Percorso:ANSA.it > Cronaca > News

Pannella: carceri, Stato compie crimine da Corte penale

Visita Regina Coeli per ferragosto, ''vengano anche i cardinali''

13 agosto, 16:09

ROMA - Un ''delitto'', un ''crimine da Corte penale internazionale'': e' quello che compie lo Stato italiano per le condizioni in cui fa vivere i detenuti nelle carceri, secondo il leader dei Radicali Marco Pannella che oggi ha aperto a Roma con una visita a Regina Coeli il ''Ferragosto in carcere'', l'iniziativa promossa dal suo partito ma appoggiata da tutte le forze politiche e alla quale hanno aderito oltre 200 tra parlamentari e consiglieri regionali. ''Il sistema e' fuori legge, le condizioni di detenzione sono illegali'' rilancia Marco Cappato, che lo ha accompagnato nella ''ispezione'', insieme con il deputato del Pd Antonio Rugghia, e che spiega che negli altri Paesi quando il sistema penitenziario raggiunge la sua capienza massima, come accade ora in Italia, ''non puo' accettare nuovi detenuti''; per questo e' un ''dovere'' per lo Stato italiano liberare alcuni reclusi, aggiunge Cappato, auspicando l'intervento della giustizia internazionale perche' ''la tortura e' intollerabile''.

Pannella si augura che in questi giorni ci sia ''una corale manifestazione di civilta''' e che domani e il giorno di Ferragosto nelle carceri vadano anche ''cardinali e arcivescovi'', insomma si mobiliti ''la classe ecclesiastica'', cosi' come accadde agli inizi degli anni Ottanta per la battaglia contro ''lo sterminio per fame'', che vide Giovanni Paolo II incontrare i radicali. Ma spera anche in un ''segnale'' dei ''magistrati capaci e onesti'': ''dovete manifestarvi e rappresentare che siete pronti ad amministrare giustizia'', dice loro Pannella, che denuncia gli ''11 milioni di processi che non si celebrano''. E' Rugghia a fornire le cifre del sovraffollamento a Regina Coeli, che puo ' ospitare al massimo 724 detenuti ma che ne contiene in questo momento 1400. I problemi di questo carcere, spiega, sono comuni a quelli degli altri istituti e partono dalla ''riduzione molto forte'' delle risorse, ''il 30% in meno rispetto al 2007'', sia per la manutenzione delle strutture sia per i costi del personale. ''Cosi' - dice -diventa meno possibile il reinserimento sociale dei detenuti e il carcere diventa esclusivamente un luogo di pena e non di recupero''.

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni