Percorso:ANSA.it > Cultura e Tendenze > News

Treccani in rosso, colpa della crisi e di Wikipedia

Nel 2008 deficit do 1,9 milioni. Corte dei Conti: bene misure tagli spese

28 marzo, 17:35
Treccani i rosso, colpa della crisi e di Wikipedia
Treccani i rosso, colpa della crisi e di Wikipedia
Treccani in rosso, colpa della crisi e di Wikipedia

ROMA - Da una parte 'Wikipedia' e simili, dall'altra la crisi economica: sono queste le due principali cause che nel 2008 hanno trascinato giù la gestione finanziaria della Treccani, trasformando l'utile di 2 milioni di euro conseguito nell'anno precedente in un 'rosso' da 1,9 milioni di euro.

Insomma la crisi economica non ha risparmiato il 'top' del sapere in Italia perché i bilanci delle famiglie si sono ristretti e dovendo per forza tagliare qualcosa, ci ha rimesso anche la classica enciclopedia. Quella sulla quale generazioni di studenti hanno fatto le loro ricerche. Ma c'é da aggiungere che oggi c'é tutto sul web e pure gratis, anche se sull'attendibilità di wiki o altri strumenti nessuno può forse dare le garanzie da 85 anni offerte dalla enciclopedia pensata da Giovanni Gentile.

A fare un quadro sulla situazione finanziaria dell' "Istituto della Enciclopedia Italiana G. Treccani spa" è la Corte dei Conti nella relazione sul risultato del controllo eseguito sui conti del 2008. La situazione appare tutt'altro che rosea ma la Corte dei Conti tuttavia ne 'promuove' la gestione: "Malgrado la gravità della generale recessione in atto, l'Amministrazione ritiene che i provvedimenti adottati per la riduzione delle spese e per incrementare il volume delle vendite siano idonei a fronteggiare la crisi economica, contenendo le perdite in livelli fisiologici", sottolinea la magistratura contabile nel suo documento.

Riduzione del personale, utilizzo del web e delle banche dati in maniera più efficiente e lancio sul mercato "di opere di ridotta voluminosità, quali monografie e collane destinate anche al mercato della formazione, della scuola e dell'Università realizzabili in tempi brevi e con modesti costi grazie all'utilizzazione dei materiali contenuti nella Banca Dati". Queste per la Corte dei Conti le misure che potrebbero consentire un miglioramento dei conti e una ripresa delle vendite che hanno lasciato sul terreno, nell'esercizio finanziario analizzato, il 7,56%.

Occorrerà verificare se nel tempo queste misure saranno sufficienti a superare "le difficoltà in cui l'Istituto si trova ad operare - si legge nel documento della Corte dei Conti - per conciliare l'esigenza della tradizionale elevata qualità delle opere con quella dell'equilibrio dei costi, specie nell'attuale situazione di mercato, in cui l'informazione attraverso mezzi digitali e multimediali sembra prevalere su quella fornita dall'opera cartacea e la grave crisi economica influisce negativamente sulle capacità di spesa dei potenziali acquirenti ed in particolare delle famiglie".

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni