Percorso:ANSA.it > Cronaca > News

Napoli, regali a chi non sparerà i "botti"

Ancora sequestri di fuochi illegali dal Trentino alla Gallura

29 dicembre, 12:00

NAPOLI - Non spari? Meriti un regalo. E' la campagna contro i botti promossa da un coordinamento di associazioni, imprenditori e professionisti, tra i quali il medico Vincenzo Sorrentino che lo scorso anno lanciò lo "sciopero del sesso" delle donne per convincere i mariti a rinunciare ai petardi fuorilegge. "I nostri primi alleati - spiega l'ex assessore provinciale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, promotore del Coordinamento campano contro l'uso dei fuochi illegali - sono i bambini, maggiori vittime di botti e petardi ed è a loro che sono stati destinati la maggior parte dei doni della nostra campagna".

Si tratta di 350 ingressi gratuiti al parco giochi Edenlandia, 300 dvd, 100 babà offerti dal Gambrinus e uno stock di cravatte di Marinella, per spingere soprattutto i loro genitori a non usare i fuochi. "Vogliamo che proprio i bambini costringano i loro genitori a non sparare. Ogni anno la criminalità guadagna oltre 30 milioni di euro grazie al mercato abusivo dei fuochi. Proprio per questo la campagna proseguirà anche denunciando i venditori abusivi e premi speciali saranno donati proprio a coloro che segnaleranno alle forze dell'ordine i produttori e venditori abusivi". Già stamattina sono stati regalati i primi doni alle persone che hanno sottoscritto l'impegno scritto a non sparare a Capodanno e a denunciare i venditori abusivi. Per ricevere i regali, le famiglie di Napoli e provincia potranno recarsi alla cassa del Gambrinus, dove riceveranno l'apposito modulo di impegno a non sparare.

SEQUESTRATI 1,5 QUINTALI DI FUOCHI NEL CASERTANO - I carabinieri di Piedimonte Matese hanno sequestrato questa mattina oltre un quintale e mezzo di fuochi d'artificio, messi in vendita senza autorizzazione, nel mercato settimanale di merce varia. Il sequestro si inquadra nell'ambito dell'operazione 'Capodanno sicuro', disposto dal comandante della compagnia, capitano Salvatore Vitiello, che prevede anche un capillare monitoraggio attuato anche con perquisizioni in abitazioni dove si sospetta vengano nascosti ingenti quantitativi di pericolosi materiali esplodenti.

2,5 TONNELLATE SEQUESTRATE IN CASA DI PAESE TRENTINO - Due tonnellate e mezzo di prodotti pirotecnici sono stati sequestrati dalla polizia in un'abitazione di Cloz, in Trentino. Un rappresentante di commercio è stato denunciato. Il maxi sequestro è stato compiuto al termine di indagini condotte dalla Polizia amministrativa nell'ambito dei controlli sui botti illegali. I prodotti pirotecnici, un migliaio, tutti legali e classificati dal ministero, sono stati trovati in un vecchio edificio situato nel centro del piccolo paese della val di Non, in mezzo ad altre case. Gli articoli erano chiusi in un'ottantina di scatoloni stipati in quattro camere a pianterreno e al primo piano e nella cantina. In tutto i prodotti pirotecnici corrispondevano a 791 kg di principio attivo, soprattutto polvere nera. La legge consente il deposito per la vendita di non oltre 200 kg di principio attivo nel rispetto delle norme di sicurezza. Per questo il proprietario della casa, G.F., 44 anni del posto, è stato denunciato per detenzione illegale di prodotti esplodenti. Data la pericolosità di questi botti, sarebbe bastata un accidentale innesco per causare una esplosione dalle conseguenze gravissime, sottolinea la polizia. L'uomo risulta essere in possesso dell'abilitazione per lo sparo di questi prodotti e già in passato li aveva forniti per alcuni spettacoli pirotecnici.

80 CHILI MATERIALE ESPLODENTE SEQUESTRATI A CATANZARO - Ottanta chili di materiale pirotecnico di genere vietato sono stati sequestrati dalla polizia a Catanzaro. Il materiale è stato trovato a casa di T.R., di 30 anni, che é stato denunciato dagli agenti della sezione volanti per detenzione di materiale pirotecnico di genere vietato. Gli artifici pirici, vista la loro pericolosità, sono stati portati in un poligono all'aperto e distrutti.

MEZZO QUINTALE FUOCHI IN CASA,ARRESTATO NEL NAPOLETANO - I carabinieri di Lettere (Napoli) hanno arrestato Umberto Spagnoletta, 27 anni, con l'accusa di fabbricazione e detenzione di materiale esplodente. Sul posto è intervenuto personale del nucleo artificieri del comando provinciale di Napoli che ha proceduto alla messa in sicurezza del materiale esplodente, del peso complessivo di 50 kg. Spagnoletta è stato posto agli arresti domiciliari.

SEQUESTRATI 4.000 FUOCHI ARTIFICIALI IN GALLURA - Quattromila fuochi artificiali di varia tipologia sono stati sequestrati dai carabinieri in un negozio a Calangianus, nell'ambito dei servizi straordinari di controllo predisposti in occasione delle festività di fine anno. Il commerciante titolare dell'esercizio è stato denunciato a piede libero per detenzione e vendita illegale di materiale esplodente.

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni