Percorso:ANSA.it > Cronaca > News

Sarah: in 32 mesi da scomparsa a prima sentenza

20 aprile, 14:28
Sarah Scazzi
Sarah Scazzi
Sarah: in 32 mesi da scomparsa a prima sentenza

dell'inviato Paolo Melchiorre

Dalla confessione di Michele Misseri che fa ritrovare i resti della nipote uccisa, dopo 42 giorni di ricerche vane, alle accuse alla figlia Sabrina poi ritrattate, al coinvolgimento nell'inchiesta della moglie Cosima, alle lettere e ai memoriali scritti dall'agricoltore in carcere e a casa, una volta tornato libero.

E ancora, nel processo, le lacrime versate sin dal primo giorno del processo, il 10 gennaio 2012, da Sabrina che continua a proclamarsi innocente; i silenzi di Cosima, che decide di non rispondere alle domande di accusa e difesa; la variegata e talvolta singolare truppa di testimoni, qualcuno dei quali, non avendo molta dimestichezza con il sistema giudiziario, a stento distingue un'aula di tribunale dal salotto di casa.

Si è visto davvero di tutto negli ultimi 32 mesi, trascorsi tra indagini e processo, nel caso giudiziario dell'uccisione di Sarah Scazzi. La ressa di giornalisti e cameramen ad Avetrana dinanzi alla villa della famiglia Misseri in via Deledda o sotto casa dei famigliari di Sarah, in vico II Verdi, sembrano oggi quasi un pallido e lontano ricordo. Lo sono le ricerche nelle campagne da parte delle forze dell'ordine sotto il sole cocente di agosto e settembre, quando di Sarah non c'era traccia e si era capito che non poteva trattarsi di un allontanamento volontario o di un sequestro.

Sugli occhi sembrano puntati ancora i fari accecanti delle camionette in quella notte, tra il 6 e il 7 ottobre 2010 - stellata, umida ma anche quasi lugubre - quando i poveri resti di Sarah vennero individuati nel vecchio pozzo-cisterna indicato dallo zio Michele Misseri. E poi la lunga sfilata di testimoni e indagati prima alle caserme dei carabinieri di Avetrana e Manduria, poi al Palazzo di giustizia, fino ai primi appuntamenti giudiziari.

Testimoni importanti e altri che qualche reticenza l'hanno pure mostrata. Non si spiega altrimenti perché, al termine della requisitoria al processo di primo grado, la Procura abbia chiesto alla Corte di Assise di Taranto la trasmissione degli atti per otto testimoni. C'é persino uno che, convocato in Procura quale persona informata sui fatti in relazione al presunto sogno del fioraio Giovanni Buccolieri (che avrebbe assistito al 'sequestro' in strada di Sarah da parte di Cosima, salvo poi dire poche ore dopo che, per l'appunto, aveva sognato tutto), ha negato di aver parlato con lo stesso Buccolieri ma ha poi scoperto dinanzi al pm di essere stato intercettato al telefono.

E che dire, di quello spezzone di corda tirato fuori improvvisamente da una tasca dei pantaloni da Michele Misseri mentre risponde alle domande dinanzi alla Corte di Assise, tanto da guadagnarsi un richiamo della presidente? Oppure della disperata difesa di Sabrina nell'interrogatorio al cospetto dei giudici, tanto diversa dalla scena muta decisa, comunque vada, dalla madre Cosima? I tanti mesi di processo forse hanno pesato troppo anche su quella giudice popolare che, a gennaio, si è lasciata scappare un giudizio poco lusinghiero su una testimone che era davanti a lei, contravvenendo così ai suoi doveri e 'indotta' a lasciare il campo per 'motivi personali', sostituita da uno dei supplenti. Fino al rischio di tornare punto e capo, quando la Corte, per un 'fuori onda' tra presidente e giudice a latere, si è astenuta ma è stata 'assolta' dal presidente del tribunale. Trentadue mesi per arrivare a una prima decisione che, comunque vada, farà ancora discutere.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni