Percorso:ANSA.it > Calcio > News

Cagliari: esonerato vice-allenatore Pulga

Cellino ci ripensa, Lopez confermato

18 febbraio, 20:14
Cagliari: esonerato vice-allenatore Pulga

Massimo Cellino e le inversioni a U. Via l'allenatore. No, anzi resta. Era già successo qualche settimana a Leeds con il manager Brian McDermott. Non solo il tecnico inglese continua a guidare la squadra ma, riferiscono i giornali d'oltre Manica, ora c'è pure un grande feeling con il neo proprietario Massimo Cellino, che oggi, sponda Cagliari, ha confermato Diego Lopez, esonerando, invece, il suo vice Ivo Pulga. La tentazione dell'ultimo esonero prima della (probabile) cessione della società a Cellino è rivenuta anche in Sardegna. Ieri la storia con Lopez sembrava finita: presidente troppo preoccupato per gli ultimi risultati. Di facile lettura. Nelle partite di basket, quando da troppi minuti non si riesce a infilare la retina, il coach chiama il time-out. Nel calcio, con un parziale così (cinque sconfitte nelle ultime partite), la soluzione di solito si chiama esonero. Cellino, che in passato aveva preso drastiche decisioni per molto meno, ieri sera sembrava proprio convinto. Anche il ds Nicola Salerno, meno di 24 ore fa, a modo suo si era anche sbilanciato: "Potrebbero esserci delle novità".

E si faceva proprio il nome di Pulga - già primo allenatore l'anno scorso - come sostituto, forse solo provvisorio, di Lopez. Ed invece all'appuntamento fissato questo pomeriggio ad Assemini per l'allenamento delle 15:30 Lopez c'era. E nella tarda serata la sorpresa, con la notizia dell'allontanamento di Pulga. Ripensamento, insomma. Due i fattori decisivi. Primo, l'affiatamento del tecnico uruguagio con il gruppo storico della squadra: con capitan Conti, tanto per intenderci, Lopez era in campo in quel famoso Cagliari-Napoli (2-1 con rimonta nei minuti di recupero) che ha cambiato la storia recente del Cagliari. Anzi, è molto probabile che proprio dai giocatori sia arrivata la richiesta al presidente: non lasciarci senza Diego. Secondo, il fatto che Lopez sia una scommessa dello stesso Cellino: è stato il patron a spianargli la strada alla prima squadra a una manciata di anni dall'addio al calcio giocato. Insomma, il presidente potrebbe aver deciso di seguire più il cuore che l'istinto. Anche se già la gara di domenica a Milano con l'Inter, già di per sè difficile, rischia comunque di essere decisiva: una sconfitta, soprattutto se accompagnata da una prova scialba, sarebbe per il tecnico il colpo di grazia

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni