Percorso:ANSA.it > Cronaca > News

Psichiatra uccisa, Gip: 'assassino capace comprendere suo atti'

Oggi i funerali e lutto cittadino

09 settembre, 19:01
Fiori davanti al centro di Salute Mentale di Bari
Fiori davanti al centro di Salute Mentale di Bari
Psichiatra uccisa, Gip: 'assassino capace comprendere suo atti'

Paola Labriola ''rappresenta il femminile che c'è nella nostra città. Madre per gli ultimi e i deboli, per coloro che hanno ferite nella mente e nel cuore, unguento di tenerezza e umanità''. Queste poche parole pronunciate da un prete, amico di famiglia, nella cattedrale di Bari, hanno aperta la cerimonia funebre per l'ultimo saluto a Paola Labriola, la psichiatra uccisa a Bari mercoledì scorso da un paziente mentre era in servizio nel Centro di Salute Mentale di via Tenente Casale, nel quartiere Libertà. ''Questo non è un funerale - ha detto - ma la Pasqua di Paola, il grande abbraccio di una città a chi ha amato tanto i nostri ragazzi deboli, madre di tanta umanità sofferente''. Ai funerali sono presenti il marito della donna, Vito Calabrese, psicologo, i due figli dodicenni gemelli della coppia e due ragazze avute da precedenti matrimoni di entrambi. Ci sono poi amici, colleghi, e numerosi pazienti della donna. Presenti il sindaco di Bari, Michele Emiliano, l'assessore regionale alla Sanità, Elena Gentile, il vicepresidente della Provincia di Bari, Nuccio Altieri. Ai piedi dell'altare, accanto al feretro, i gonfaloni dei Comuni di Bari e Noicattaro.

''Sei stata privata della vita in maniera efferata e cruenta all'interno di una istituzione che avrebbe dovuto tutelarti''. In un ultimo saluto a Paola Labriola, la psichiatra uccisa da un suo paziente a Bari, letto alla fine della cerimonia funebre dalla collega psichiatra Krizia Chianura, il Centro di salute mentale di Bari viene definito ''un servizio deprivato del personale, costretto a lavorare allo stremo delle forze, facendosi carico di tutte le forme di disagio e marginalità che la società crea''.

''Con tanto amore alla mia dolce ed affettuosa e sempre disponibile dottoressa con il sorriso stupendo, morta sul campo in piedi come un vero soldato il cui lavoro era aiutare il prossimo come pochi sanno fare''. E' l'inizio di un lungo messaggio posato accanto ad un mazzo di fiori sulla soglia del Centro di Salute Mentale del quartiere Libertà di Bari che ancora oggi resta chiuso nel giorno di lutto cittadino per i funerali della psichiatra Paola Labriola uccisa da un paziente il 4 settembre scorso. Dal giorno dell'omicidio pazienti e colleghi della dottoressa continuano a deporre fiori e messaggi dinanzi al centro. ''Tante coltellate e la vita - continua il messaggio - questo è il tributo che ha dovuto pagare per aver servito il prossimo per una vita intera, i veri monumenti agli eroi non sono nei sacrari o nei cimiteri, ma giacciono in fondo al mare, su un campo di battaglia o come in questo caso dinanzi al tuo studio. Ti porterò sempre nel mio cuore''.

Gip, assassino capace comprendere suo atto - Vincenzo Poliseno è un ''soggetto indenne nella comprensione del significato del suo atto e delle conseguenze dello stesso''. Lo scrive il gip di Bari Giulia Romanazzi nell'ordinanza di custodia cautelare a carico del 44enne accusato dell'omicidio volontario della psichiatra Paola Labriola. Dalla ricostruzione dei fatti, riportata nel provvedimento, emerge che quella mattina l'uomo aveva un appuntamento con la dottoressa e vi si è recato già armato, ''evenienza - scrive il gip - che induce a ritenerlo portatore di una situazione psicologica non caratterizzata da impulso emotivo incontenibile''. Sempre secondo il giudice il suo comportamento in attesa della visita, ''non presentava alcun fattore che lasciasse ipotizzare un assetto psichico incontrollabile e ingestibile, ovvero caratterizzato da un'alterazione del sentimento di realtà''. Sulle modalità di esecuzione del delitto, il giudice sottolinea che ''le fasi di progressione dell'azione omicidiaria non hanno conosciuto momenti di cedimento, neppure in seguito ai tentativi di difesa della vittima, alle urla della stessa e all'avvento di terze persone''. Questo, secondo il gip, ''indurrebbe a ipotizzare una sorta di indennità delle aree funzionali della psiche dell'indagato, e dunque di integrità delle funzioni organizzative, decisionali ed esecutive''.

La psichiatra sul suo omicida: 'Ha idee di morte' - Ha ''vuoti di memoria, idee di morte...''. Così Vincenzo Poliseno era descritto - si evince nella ordinanza di arresto firmata dal gip Giulia Romanazzi - dalla dottoressa Paola Labriola nelle annotazione che la psichiatra aveva scritto dopo averlo visitato, alcuni mesi prima di essere uccisa dallo stesso, la mattina dello scorso 4 settembre. Poliseno aveva avuto due precedenti colloqui con la dottoressa Labriola. In occasione del secondo, il 10 maggio 2013, la psichiatra aveva sottolineato ''uno stato di angoscia che aveva indotto il paziente a tornare malgrado avesse deciso di non tornare più''. Poliseno - secondo alcune annotazioni della dottoressa - era ''uno che trasgredisce le regole ed è dedito a cannabis e alcool dall'età di 15 anni fino all'arresto''. E poi sono stati trovati anche riferimenti della dottoressa, sempre a proposito di Poliseno, a ''vuoti di memoria, idee di morte (da tre-quattro mesi), numero scarso di ore di sonno, sintomi depressivi a decorrere da ottobre-novembre 2012 e di volontaria sottrazione alla terapia farmacologica per ragioni di stordimento''. Una situazione che, secondo il giudice, ''non appare comunque inserita in parametri di scompenso psichico, o di perdita dei poteri di autocontrollo''.

Trucidata con 50 coltellate Paola Labriola è stata trucidata con oltre 50 coltellate. La incredibile brutalità con la quale il 4 settembre scorso Vincenzo Palmisano si è accanito contro la psichiatra che lo stava ricevendo per una visita nel Centro di salute mentale nel quartiere Libertà a Bari, è stata confermata dall'autopsia . L'uomo ancora non ha spiegato il perchè di tanta violenza, ha colpito la dottoressa alle spalle e quasi certamente ha continuato ad infierire su di lei quando la donna era già a terra. I fendenti, tutti all'altezza del torace, hanno raggiunto organi vitali trafiggendo cuore e polmoni. Quando le persone che erano presenti nel Centro sono riuscite a disarmarlo, era troppo tardi. Dopo la furia, l'omicida ha atteso tranquillo l'arrivo della polizia e da allora ha solo detto di non essersi reso conto di quanto accaduto. Intanto, dal giorno della tragedia, il via-vai di pazienti e colleghi davanti al Centro di Paola Labriola è stato costante, e decine di mazzi di fiori, accompagnati da biglietti di cordoglio, si sono accumulati sull'ingresso, rimasto chiuso da allora. ''Dai tuoi pazienti, riposa in pace'', si legge su una busta listata a lutto che accompagna un mazzo di rose rosse. ''Lunedì riapre il centro e io ho paura'', dice ad alta voce un uomo anziano. ''...morta sul campo, in piedi, come un vero soldato il cui lavoro era aiutare il prossimo come pochi sanno fare'', lascia scritto Paolo accanto ai suoi fiori. Anche l'Ordine dei medici chirurghi ed odontoiatri della Provincia di Bari ha deciso di rendere omaggio alla memoria della collega uccisa per ricordare le sue qualità professionali decidendo di conferirle il "Premio per la buona medicina 2013". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni