Percorso:ANSA.it > Cronaca > News

Neonato abbandonato, richieste di adozione da tutta Italia

Lasciato nella 'ruota' della clinica Mangiagalli a Milano. Il piccolo si chiamerà Mario

07 luglio, 22:01
La 'Culla della Vita' della clinica Mangiagalli di Milano
La 'Culla della Vita' della clinica Mangiagalli di Milano
Neonato abbandonato, richieste di adozione da tutta Italia

di Francesca Brunati

MILANO - Non solo decine di telefonate al centralino della Mangiagalli per chiedere in adozione il neonato lasciato nella 'Culla per la vita', la nuova edizione della medievale ruota degli esposti. Ma anche amarezza perché il caso viene paragonato a "una sconfitta" poiché significa che la madre è arrivata a fare questa scelta "estrema in quanto non ha trovato un aiuto adeguato". E' una vicenda che sta facendo riflettere e discutere quella del bimbo adagiato da chi l'ha messo al mondo in quel giaciglio sistemato dietro una saracinesca che si affaccia, quasi come uno sportello, su via Corridoni, di fianco all'ingresso della clinica ritenuta il 'fiore all'occhiellò dell'ostetricia e ginecologia italiana.

Coccolato e protetto dalle infermiere del reparto di neonatologia, Mario, questo il suo nome, un chilo e 700 grammi e partorito probabilmente in casa una settimana fa, é in buone condizioni. Rimarrà per ancora una settimana in una culla termica, poi sarà trasferito in reparto fino a quando non verrà dato in adozione. E già da questa mattina in molti, soprattutto dal Sud Italia, si sono fatti avanti per domandare di poter accogliere il neonato nella propria famiglia."La nostra risposta però è stata sempre la stessa - ha spiegato il direttore sanitario Basilio Tiso - : per adottarlo bisogna rivolgesi al Tribunale dei Minori". Il primo a fare qualche riflessione sul caso è proprio il primario del reparto di neonatologia della Mangiagalli, Fabio Mosca: "Al di là del fatto che nella 'Culla per la vita' il bambino è stato messo al sicuro ed ora è tutelato, quello che é accaduto è una sconfitta perché vuol dire che la mamma non ha trovato l'aiuto adeguato". E ancora: "Se è bello compiacersi perché la tecnologia e l'organizzazione hanno funzionato alla perfezione e perché l'investimento economico - ha aggiunto in modo ironico - ha avuto un 'senso', non possiamo perdere di vista il nocciolo del problema: una madre ha abbandonato suo figlio e nessuno si è accorto che era in difficoltà".

Insomma il neonatologo, pur ricordando che le donne possono partorire in ospedale senza aver l'obbligo di dare il cognome e di riconoscere il bimbo, riassume la vicenda così: "E' un po' come salvarsi in extremis sull'orlo del precipizio". E di "sconfitta" parlano anche Silvio Viale, ginecologo e presidente dei Radicali Italiani e Pierfrancesco Majorino, assessore alle politiche sociali del Comune di Milano: "Domani andrò in Mangiagalli - ha annunciato Majorino - per salutare e portare un piccolo dono a Mario e per ringraziare gli straordinari operatori che si sono e si stanno occupando di lui. E' evidente - ha proseguito - che cose simili non devono accadere. Non voglio colpevolizzare la madre e nemmeno polemizzare con altre istituzioni, ma mi auguro che chi gestisce i consultori e la sanità si interroghi. Pure noi, per quel che riguarda il mio assessorato, dovremo attivarci affinché non succeda più". Per Ernesto Caffo, il presidente di Sos Telefono Azzurro, l'aver abbandonato nella 'Culla per la vita' il figlio è stato "un gesto di disperazione, un grido d'aiuto e allo stesso tempo monito per tutti noi. Tutti, dal mondo politico a quello istituzionale e associazionistico, - ha raccomandato - abbiamo una grande responsabilità: lavorare perché, soprattutto in un'epoca storica di grande incertezza economica non siano le famiglie a pagare il prezzo della crisi e non siano, ancora una volta, bambini e adolescenti i più colpiti. Il rigore deve essere accompagnato alla crescita e la crescita di un Paese - ha concluso - a sua volta, si misura nel sostegno che si dà alle famiglie e alle nuove generazioni".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni