Percorso:ANSA.it > Cronaca > News

E' morto Biagio Agnes

Era nato a Serino, in provincia di Avellino, il 25 luglio del 1928. Aveva 82 anni

30 maggio, 18:18
Biagio Agnes
Biagio Agnes
E' morto Biagio Agnes

ROMA - Biagio Agnes ex direttore generale della Rai è morto la notte scorsa.

Era nato a Serino, in provincia di Avellino, il 25 luglio del 1928. Aveva 82 anni e attualmente era direttore della Scuola di giornalismo della Scuola di Salerno.

CON LUI RAI GIOCO' PARTITA CON TV COMMERCIALE di Alessandra Magliaro - Formidabili quegli anni per la tv italiana, gli '80, e non solo per i nostalgici inguaribili. La Rai delle inchieste e dei grandi sceneggiati di ispirazione letteraria, quella pedagogica di Bernabei dovette lasciare giocoforza il passo ad un intrattenimento piu' aggressivo e a programmi originali per non perdere la sfida con il futuro. Al timone, con una passione e una dedizione che oggi viene ricordata nei commenti di tutti alla sua scomparsa improvvisa, c'era Biagio Agnes, Biagione, direttore generale della Rai dall'82 a fine '89, uomo della sinistra dc, legatissimo a Ciriaco De Mita, avellinese come lui, all'epoca presidente del Consiglio. Agnes, come ricordano Baudo, la Carra' e Milly Carlucci e molti altri, in cuor suo e' sempre rimasto il dg della Rai, di quella tv pubblica che affronto' a viso aperto lo sviluppo aggressivo della tv commerciale.

Erano anni in cui lo stesso consumo televisivo, per virtu' della concorrenza, era salito alle stelle, anni in cui Agnes al comando della Rai decise di non lasciare alla Fininvest che faceva shopping selvaggio di programmi tv americani e di personaggi popolari, da Mike alla stessa Carra', il monopolio della tv italiana relegando Viale Mazzini a 'servizio pubblico', inteso riduttivamente. Per Agnes, questa fu la sua scommessa oggetto anche di tante polemiche politiche, la Rai doveva stare sullo stesso piano della tv commerciale: servizio pubblico non doveva significare perdere ascolti ne' arretrare sull'intrattenimento come invece avrebbero voluto i suoi oppositori politici che promuovevano una Rai solo informazione, cultura e pochi ascolti. Fininvest che aveva solo Canale 5, un anno dopo l'altro rilevo' Italia 1 nell'83 e la mondadoriana Retequattro nell'84, trasmetteva Love Boat, Dynasty, Flamingo Road, il Mundialito, Uccelli di Rovo i programmi di Mike Bongiorno e il Drive in di Antonio Ricci e la Buona Domenica di Maurizio Costanzo e Corrado, quest'ultimo apripista del mezzogiorno tv con Il pranzo e' servito.

E la Rai? Sotto il segno di Agnes andarono in onda due edizioni di Fantastico ancora oggi storiche, quella dell'86 di Baudo - allora dominatore della tv italiana, con la Carra'-madonna di Pronto Raffaella? - con Beppe Grillo mattatore e il trio Marchesini-Solenghi-Lopez che fece scoppiare l'incidente diplomatico con l'Iran per la parodia di Khomeini e soprattutto quella dell'87 di Adriano Celentano, che infatti oggi lo ricorda come ''il piu' geniale e coraggioso dg della Rai''. Ogni settimana una gatta da pelare, con un referendum - per l'abolizione della caccia - a rischio di essere invalidato. Ma Agnes seppe tenere le redini, firmo' con Cecchi Gori un miliardario contratto cinematografico e dovette accettare che i due gioielli Baudo e Carra' ascoltassero le sirene berlusconiane.

La Rai senza di loro non perse un colpo: sono gli anni d'oro di Arbore con Quelli della notte e Indietro Tutta, dei programmi di Enzo Biagi Film Dossier e Il caso e della Raitre di Curzi e Guglielmi, di Samarcanda, Telefono giallo, Un giorno in pretura, la Tv delle ragazze. Gli anni di una fiction coraggiosa come La Piovra. Non solo rose evidentemente: sono stati anni di bilancini per la lottizzazione politica, con una Rai3 in mano al Pci per bilanciare il Psi di Rai2 e la Rai1 delle correnti dc (Agnes ando' via quando vinse la destra dc, con Arnaldo Forlani presidente del Consiglio) e anni della nascita del duopolio Rai-Fininvest durato, fino all'avvento di Sky, fino a poco tempo fa. Il bilancio Rai torno' in rosso e la concessionaria di pubblicita', la Sipra, perse quote di mercato molto consistenti a favore di Publitalia.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni