal professor Simoni che ha posizionato un bypass - ha aggiunto Fisci -. L'intervento era sostanzialmente terminato con esito tecnico positivo ma quando ormai l'operazione era conclusa si è fermato il cuore e nonostante i tentativi di rianimazione il paziente è deceduto alle 13,30". Il corpo è ora a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Teorico di spicco del gruppo 'Gruppo 63' che rivoluzionò la scena letteraria italiana nei primi anni '60, Edoardo Sanguineti - morto stamattina a Genova - e' stato figura di letterato a 360 gradi, fuori e dentro il mondo accademico. Poeta, intellettuale, professore di letteratura all'Università di Torino, Salerno e Genova, autore di teatro, critico, saggista, la sua attività è continuata fino all'ultimo. Nato a Genova nel 1930, Sanguineti avrebbe compiuto 80 anni il prossimo 9 dicembre. Capofila della neoavanguardia poetica, partecipò alla raccolta collettiva di poesia 'I nuovissimi' (1961) da dove approdò con un ruolo determinante e fondativo al 'Gruppo 63'.

La sua poesia sperimentale - è stato detto - rappresenta la "dissoluzione" del linguaggio quotidiano, come dimostrazione dell'impossibilità del comunicare nella società dei consumi. Dal 'linguismo' folgorante dei primi lavori e dalla bulimia senza razionalità di parole e immagini (Laborintus, Erotopaegnia, Triperuno), Sanguineti elaborò con il tempo un regime satirico e grottesco a cui non fu estraneo il realismo marxista e la psicoanalisi che grande influsso ebbero su di lui.

Di questi fase sono Wirrwar, Postkarten, Stracciafoglio, Seggnalibro, Bisbidis, Senzatitolo, Per musica. La sua capacità critica si è applicata a Dante (interpretazione di Malebolge), al '900 (Tra liberty e crepuscolarismo, Guido Gozzano,Indagini e letture, Scribili). Sua la cura dell'antologia Poesia italiana del novecento. Molto attivo anche nella narrativa: da Capriccio italiano a Il gioco di Satyricon. Non ultima la sua passione per il teatro: K. E le altre cose, Faust.Un travestimento. Così come molte riduzioni teatrali tra cui quella dell'Orlando Furioso per il regista Ronconi.

PROCURA APRE FASCICOLO PER OMICIDIO COLPOSO - Il sostituto procuratore Patrizia Petruzziello ha aperto un fascicolo per omicidio colposo, a carico di ignoti, per la morte di Edoardo Sanguineti, poeta, scrittore e critico genovese. E' stata la stessa direzione sanitaria dell'Ospedale Villa Scassi a mettere la salma a disposizione dell'autorita' giudiziaria. L'apertura del fascicolo e' un atto tecnico, visto che Sanguineti e' morto subito dopo l'intervento, mentre era ancora in sala operatoria. Il pm ha fatto sequestrare le cartelle cliniche dell' ospedale Villa Scassi di Sampierdarena, dove il poeta era stato operato per un aneurisma. Nelle prossime ore il magistrato valutera' se incaricare il medico legale per eseguire l'autopsia.
 
LA MOGLIE: EDOARDO NON ERA INVECCHIATO MAI
(di Alessandra Fava)
''Ripercorrere 57 anni insieme e' impossibile. Non sono uno scherzo'': e' calma e solo a tratti tradisce qualche emozione, Luciana, moglie di Edoardo Sanguineti a poche ore dalla morte del compagno di una vita, mentre proseguono incessanti le telefonate di affetto e solidarieta' di tante persone ''che - dice - non avrei mai immaginato''.
 
Nella loro casa genovese, in Valpolcevera, Luciana racconta di una mattinata convulsa e lo fa in termini sereni: ''e' successo tutto stamani, l'ho accompagnato al pronto soccorso. Eravamo soli, lui ed io. Abbiamo aspettato due ore, si sa come va nei pronto soccorso. Prima gli hanno fatto una Tac, hanno visto che c'era un aneurisma aperto ed hanno detto che dovevano operare subito. Per fortuna c'era un professore che l'aveva gia' operato per un by-pass alla gamba un anno e mezzo fa. Ero tranquilla perche' e' un ottimo medico, ma purtroppo e' capitato quello che e' capitato. La questione e' che non bisogna mai andare in ospedale. Dicevo ai medici del pronto soccorso, non schiacciategli la pancia che ha un aneurisma che si vede dall'esterno, niente, quelli dicevano che dovevano visitarlo''. Ripercorrere 57 anni insieme ''e' impossibile'', ricorda ancora Luciana. ''Non sono uno scherzo. Non saro' un genio ma ho saputo scegliere bene, una volta anche Arbasino mi ha fatto i complimenti. In questi 57 anni non mi sono mai pentita di averlo sposato. Non ci siamo mai lasciati un momento''. Di Edoardo racconta che in qualche modo ''non e' invecchiato mai''. Poi ripensa alle ultime settimane: ''aveva fatto un po' troppi strapazzi - racconta la donna come parlasse a se stessa - siamo stati a Siracusa, siamo stati a Catania e a Roma dove gli hanno dedicato una sera di musica con l'opera 'Incastro' di Fausto Razzi che ha fatto uno spettacolo su testi suoi. In pratica avevano gia' festeggiato in anticipo gli ottant'anni di Edoardo. Un medico gli aveva detto: vada tranquillo, ma sappia che puo' saltare in aria da un momento all'altro. Viveva come se avesse una bomba in corpo''. Ora per Edoardo che ''non sente piu' niente'', Luciana si augura solo che non facciano nessuna autopsia. Per il resto di sepolture e funerali non ha idea. Non rientravano nei loro programmi: ''il cimitero dove seppellirlo? Non ci abbiamo mai pensato. Tante persone si pongono questi problemi io no. Spero solo che la citta' di Genova gli faccia una camera ardente, in modo che tutti possano vederlo''. La casa ora e' piu' vuota, ma le parole di Edoardo risuonano ancora.

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni