Percorso:ANSA.it > Cronaca > News

Nel covo di Nicchi trovati cellulari e pc

Inquirenti al lavoro su tabulati e hard disk

07 dicembre, 09:28
Il covo del boss
Il covo del boss
Nel covo di Nicchi trovati cellulari e pc

PALERMO - Pizzini dietro non ne aveva. Perché nel misero appartamento di via Juvara, dove è finita la sua latitanza, doveva fermarsi per poco: giusto il tempo di organizzare un incontro d'affari. Gianni Nicchi, il boss ragazzino, di racket e droga preferiva parlare guardando in faccia i suoi interlocutori. "E' uno che si è sempre mosso molto in città", ha raccontato agli inquirenti il pentito Marco Coga, un tempo molto vicino al numero due di Cosa nostra. Era cauto. Cambiava nascondiglio spesso, ma restava a Palermo. Lì si sentiva sicuro, tanto da riuscire ad avere una vita quasi normale: usciva, frequentava i locali. L'unica precauzione era il casco integrale con cui, in moto, sfrecciava per la città.

Anche venerdì, la sera precedente all'arresto, Gianni Nicchi 'u picciotteddu, e' salito in sella a una enduro e è andato a bere in un pub. Con lui un amico. Gli agenti l'hanno visto uscire dalla casa, che da tempo tenevano sotto controllo perché, nonostante fosse disabitata dalla morte della proprietaria, era frequentata da diverse persone, alcune delle quali già individuate come i favoreggiatori del boss. Nicchi è uscito col casco indosso, la polizia non era certa dunque che si trattasse di lui; l'ha pedinato e ha atteso che rientrasse. Il giorno dopo, un uomo, il "vivandiere", nipote della padrona dell'appartamento, si è presentato coi sacchetti della spesa. Una circostanza che ha ulteriormente insospettito gli agenti, che sono entrati in azione.

Passato al setaccio il covo: ma, a differenza degli altri boss, che portavano con loro documenti e pizzini, Nicchi, che pure in passato aveva usato i bigliettini per comunicare - li nascondeva nei pacchetti di sigarette - con sé aveva solo cellulari e un pc. E il lavoro degli inquirenti comincerà proprio dai tabulati dei telefonini e dall'hard disk del computer. Il capomafia, ricercato per due misure cautelari emesse nell'ambito delle operazioni Perseo e Old Bridge, potrebbe essere interrogato, nei prossimi giorni, alle udienze dei due processi in cui è imputato di associazione mafiosa ed estorsione: uno pendente in appello; l'altro in tribunale. Ma l'interrogatorio di garanzia, che dovrebbe essere condotto dal collegio giudicante, potrebbe anche essere superato, se il capomafia decidesse di rendere dichiarazioni spontanee. Saranno, invece, interrogati dal gip che dovrà convalidarne l'arresto Alessandro Presti e Giusi Amato, i due giovanissimi favoreggiatori trovati nel covo. Quando la polizia è entrata nella casa, erano all'ingresso. Si sono arresi subito; mentre il capomafia ha tentato un fuga dal cortile interno del palazzo. Stanotte Nicchi rimarrà nel carcere di Pagliarelli. Ma la Procura ha fatto sapere che già domani saranno preparati i documenti da inviare alla Dna e poi al ministero della Giustizia per l'applicazione del carcere duro. E', invece, in isolamento, nel carcere di San Vittore di Milano, Tanino Fidanzati, anziano padrino di Cosa nostra, tornato in auge dopo i recenti arresti dei vertici della mafia palermitana, e ricercato per omicidio e associazione mafiosa. Un tempo re del narcotraffico, si nascondeva nel capoluogo lombardo dove aveva amici e familiari. La polizia lo cercava da mesi. Poi, ieri, il colpo di fortuna: un ispettore che passeggiava in via Marghera ha riconosciuto il vecchio boss e ha chiamato i rinforzi. In pochi minuti decine di agenti gli sono stati addosso. Fidanzati si è spacciato per un altro. Un tentativo disperato che non lo ha salvato dalla galera.

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni