Percorso:ANSA.it > Cronaca > News

Bonanni: Sacconi, pericolo rigurgito terroristico

E' l'allarme del ministro del Lavoro dopo l'aggressione al leader della Cisl. Denunciata figlia di un pm per il lancio di fumogeni

10 settembre, 15:48
Maurizio Sacconi
Maurizio Sacconi
Bonanni: Sacconi, pericolo rigurgito terroristico

GUBBIO (PERUGIA) - "Vedo segnali di pericolo di rigurgito di tipo violento e finanche terroristico in Italia". Lo ha detto il ministro del Lavoro Maurizio Sacconi parlando a Gubbio e riferendosi dell'aggressione al leader della Cisl Raffaele Bonanni.

Il ministro Sacconi ha aggiunto di immaginare "iniziative straordinariamente inferiori a quelle del passato". Tuttavia - ha aggiunto il ministro parlando a margine della Scuola di Gubbio - "sappiamo che sono sufficienti degli episodi isolati per condizionare un percorso democratico".

DENUNCIATA FIGLIA DI PM
- E' stata denunciata per lancio di oggetti pericolosi, danneggiamento aggravato e accensioni pericolose la giovane identificata ieri nel corso della contestazione al leader della Cisl, Raffaele Bonanni, alla Festa del Pd di Torino: sarebbe stata lei, anche secondo le immagini scattate durante il blitz, a lanciare il fumogeno che ha raggiunto il giubbotto di Bonanni poco prima che lasciasse il palco. Altre persone che hanno partecipato alla contestazione sono in via di identificazione. La ragazza, Rubina Affronte, 24 anni fiorentina, come rileva la Stampa, è figlia del pm Sergio Affronte, in servizio alla procura di Prato. La giovane, che farebbe riferimento al centro sociale Askatasuna, è già stata denunciata in passato per invasione di terreni ed edifici.

RUBINA LA RIBELLE, DA STUDI AL LANCIO FUMOGENI - Le foto che su Facebook la ritraggono in bikini, sulla spiaggia della Maddalena e di Caprera, si mescolano a quelle dei cortei no Tav e delle manifestazioni anti-Lega. Sono i due volti di Rubina Affronte, 24 anni il prossimo 14 settembre. Giovane, bella e dall'aspetto quasi indifeso, ma capace di gesti 'forti' - lei che ha un padre magistrato a Prato e arriva da una famiglia bene della Toscana - per difendere le proprie idee ribelli. Per la polizia è lei la ragazza che mercoledi' ha colpito con un fumogeno il segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni, impedendogli di intervenire alla festa nazionale del Pd di Torino. La questura l'ha identificata dalle immagini delle televisioni presenti, che la mostrano con il braccio sopra la testa, mentre sta per lanciare il bengala già acceso. Giovanissima ma già una 'vecchia conoscenza' per le forze dell'ordine: era già stata denunciata in passato per invasione di terreni ed edifici. Occupazioni, insomma. "Le brave bambine vanno in Paradiso, le cattive ovunque", si legge sul suo profilo di Facebook, quasi a giustificare con questa massima il suo comportamento, quello di una studentessa che dopo l'istituto d'arte ha scelto di frequentare Psicologia all'università di Torino. E, al tempo stesso, di dedicare il tempo libero alle battaglie del Collettivo Universitario dell'Autonomia, di cui fa parte, e del centro sociale Askatasuna. Che il giorno dopo la protesta contro Bonanni - e la denuncia per lancio di oggetti pericolosi, danneggiamento aggravato e accensioni pericolose - si sono stretti attorno a lei, quasi nascondendola dal clamore del suo gesto. "Lasciatela stare: il personalismo - spiegano i suoi compagni - è quasi peggio di una condanna da parte della giustizia". Per Rubina Affronte, allora, parlano le foto su Facebook: quelle che la ritraggono spensierata sulle spiagge della Sardegna, ma anche quelle che la immortalano al campeggio del WWF o mentre realizza una gigantesca onda di cartapesta, simbolo della protesta studentesca contro la riforma Gelmini. E parlano anche i commenti dei suoi contatti: "Bonanni, chi semina vento raccoglie tempesta", scrive Vincenzo nel suo stato; "meglio antidemocratici che servi", aggiunge Floriana, mentre Luca si limita a un più diretto "io sono antidemocratico". Sono le parole di solidarietà che provengono dal mondo di Rubina, nome che deriva dal latino "rosso", il colore della protesta alla Festa del Pd e del fumogeno che ha bucato il giubbotto di Bonanni. Oggi nessuna replica della contestazione, quando alla Festa del Pd ha parlato il leader Uil Luigi Angeletti. Più forte il 'filtro' di polizia e organizzatori, ma era Bonanni il vero obiettivo della protesta che, hanno fatto sapere gli antagonisti, proseguirà anche domani con un volantinaggio davanti ai cancelli Fiat di Mirafiori e di Iveco.

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni