Percorso:ANSA.it > Cronaca > News

Ilva: rischia la paralisi la capitale dell'acciaio

Colosso siderurgico da sempre nella bufera per problemi ambiente

26 luglio, 19:52
Rischia la paralisi la capitale dell'acciaio
Rischia la paralisi la capitale dell'acciaio
Ilva: rischia la paralisi la capitale dell'acciaio

di Giacomo Rizzo

La prima pietra nel 1960. Taranto é diventata la capitale dell'acciaio grazie alla siderurgia e all'attività di uno stabilimento grande due volte la città, ma ha pagato anche un prezzo altissimo sotto il profilo dell'inquinamento. Una perizia medico epidemiologica per la prima volta ha certificato una correlazione tra emissioni nocive, malattie e morte. La magistratura ha disposto il sequestro dell'area a caldo, dove vengono prodotte le materie prime, ma rischia la chiusura l'intero stabilimento visto che la produzione si basa sul ciclo integrale. Spegnere gli altiforni, bloccare parchi minerali e acciaieria, significa interrompere la catena produttiva. Quello di Taranto è il più grande stabilimento siderurgico d'Europa. L'Italsider di Stato, che arrivò ad occupare anche 25mila dipendenti nel periodo d'oro, fu privatizzata nel 1995 con l'avvento del Gruppo Riva. La nuova proprietà ha investito in ecologia un miliardo di euro.

Ma non basta ancora. L'inchiesta della procura di Taranto è durata quasi tre anni. Decisive sono state le risultanze dell'incidente probatorio con la discussione di due perizie: una chimica, l'altra medico-epidemiologica. Ora è arrivata la decisione del gip del tribunale di Taranto Patrizia Todisco sulle richieste avanzate dalla Procura, che riguardano il sequestro di alcuni impianti e misure cautelari per gli indagati. Di cinque si conoscono i nomi. Sono Emilio Riva, presidente dell'Ilva fino al 19 maggio 2010, il figlio Nicola, subentratogli il giorno dopo e dimessosi il 10 luglio scorso, l'ex direttore Luigi Capogrosso, che ha lasciato l'incarico anche lui pochi giorni fa, il capo area cokerie Ivan Di Maggio e il capo area agglomerato Angelo Cavallo. Le ipotesi di reato sono di disastro colposo e doloso, avvelenamento di sostanze alimentari, omissione dolosa di cautele contro gli infortuni sul lavoro, danneggiamento aggravato di beni pubblici, getto e sversamento di sostanze pericolose e inquinamento atmosferico. Per gli altri tre è emerso il coinvolgimento a chiusura dell'incidente probatorio.

La perizia chimica ha indicato l'immissione in atmosfera di 688 tonnellate all'anno di polveri, ma per i consulenti non c'é alcun elemento che dimostri il rispetto dei limiti delle emissioni nocive né un modo per verificarlo; la perizia medico-epidemiologica ha rilevato che è possibile una connessione tra le malattie, le morti causate da tumori e l'inquinamento prodotto dall'Ilva. Sono 174 i decessi per tumore accertati in sette anni. In particolare, nei quartieri Tamburi e Borgo, a ridosso dell'Ilva, sarebbe stato registrato il quadruplo di mortalità e il triplo di ricoveri per malattie cardiache rispetto al resto della città, mentre sarebbe a rischio compromissione anche lo stato di salute dei lavoratori siderurgici. Dati inquietanti che hanno spinto i magistrati a chiedere il fermo degli impianti. La fabbrica rischia la paralisi ed esplode la rabbia dei dipendenti del colosso, 11.600 quelli diretti, tutti pronti a difendere il posto di lavoro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni