Percorso:ANSA.it > Cronaca > News

Ritrovati i corpi dei fratelli scomparsi

Gestivano un villaggio turistico a Vieste

28 novembre, 20:02
Il centro turitistico Sfinalicchio
Il centro turitistico Sfinalicchio
Ritrovati i corpi dei fratelli scomparsi

di Roberto Buonavoglia

FOGGIA - La mafia del Gargano e' tornata a colpire. E lo ha fatto con tutta la brutalita' e l'efferatezza di cui e' capace. Il messaggio che ha lanciato e' chiaro: chi si oppone a noi fara' la fine di Giovanni e Martino Piscopo, i fratelli-imprenditori turistici, di 51 e 45 anni, che il 18 novembre scorso sono stati sequestrati, uccisi con colpi di fucile e pistola e poi bruciati. I resti dei loro corpi carbonizzati sono stati trovati stamattina in un'Alfa Romeo 156 data alle fiamme in localita' 'Posta Telegrafo', una zona impervia tra Vieste e Peschici, da uomini del Corpo forestale dello Stato che cercavano i due da dieci giorni. Quale sia il movente del delitto e' presto per dirlo perche' i carabinieri stanno scavando nella vita delle due vittime, descritte come persone oneste, come paladini della legalita'.

Dalle parole del comandante provinciale dei carabinieri di Foggia, col.Vito Antonio Diomeda, sembra pero' emergere qualche indizio sul lavoro investigativo in corso. Dice l'ufficiale: ''evidentemente c'e' qualche problema di criminalita' che prescinde dal ruolo di imprenditori tranquilli e beati cosi' come sono stati descritti. Ma queste, ovviamente, sono solo ipotesi''. Parole che sembrano sollevare sospetti sulla vita delle vittime. Che dietro il delitto ci sia la mano della mafia lo dice invece chiaramente il procuratore di Bari, Antonio Laudati, capo della Dda, che per domani ha convocato nel suo ufficio un vertice a cui parteciperanno magistrati delle procure di Foggia e Lucera e i carabinieri.

''Le modalita' del duplice omicidio - spiegano dalla Dda - ''dimostrano che la mafia e' tornata a colpire sul Gargano in maniera efferata e violenta''. Scopo del vertice sara' 'stabilire, in maniera sinergica, le operazioni di contrasto alla criminalita' organizzata che diano ai cittadini del territorio non solo risposte certe sul piano della Giustizia, ma anche maggiore fiducia nella squadra Stato''. Una squadra che negli ultimi tempi e' tornata prepotentemente al lavoro nel Gargano per stanare latitanti come il superboss Franco Li Bergolis, di 32 anni, arrestato il 26 settembre scorso a Monte Sant'Angelo (Foggia). Li Bergolis era inserito nell'elenco dei 30 latitanti piu' ricercati d'Italia e ora sconta una condanna all'ergastolo.

Il suo potere era cresciuto a dismisura proprio negli ultimi due anni a causa di un'ultima faida che ha prodotto uccisioni di esponenti di punta della mafia garganica. Un'ultima faida che non ha piu' nulla a che fare con quelle nate da contrasti tra pastori per pascoli abusivi che risalgono al 1978 ma che, paradossalmente, e' sorta proprio dai processi - per mafia, estorsioni e traffico di droga - che a quelle faide dovevano mettere fine. Nonostante i blitz e le condanne, nel Gargano - secondo la Dia - restano radicate le famiglie Romito e Li Bergolis; a Vieste ci sono i Notarangelo-Frattaruolo. Clan che sono alla ricerca di nuovi equilibri, ma anche di persone che sappiano resistere alla voglia di collaborare con lo Stato e di dare aiuto a qualche latitante che ancora si nasconde nelle zone piu' impervie del Gargano.

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni