Percorso:ANSA.it > Cronaca > News

Tragedia in Alto Adige, ci sono otto indagati

Il procuratore autorizza i tecnici a sollevare i vagoni

13 aprile, 12:05
Treno deraglia per frana, 9 morti
Treno deraglia per frana, 9 morti
Tragedia in Alto Adige, ci sono otto indagati

BOLZANO - Il procuratore di Bolzano Guido Rispoli ha autorizzato i tecnici a sollevare i vagoni del treno coinvolto dal disastro di ieri in val Venosta per escludere che vi siano vittime sotto il pianale del convoglio. "E' vero - ha detto il magistrato - che al momento non risultano segnalazioni di dispersi, tuttavia è necessario escludere qualunque eventualita". L'impianto ferroviario, intanto, rimarrà sotto sequestro almeno fino a domani per consentire l'opera dei periti. Per domani è anche previsto un sopralluogo dei magistrati sul posto. Al momento la procura ha già nominato due periti: uno di loro dovrà occuparsi dell'aspetto geologico della disgrazia, l'altro dovrà chiarire lo stato dell'impianto irriguo che sembra all'origine della tragedia. Rispoli ha confermato che per il disastro sono stati emessi otto avvisi di garanzia, indirizzati ai responsabili del consorzio irriguo ed ai proprietari dei fondi interessati dalla frana. Rispoli ha comunque specificato che l'iscrizione nel registro degli indagati "é un atto dovuto, per garantire agli interessati al diritto alla difesa e per garantire loro anche la possibilità di partecipare con dei tecnici di parte alle perizie". Le ipotesi di reato ipotizzate sono omicidio colposo, procurata frana e disastro ferroviario

BANDIERE A LUTTO IN ALTO ADIGE - Sono listate a lutto le bandiere sugli edifici pubblici in Alto Adige in segno di cordoglio per il disastro ferroviario di Castelbello nel quale nove passeggeri sono morti ed altri 28 sono rimasti feriti. E' una delle decisioni prese dalla giunta provinciale, che intende inoltre sostenere i familiari delle vittime, anche con contributi economici per le famiglie che dovessero trovarsi in difficoltà per la perdita dei loro cari. La seduta del consiglio provinciale, intanto, stamani si è aperta con un minuto di silenzio. Questa sera, in una cerimonia funebre presieduta dal vescovo Karl Golser, tutta la vallata si stringerà attorno ai parenti delle vittime, tutti valligiani che avevano preso il treno chi per andare al lavoro, chi per seguire le incombenze della vita quotidiana. A Castelbello, intanto, per tutta la notte la zona del disastro è stata presidiata dai pompieri che hanno controllato la frana abbattutasi sul convoglio della morte. All'alba sono ripresi i lavori dei tecnici ai quali spetta il compito, una volta consolidata la zona, di rimuovere i vagoni coinvolti nel disastro.

NOVE MORTI E 28 FERITI IN VAL VENOSTA
di Stefan Wallisch

BOLZANO - E' di nove morti e 28 feriti il bilancio definitivo dell'incidente ferroviario avvenuto stamani in val Venosta, in Alto Adige. Il treno regionale R108 è deragliato per una frana nel tratto della linea tra Castelbello e Laces, in un punto dove i binari attraversano una stretta gola. Ai soccorritori si è presentata una scena apocalittica. "Quando sono arrivato qui - racconta un carabiniere - mi venivano incontro lungo i binari i feriti ricoperti di fango e sangue".

Il luogo della disgrazia non è raggiungibile con i mezzi di soccorso, così i feriti hanno dovuto camminare per alcune centinaia di metri per poi scendere lungo un sentiero verso il greto del fiume Adige, dove la Protezione civile aveva tempestivamente allestito una sede operativa da campo. I feriti sono stati poi ricoverati negli ospedali di Silandro, Merano e Bolzano. La frana di 400 metri cubi è stata causata dalla rottura di un impianto di irrigazione di un campo di meleti che si trova sopra la gola. Rompendosi, l'impianto avrebbe 'infradiciato' pesantemente il terreno sottostante, rendendolo instabile fino a farlo franare. La frana ha colpito in pieno il treno della società provinciale di trasporti Sad che stava transitando proprio in questo momento. "E' una scena agghiacciante, il treno è pieno di terra e di fango. Dobbiamo lavorare con le mani, è una cosa tremenda", ha detto un pompiere volontario. L'intervento dei soccorritori è stato reso ancora più difficile dal fatto che il primo dei tre vagoni si trovava in bilico tra i binari e il fiume Adige. Una dopo l'altra le salme sono stata composte in dei sacchi di plastica. Per trasportarli i soccorritori hanno usato delle barelle con una ruota, di quelle per i soccorsi sui sentieri di alta montagna. Molte delle vittime sono morte per soffocamento. Il più giovane aveva 18 anni, i più anziani erano settantenni.

Tutti erano originari del posto, provenienti da un'area di una quindicina di chilometri al massimo dal posto della tragedia. E' morto anche il conducente, aveva solo 25 anni; lascia la moglie e due bambini. "Se la frana fosse scesa solo un'ora prima - ha detto uno vigile del fuoco durante una breve pausa - la tragedia poteva essere ancora più grande, perché il treno prima delle otto è strapieno di ragazzi che vanno a scuola a Merano". Sul luogo del disastro si è recato il ministro Altero Matteoli. "Una casualità incredibile - ha detto - sembra essere stata all'origine della disgrazia". "Non sono un tecnico - ha aggiunto - ma appare evidente che la forza che ha agito sui vagoni in transito è stata enorme. Si tratta di una frana di una decina di metri che ha colpito il treno proprio mentre il convoglio stava passando". Matteoli ha portato la "solidarietà di tutto il governo e del presidente del consiglio, Sivlio Berlusconi, che è in volo verso gli Stati Uniti e ha voluto essere informato".

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, appresa la notizia del deragliamento, si è messo in contatto con il prefetto di Bolzano al quale ha chiesto di essere informato sugli accertamenti in corso e sulla situazione riguardo ai soccorsi, ai feriti e alle vittime. La procura di Bolzano ha aperto un fascicolo sul disastro ferroviario della val Venosta. Le ipotesi di reato sono omicidio plurimo colposo, procurata frana e disastro ferroviario. Domani in Alto Adige saranno esposte le bandiere a mezz'asta, segno del cordoglio della popolazione per il disastro ferroviario della val Venosta. In serata nella chiesa parrocchiale di Silandro si svolgerà una celebrazione funebre presieduta dal vescovo della diocesi di Bolzano Bressanone Karl Golser.

ELENCO UFFICIALE VITTIME, IL PIU' GIOVANE AVEVA 18 ANNI, TUTTI DEL POSTO - Il piu' giovane aveva 18 anni, i piu' vecchi 73. Tutte le vittime del disastro ferroviario della Val Venosta erano originarie del posto, provenienti da un'area di una quindicina di chilometri al massimo dal posto della tragedia. Le forze dell'ordine, con l'autorizzazione del procuratore capo di Bolzano Guido Rispoli che coordina le indagini sul disastro, hanno diffuso l'elenco ufficiale delle vittime. Michaela Kuenz Oberhofer (18 anni), Val Martello; Elisabeth Peer (22 anni) Silandro residente Malles; Julian Hartmann (25 anni) nato e residente a Merano; Francesco Rieger (67 anni) di Castelbello; Judith Tappeiner nata e residente Silandro (20 anni); Rosina Ofner (36 anni) nata a Silandro e residente a Tubre; Regina Tschoell nata e residente a Lasa (73 anni); Micaela Zosch (34 anni) nata a Malles e residente a Prato Stelvio; Franz Hohenegger (73 anni) nato a Malles e residente a Silandro.

E' stato istituito un numero telefonico di emergenza (800751751) al quale può telefonare chi voglia avere informazioni sui passeggeri del treno della morte.

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni