Percorso:ANSA.it > Cronaca > News

Calciatori in auto con permessi handicap

Bufera sul Bologna, indagate 4 persone e per tre è ipotizzata la corruzione

20 aprile, 15:44
archivio
archivio
Calciatori in auto con permessi handicap

BOLOGNA - Le targhe di auto utilizzate da diversi calciatori del Bologna sono associate ad almeno un contrassegno handicap, che consente, tra l'altro l'accesso alle zone ztl, la circolazione nelle giornate di blocco del traffico, la sosta negli spazi riservati e, gratis, sulle strisce blu.

Ieri pomeriggio per verificare le posizioni delle targhe associate al permesso gli uomini della polizia municipale, in borghese, si sono recati al centro tecnico rossoblù di Casteldebole. Alcuni giocatori sono stati sentiti brevemente dagli agenti della municipale. Il tutto nell'ambito dell'inchiesta coordinata dal Procuratore aggiunto Valter Giovannini, sui permessi handicap dati a Bologna a chi non ne aveva diritto.

In particolare gli accertamenti del Procuratore aggiunto e della Polizia municipale, per quanto riguarda il Bologna, mirano ad verificare se per caso i permessi handicap siano un benefit e chi lo abbia dato loro. L'inchiesta sui permessi vede indagate quattro persone, e per tre di loro è ipotizzata la corruzione. Si tratta di un dipendente della cooperativa che ha avuto in appalto da Atc la procedura di rilascio dei permessi per disabili e di due automobilisti che, grazie al dipendente compiacente, hanno ottenuto i pass senza averne diritto. Gli inquirenti hanno scoperto che ogni tagliando era stato 'pagato' 250 euro. I tre sono indagati anche per concorso in falso in certificazione e truffa ai danni del Comune. Come è indagata, ma solo per truffa, anche una dipendente Atc, che aveva accesso al sistema informatico e che aveva inserito la targa dell'auto di un familiare per un accesso temporaneo alla Ztl.

I PERMESSI ATTRAVERSO DISABILE TUTTOFARE  - Una donna disabile che aiuta i giocatori, soprattutto quelli appena arrivati, per trovare casa, pagare le bollette, orientarsi in una città sconosciuta per le varie necessità. Ma che non avrebbe alcun rapporto ufficiale e diretto col Bologna. Sarebbe questa, a quanto si è appreso, la spiegazione che potrebbe essere fornita alla Procura per i permessi per l'accesso alle zone ztl, la circolazione nelle giornate di blocco del traffico, la sosta negli spazi riservati e, gratis, sulle strisce blu trovate sulle auto di alcuni giocatori del Bologna. Per gli spostamenti in alcuni casi la donna utilizzerebbe l'accompagnamento dei calciatori aggiungendo la loro targa all'elenco personale di quelle autorizzate per il trasporto dei disabili.

 

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni