Percorso:ANSA.it > Cronaca > News

Sisma: 30 indagati a Ferrara, ancora attesa a Modena

Le due procure al lavoro per i 16 morti nei crolli dei capannoni

23 giugno, 17:43
Protezione civile all'opera
Protezione civile all'opera
Sisma: 30 indagati a Ferrara, ancora attesa a Modena

(di Giampaolo Balestrini) 

BOLOGNA - A un mese dal sisma sono gli accertamenti tecnici a tenere banco nelle inchieste delle Procure di Modena e Ferrara sui lavoratori morti nei crolli dei capannoni. A Ferrara, dove ci sono 30 indagati, si indaga sui quattro operai morti nella scossa del 20 maggio, a Modena sulle 12 vittime nei crolli di aziende durante il terremoto del 29. E' possibile che i Pm di Modena si occupino anche delle abitazioni lesionate dalle scosse. C'é poi un'inchiesta aperta dalla Procura di Bologna per procurato allarme dopo le tante telefonate giunte il 31 maggio ai centralini delle forze dell'ordine, di persone che chiedevano informazioni e soprattutto conferma sull'arrivo imminente di una scossa devastante.

MODENA, PRIMI ACCERTAMENTI IRRIPETIBILI VERSO CONCLUSIONE - Si stanno avviando a conclusione i primi accertamenti irripetibili sulle rovine dei crolli incaricati dalla procura. Solo quelli relativi alla Haemotronic, azienda biomedicale di Medolla in cui erano morte quattro persone, richiederanno un accertamento più prolungato. Come ha precisato il procuratore di Modena, Vito Zincani, l'accertamento sullo stabile collassato dovrebbe essere ultimato entro la fine della settimana. E' stato incaricato il professor Trombetti, dell'Università di Bologna. Solo al termine di questi accertamenti tecnici preliminari l'inchiesta potrà procedere con gli avvisi di garanzia destinati alle varie figure ritenute dagli inquirenti responsabili a vario titolo dei cedimenti. La procura - si apprende da fonti investigative - si riserva di approfondire anche la condizione di edifici residenziali lesionati dal sisma, ma al momento non sono state ricevute denunce relative a questi stabili. Intanto, sono state ultimate le autopsie sui corpi delle 12 vittime che si trovavano al lavoro il 29 maggio. Le relazioni saranno consegnate dalla Medicina Legale alla procura di Modena entro una decina di giorni. Sempre a Modena, un fascicolo 'contenitore' della Procura si occupa del capitolo trivellazioni. L'indagine dovrà capire innanzitutto se le trivellazioni sono state fatte o meno, e nel caso se c'é connessione con il sisma.

FERRARA, 30 INDAGATI - Il prossimo atto dell'inchiesta è fissato a lunedì prossimo, quando verrà nominato il consulente della procura, al quale verranno consegnati i quesiti sui tre capannoni distinti crollati nelle aziende Ursa di Stellata, Ceramiche S.Agostino, e Tecopress di Dosso. Sarà il perito della procura, un ingegnere strutturista, ad eseguire tutte le tre consulenze, atti che verranno eseguiti in contraddittorio, con le garanzie alla difesa: per questo motivo sono stati inviati, e sono in via di notifica ai legali e agli indagati, gli avvisi di garanzia - come atto tecnico e dovuto per eseguire gli esami -, con l'ipotesi di reato di omicidio colposo, per gli 8 indagati di Ursa, 15 di Tecopress e 7 di Ceramiche S.Agostino. Tra gli indagati vi sono i legali rappresentanti, i progettisti e i titolari delle aziende che hanno realizzato i capannoni, le fondamenta e i tecnici nei ruoli di collaudatori e direttori dei lavori. La procura vuole accertare le esatte cause dei crolli, se siano rispettate - laddove fossero necessarie - le norme antisismiche e anche il rispetto della sicurezza sul posto di lavoro e se siano state rispettate le norme per l'evacuazione dall'interno e gli spazi di fuga (tra gli indagati, infatti, figurano anche i responsabili interni della sicurezza). Uno degli obiettivi principali di questa attività é quella di poter concedere al più presto, dopo i rilievi dei consulenti tecnici di procura e delle difese sulle strutture dei prefabbricati collassate, al dissequestro dei capannoni, allo sgombero delle macerie per far ripartire le fabbriche che occupano quasi 800 lavoratori.

PROCURATO ALLARME - L'inchiesta di Bologna cerca di capire l'origine delle voci che aveva creato la psicosi dell'arrivo del 'big one'. Intanto un primo risultato è stato ottenuto: a Bologna gli allarmismi sono cessati dopo l'apertura del fascicolo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni