Percorso:ANSA.it > Cronaca > News

Associazione Ristretti Orizzonti, 11 morti a novembre, 159 nel 2009

Nei penitenziari americani tasso di suicidi e omicidi e' sceso del 70%

26 novembre, 18:24
Undici morti nelle carceri nel mese di novembre
Undici morti nelle carceri nel mese di novembre
Associazione Ristretti Orizzonti, 11 morti a novembre, 159 nel 2009

ROMA - In carcere si muore con frequenza allarmante e spesso a morire sono persone giovani e giovanissime: delle 11 persone decedute in questo mese di novembre soltanto 3 avevano più di 50 anni, le altre 8 sono state stroncate dal "mal di carcere", che si traduce in suicidi, in overdose, ma a volte anche in morti per motivi apparentemente inspiegabili. A denunciarlo, in una nota, è l'associazione Ristretti Orizzonti, che indica in 159 i detenuti uccisi dal "mal di carcere" dall'inizio del 2009. Il caso più recente rilevato è quello di Alessio Scarano, 24 anni, ritrovato l'altra sera agonizzante nella sua cella del carcere di Cuneo. La famiglia solleva pesanti dubbi sull'accaduto: "Ci hanno detto che è morto per cause naturali ma lui stava bene, non aveva alcun problema fisico. Voglio sapere come è morto mio nipote - dice Graziella Marchese, 71 anni, nonna di Alessio - se è stato picchiato, se è stato ucciso da qualcuno". Dal 2000 ad oggi le morti in carcere sono state 1.542: un terzo aveva meno di 30 anni e un altro terzo tra i 30 e i 45 anni. Il 60% era in attesa di giudizio, quindi, "tecnicamente" - sostiene Ristretti Orizzonti - in 10 anni più di 1.000 persone "innocenti" sono morte in carcere. In molti casi questa "non colpevolezza" era reale, non soltanto formale, dato che - si sostiene nella nota - il 40% delle persone incarcerate viene poi assolto a processo. L'associazione traccia poi un paragone tra le morti nelle carceri italiane per "cause violente" (i casi riconosciuti ufficialmente come suicidi o omicidi), e quelle nei penitenziari degli Stati Uniti: in Italia un detenuto ogni 1.000, mentre nelle carceri Usa uno ogni 4.000 circa. Negli anni '80 la frequenza delle morti violente nelle carceri americane era superiore a quella italiana, ma dopo una serie di interventi (la costituzione di uno staff composto da 500 operatori, in prevalenza psicologi, che si e' fatto carico della formazione permanente del personale penitenziario) sulla prevenzione del suicidio e degli atti violenti, il tasso di suicidi e omicidi si é ridotto di quasi il 70%. Dalla metà degli anni '90 a oggi questo livello e' rimasto pressoché costante negli Usa, malgrado l'aumento considerevole della popolazione detenuta. In Italia il tasso di mortalità dei detenuti per "cause violente" negli ultimi 30 anni si è mantenuto su valori costanti, con "picchi" di suicidi in corrispondenza delle situazioni di massimo affollamento degli istituti di pena. Sul fronte della prevenzione, Ristretti Orizzonti ricorda due circolari, una del 1987, l'ultima del 2007, con cui il Dap ha dettato le regole di accoglienza per i nuovi giunti. "Provvedimenti - sottolineano - che non sembrano avere avuto una particolare incidenza, anche perché il personale penitenziario che dovrebbe garantirne la messa in pratica (psicologi, educatori, etc.) è scarsissimo, basti pensare che mediamente un detenuto ha a disposizione 10 minuti di assistenza psicologica in un anno, mentre un educatore potrà dedicargli circa un'ora ogni mese (almeno teoricamente, perché nella realtà la maggior parte del tempo viene dedicato all'espletamento di pratiche burocratiche)".

 

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni