Percorso:ANSA.it > Cronaca > News

Venerdi' 17 , le notizie ANSA piu' curiose

Dall'astrologo che prevede sfortuna ma dopo le ore 16 a chi ha vinto soldi

17 febbraio, 08:59
Un gatto nero
Un gatto nero
Venerdi' 17 , le notizie ANSA piu' curiose

Venerdi' 17 e' per gli italiani superstiziosi un giorno particolare e per giunta quest'anno cade in anno bisestile, altra iattura secondo chi crede a queste cose. Ecco una breve carrellata di notizie curiose pubblicate dall'ANSA negli ultimi anni.

16 OTT 2003 - ASTROLOGO, SARA' GIORNATA FORTUNATA MA FINO ALLE 16 - Luna in cancro, congiunta a Saturno e in ottimo aspetto con Marte e Venere. Risultato venerdi' 17, a dispetto di tutte le superstizioni sara' una giornata positiva, almeno fino alle 16. Poi dalle 17 (sara' una coincidenza?) ci sara' forse qualche problema legato alla luce, magari un black out, oppure con il traffico automobilistico o aereo. Parola di Gianfranco Merelli, in arte Mittatron, uno degli astrologi piu' in voga nella capitale.   ''In realta' per domani non prevedo nulla di brutto - spiega
- anche perche' il 17 nell'esoterismo e' un numero fortunatissimo. Nei tarocchi infatti corrisponde alla carta delle stelle, ossia l'esaudirsi di speranze e desideri. La colpa
e' tutta del poeta-vate, Gabriele D'Annunzio, che da quando gli ando' male una delle sue imprese proprio di venerdi' 17, maledisse quel giorno''.

20 NOV 2000 - SPACCIATORE ARRESTATO A MILANO VENERDI' 17 ALLE 17   Uno spacciatore di 44 anni, e' stato individuato a Milano dai carabinieri alle 17 di venerdi' 17, e arrestato sotto casa dopo che, per ironia della sorte, il suo appuntamento con un compratore era saltato, a causa di un disguido.  L'uomo, che ha precedenti per rapina, falso, estorsione, stupefacenti, armi e truffa e che evidentemente non crede nella sfortuna, aveva preso un appuntamento in centro citta' con un compratore, ed e' andato all'incontro con i mezzi pubblici e con un etto di cocaina in tasca.

17 DIC 1999 - NAPOLETANO SFORTUNATO DI FAMIGLIA, RESTO A CASA -  La malasorte l'ha avuta in eredita'. Non in un lascito testamentario a mo' di maledizione o anatema. Il padre, a suo dire, gliel'ha trasmessa nei geni e lui teme di aver fatto la stessa cosa con il figlio. Giovanni, 63 anni pensionato, oggi ha deciso di restare in casa, di barricarsi nel suo appartamento di via Foria a Napoli insieme con la moglie e ha telefonato al figlio Mario dicendogli di fare la stessa cosa.    ''Non fate il mio cognome, per carita' gia' nel mio palazzo quando mi vedono in ascensore o mi incontrano sulle scale fanno gli scongiuri, si toccano e mi lasciano il passo con sospetta deferenza, insomma mi prendono per uno jettatore''.   Ma piu' che un menagramo, Giovanni sembra essere lui stesso
vittima della malasorte stando ai guai che ha avuto e che racconta come farebbe un reduce tornando dal fronte. ''Per questo oggi non esco di casa, non faro' nulla di pericoloso: oggi e' venerdi' 17, l'ultimo venerdi' 17 del millennio e per una persona come me, che la sfortuna ce l'ha nel Dna, questo e' un giorno ad altissimo rischio''. Altro che jettatori: Giovanni e sua moglie Adele hanno provato a difendersi con corni di corallo, zampe di coniglio, scongiuri, persino consulti con maghi o presunti tali. Tutto inutile, la sfortuna ereditaria li ha perseguitati da sempre, fin dal giorno del loro matrimonio.

18 DIC 1999.- VENERDI' 17 PORTA FORTUNA A BERSAGLIO - Nessuno, d'ora in poi, potra' piu' convincerlo che il venerdi' 17 e' un giorno sfortunato: per G.N. un pregiudicato di 21 anni, del napoletano, quello appena trascorso sara' anzi un giorno da ricordare, e con un bel sospiro di sollievo. Proprio ieri un killer gli ha teso un agguato ma lui ne e' uscito indenne perche' al killer si e'
inceppato il fucile. G.N. stava rientrando a casa a Liveri, nel napoletano, dopo aver trascorso alcune ore in compagnia dei suoi amici quando e' stato affrontato da un uomo con il volto coperto
da un passamontagna e armato di un fucile a canne mozzate. Il malvivente ha anche premuto il grilletto ma il colpo non e' partito perche' l'arma si e' inceppata. Nel frattempo G.N. ha cominciato a fuggire ma e' stato affrontato da un altro sconosciuto armato di pistola il quale dapprima lo ha inseguito per poi desistere, intimorito dalle grida della madre dello stesso fuggitivo, la quale, affacciandosi alla finestra dell'edificio, aveva seguito la scena. Gli investigatori ritengono che l'uomo sia stato il bersaglio di un avvertimento dal momento che due anni fa era stato arrestato con l'accusa di omicidio per aver ucciso, nel corso di una festa patronale, un giovane con il quale aveva avuto un diverbio per un complimento un po' troppo spinto fatto a una ragazza.

17 APR 1998 - RADUNO NAZIONALE SFORTUNATI A MONTECATINI  - Non poteva essere che un venerdi' 17 il giorno ideale per il raduno nazionale degli sfortunati. Per l' occasione, non sono mancate ne' la pioggia battente, ne' malandrine raffiche di vento a fare da cornice alla convention della sfortuna alla quale hanno preso parte 300 persone.  Un tutto esaurito, quindi, al pub che ospita la sede toscana del ''Club degli sfigati'' a Ponte Buggianese, nei pressi di Montecatini Terme, per l' appuntamento organizzato dal cabarettista Antonio Gilioli. La sua sfortuna, ha spiegato, e'
di essere cosi' basso di statura che la mamma, ha raccontato, gli ripeteva spesso: ''Ti ho fatto tanto piccolo, ma non importa. Basta il pensiero''.  Per novembre, e' stato annunciato, dovrebbe tenersi a New York lo ''Sfiga Congress'', il raduno mondale con la presenza di Woody Allen. La lista, ha annunciato Gilioli, dovrebbe comprendere altri nomi eccellenti del mondo dello spettacolo, con la partecipazione di sociologi e psicologi.

18 FEB 1995 - CENTO MILIONI AL 'GRATTA E VINCI' DI VENERDI' 17 - Una fortuna piu' forte del calendario. La buona sorte di una pensionata di Sorrento non si e' fermata neanche davanti al venerdi' diciassette, giornata considerata infausta dai piu' scaramantici. L'anziana donna, della quale non e' stato rivelato il nome, proprio ieri ha infatti vinto cento milioni con la lotteria ''Gratta e Vinci''. Il biglietto di duemila lire e' stato acquistato nella rivenditoria di tabacchi n.1, di proprieta' della famiglia Ercolano, in corso Italia.   Fa parte della serie ''Amore e Fortuna'' emessa in questo periodo coincidente con la festa di San Valentino. Incurante della superstizione, ieri la pensionata ha tentato la fortuna e, ad uno ad uno, ha grattato ed ha scoperto tutti e nove i quadrifogli che consentono una vincita di cento milioni di lire.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni