Percorso:ANSA.it > Cronaca > News

Ponte sullo Stretto, partono i lavori

Via al cantiere per deviare la ferrovia

23 dicembre, 19:21
Una ricostruzione del ponte sullo Stretto di Messina
Una ricostruzione del ponte sullo Stretto di Messina
Ponte sullo Stretto, partono i lavori

VILLA SAN GIOVANNI (REGGIO CALABRIA) - Sono partiti oggi i lavori del primo cantiere per la realizzazione del ponte sullo Stretto di Messina. Si tratta della deviazione della linea ferroviaria tirrenica in corrispondenza di Cannitello per risolvere le interferenze con il futuro cantiere della torre del ponte, lato Calabria, che costerà 26 milioni di euro, e - si legge in una nota della società Stretto di Messina - rappresenta la prima fase del più ampio progetto di spostamento a monte della linea ferroviaria Battipaglia-Reggio Calabria.

L'amministratore delegato della Stretto di Messina, Pietro Ciucci, ha ricordato che il 2009 è stato un anno decisivo per la ripartenza del ponte, in cui sono stati superati i problemi relativi al blocco dell'opera del 2006, è stato approvato l'aumento di capitale della Società Stretto di Messina, che porta a 2,5 miliardi di euro le risorse destinate alla Società, mentre il residuo ammontare verrà raccolto sui mercati finanziari secondo le modalità tipiche del project finance.

MATTEOLI, NON SARA' CATTEDRALE NEL DESERTO - ''Stiamo rispettando i tempi che ci eravamo assegnati per la ripartenza delle opere pubbliche''. A sostenerlo, in una nota diffusa dalla societa' Stretto di Messina, e' il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, che, in merito all'avvio dei lavori a Cannitello, afferma: ''oggi partono con puntualita' anche i primi lavori propedeutici al Ponte sullo Stretto e nel prossimo anno proseguiranno anche sulla costa siciliana. Si tratta di lavori indispensabili per avviare la costruzione del manufatto, ma necessari a prescindere dal Ponte. Un'opera che il governo ritiene prioritaria e per la quale sono stati compiuti tutti i passi necessari e non facili per realizzarla''.

''Il Ponte - ha aggiunto Matteoli - non sara' una cattedrale nel deserto, come i critici dell'opera sostengono, sara' invece una infrastruttura, unica al mondo, che generera' sviluppo, occupazione e crescita economica e che, a cascata, determinera' la realizzazione di altri interventi infrastrutturali necessari alla Calabria e alla Sicilia. Mi riferisco alla rete stradale, ferroviaria, agli altri servizi cosi' tanto carenti in questa meravigliosa area''.

REALACCI: INIZIO LAVORI? UN GRANDE BLUFF - ''Quello dell'inizio oggi dei lavori per il ponte sullo stretto di Messina e' un grande bluff e svela una grande bugia'', dice Ermete Realacci, deputato del Pd a Radio Radicale. ''E' un grande bluff - aggiunge - perche' non e' vero che iniziano oggi i lavori di realizzazione del ponte, si inizia solo a spostare un tratto di ferrovia che c'entra pochissimo con la realizzazione del ponte, perche' altrimenti non si potrebbe fare visto che non si possono avviare lavori di un'opera su cui non c'e' ancora il piano di fattibilita'''.

''E poi - prosegue Realacci - c'e' un'enorme bugia che comincia ad essere smascherata: Matteoli e il governo hanno sempre detto che i soldi per realizzare il ponte erano tutti privati. A tutt'oggi invece esistono solo risorse pubbliche, almeno 2 miliardi di euro, di risorse private non c'e' nemmeno l'ombra. Oggi l'ad di Fs Moretti, per rispondere alle critiche sullo stato delle ferrovie, dice che se avesse a disposizione i soldi che servono per il ponte avremmo delle ferrovie molto piu' belle. E' esattamente quello che pensiamo noi''.

RETE NO PONTE: CANTIERE APRE CON FUNERALI NISTICO' - ''Il 23 dicembre e' una giornata storica. Lo proclama il ministro Matteoli. Ed infatti e' cosi', ma non tanto per la fantomatica prima pietra del Ponte che, nonostante tutti gli annunci non si puo' proprio 'posare'; e' una giornata maledettamente importante perche oggi si terranno i funerali di Franco Nistico''', morto sabato scorso dopo avere concluso il suo intervento alla manifestazione organizzata dalla Rete No Ponte.

A sottolineare la coincidenza tra la posa della prima pietra, in programma oggi a Cannitello, a Villa San Giovanni, e il funerale di Nistico' e' il centro sociale Cartella che ritiene non possibile l'avvio dei lavori perche' ''non solo manca il progetto esecutivo del Ponte, ma manca anche quello della Variante di Cannitello. L'11 dicembre - affermano dal centro sociale - e' stata aperta una nuova procedura di Valutazione di impatto ambientale e il nuovo progetto e' sottoposto a verifica di ottemperanza delle prescrizioni Cipe''.

''Oggi, pero' - prosegue la nota - si terranno i funerali di Franco Nistico', vittima della campagna di criminalizzazione che hanno costruito attorno al nostro movimento e di una gestione militarista della piazza tesa solo a reprimere. Proprio come sabato. Un corteo pacifico, colorato, festoso come e' sempre stato e come si sapeva bene sarebbe stato, costretto pero' a sfilare in una citta' militarizzata, ma senza ambulanza''.

''Qualcuno - prosegue la nota - ha definito Franco la prima vittima del Ponte. Forse lo e', forse non lo e', considerando le vittime della guerra di 'ndrangheta che la Dda collega agli appetiti sui miliardi del Ponte. Sicuramente Franco e' vittima di un sistema repressivo che ci vorrebbe silenti nel vedere svendere la nostra terra''.

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni