Percorso:ANSA.it > Cronaca > News

Crisi ha colpito anche bellezza, meno massaggi e cure anti age

-7% italiani in centri estetici, compensato export +5% prodotti

18 aprile, 13:19
ROMA - La crisi economica ha messo un freno al boom del settore benessere. Almeno un milione (-7%) in meno gli italiani nei centri estetici nel 2009, secondo una ricerca Key-Stone, commissionata da Unipro (Associazione Italiana Imprese Cosmetiche), che sara' presentata domani nel corso della 43/ma edizione di Cosmoprof Worldwide di Bologna, la fiera internazionale di riferimento nel settore dell'estetica e della cosmesi. Si tratta, come sottolinea il presidente di Key-Stone Roberto Rosso, di ''un dato molto significativo considerando il forte aumento degli ultimi anni e il grande orientamento alla salute e bellezza che caratterizza le italiane e gli italiani''.
 
Anche il valore del mercato dei prodotti professionali, pari a 200 milioni di euro, ha subito un calo del 2,3% coerentemente con la riduzione dei trattamenti specifici (viso e corpo) che maggiormente richiedono consumo di cosmetici. E sono i trattamenti di base, come pulizia del viso e depilazione, che segnano il passo con una riduzione maggiore, ''segno di un calo degli accessi soprattutto per le fasce meno abbienti, che si rivolgono all'estetista solo per questi servizi''. Mentre i trattamenti complessivi hanno avuto si' un calo ma in misura ridotta: intorno al 2% per quelli specifici come i massaggi, e i trattamenti anti-age.
 
Tuttavia, gli operatori rimangono fiduciosi perche' dall'inizio dell'anno la riduzione del giro d'affari e' in frenata. Infatti il 50% degli estetisti dichiara che il primo trimestre sia stabile rispetto all'anno passato, un quarto lamenta una lieve riduzione e altrettanti un aumento. E contrariamente a quanto avviene nel mercato domestico, il trend delle esportazioni ha riscontrato un andamento positivo, con l'export che aumenta del 5%. ''Il calo avuto in Italia - secondo la ricerca - e' stato quindi parzialmente o completamente compensato dalle imprese con maggior vocazione all'internazionalizzazione''. Guardando al futuro, ben il 37% degli estetisti intervistati ritiene che ci sara' una ripresa, il 42% che il quadro rimarra' stabile, poco piu' del 10 non sa, e solo l'11% ritiene che si ridurra' ancora.

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni