Percorso:ANSA.it > Regioni > Toscana > News

Rogo Prato: Colle: Basta sfruttamento. Ipotesi disastro colposo

Procuratore: 'Qui e' il far west'. Sette le vittime

02 dicembre, 20:22
I resti del rogo
I resti del rogo
Rogo Prato: Colle: Basta sfruttamento. Ipotesi disastro colposo

C'era anche un bambino nel capannone in cui aveva sede la fabbrica gestita da cinesi distrutta dalle fiamme e dove sono morte sette persone. E' quanto emerso nel corso degli accertamenti diretti dalla procura di Prato. Il bambino, di pochi anni, è uscito illeso dal capannone con i genitori, sul cui ruolo sono ancora in corso verifiche. 

Solo una delle vittime è stata identificata. Le altre sei vittime dell'incendio di ieri nella struttura pronto moda di via Toscana a Prato non sono state ancora identificate. A spiegarlo e' stato il procuratore capo della procura della repubblica di Prato, Piero Tony.

"La maggior parte delle aziende sono organizzate così: è il far west". Così il procuratore della Repubblica Piero Tony dopo il rogo della fabbrica di Prato. "I controlli sulla sicurezza e su ciò che è collegabile al lavoro, nonostante l'impegno dei tutte le amministrazioni e delle forze dell'ordine, sono insufficienti. Siamo sottodimensionati: noi come struttura burocratica, ha spiegato il procuratore, siamo tarati su una città che non esiste più, una città di 30 anni fa".

Omicidio colposo plurimo, disastro colposo, omissione di norme di sicurezza e sfruttamento di mano d'opera clandestina: sono i reati per i quali la procura di Prato ha aperto un'inchiesta in seguito all'incendio della fabbrica. L'unico corpo identificato e uno dei feriti sono irregolari.

"Le fiamme dovrebbero essere partite dalla parte destra, in fondo della struttura dove forse c'era un cucinino". Lo ha detto il sostituto procuratore della repubblica Lorenzo Gestri parlando delle risultanze finora dei primi accertamenti sulla dinamica dell'incendio. Il pm ha spiegato che c'erano stufe elettrice e impianti di condizionamento. Si escludono "cause esterne di terzi".

Napolitano, insostenibile sfruttamento in area Prato - Giorgio Napolitano sollecita "interventi concertati a livello nazionale, regionale e locale per far emergere da una condizione di insostenibile illegalità e sfruttamento" realtà produttive e occupazioni che possono contribuire allo sviluppo economico''. Così il presidente in una lettera al presidente della Regione Toscana, Rossi.

LA CRONACA DELL'INCENDIO - Avviluppati dalle fiamme nel sonno. Forse, qualcuno era già sveglio. Per cominciare una nuova giornata di lavoro. Scendere da basso, dal soppalco dove erano allestiti i loculi dormitorio in cartone e cartongesso, nel laboratorio dove si preparano le confezioni di abiti. E' certo che uno di loro ha cercato la salvezza mentre le fragili pareti ardevano e il soppalco stava per crollare. E' un uomo. Spacca il vetro del finestrone, sporge un braccio, cerca aria mentre il fumo denso e scuro ha già avvolto tutto. E' istinto di sopravvivenza. Tentativo disperato. Ma, oltre il vetro, ci sono le sbarre. Lo troveranno così i vigili del fuoco che per portar fuori il cadavere carbonizzato devono segare l'inferriata. E' la morte - annunciata o perlomeno non 'sorprendente, dice l'assessore alla sicurezza pratese - di 7 lavoratori cinesi in un capannone, dove dormivano, mangiavano e lavoravano, nel Macrolotto 1 alla periferia di Prato.

FOTO

PARLA IL PRIMO SOCCORRITORE, VIDEO

E' domenica mattina, attorno alla 7. Non è un'acciaieria dove l'altoforno non si spegne mai e si lavora a turni. Ma loro si preparano ad una nuova giornata che non è di riposo, nel 'pronto moda' dove al piano terreno sono stoccate migliaia di abiti da confezionare e inviare ai negozi. Dieci persone, secondo le testimonianze di chi si è salvato. Una stufetta accesa per scaldarsi - che provoca un corto circuito - oppure un mozzicone di sigaretta spento male. Le indagini dovranno chiarire le cause. E il fuoco divampa. Uno di loro è in pigiama, corrono verso le scale nella speranza di riuscire a raggiungere la porta al piano di sotto. Ma il soppalco cede, li troveranno sotto le macerie. E' un ex carabiniere a dare l'allarme.

"Stavo passando con la mia auto - racconta Leonardo Tuci dell'Associazione nazionale carabinieri in congedo - quando ho visto una colonna di fumo provenire dal capannone. Mi sono avvicinato e ho visto che c'erano alcuni cinesi che mi venivano incontro piangendo e urlando. Sono corso verso il capannone e ho visto un cinese che con un estintore in mano cercava di spengere l'incendio. Allora ho preso anche io un estintore per aiutarlo. Era stremato, anche per il freddo, e continuavo a sentire le urla dei cinesi".

Due uomini riescono ad uscire e vengono ricoverati all'ospedale Nuovo di Prato per intossicazione da monossido, una donna viene soccorsa e presto dimessa. Il bilancio dei morti invece sale con il passare delle ore. Cinque nella mattinata e i resti di altri due cadaveri nel pomeriggio, spostando i materiali. Il lavoro dei vigili del fuoco, una trentina di persone, è durissimo. Le raffiche di vento alimentano le fiamme, si cercano i corpi tra le cataste di detriti e tessuti roventi. La procura di Prato si appresta ad aprire un fascicolo per il reato di omicidio colposo plurimo.

Nelle prossime ore il sostituto procuratore Lorenzo Gestri, dopo aver acquisito le relazioni e gli atti dell'inchiesta da parte degli operatori di polizia e Vigili del Fuoco, iscriverà l'ipotesi di reato e gli eventuali indagati. I pompieri lavoreranno tutta la notte per la messa in sicurezza. Nella speranza di non trovare altri resti. Intorno, nella landa desolata di capannoni nei quali, suddivisi a settori nello stesso fabbricato, hanno sede migliaia di ditte cinesi, in molte si lavora, quasi come nulla fosse. In tanti, cinesi ma anche italiani, si assiepano oltre il nastro messo dalle forze dell'ordine per delimitare l'area in cui i vigili del fuoco stanno lavorando. I primi non parlano, scuotono la testa, dicono di non sapere l'italiano e se ne vanno.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni