Percorso:ANSA.it > Calcio > News

Scommesse: Mauri rischia 5 anni, la Lazio -6 punti

Per match 2011 con Genoa e Lecce. In aula il 24

11 luglio, 00:40
Stefano Mauri (s) e Claudio Lotito baciano la Coppa Italia vinta dalla Lazio il 26 maggio 2013
Stefano Mauri (s) e Claudio Lotito baciano la Coppa Italia vinta dalla Lazio il 26 maggio 2013
Scommesse: Mauri rischia 5 anni, la Lazio -6 punti

"La Lazio ha fiducia nella correttezza di Stefano Mauri e confida che il capitano dimostri la sua estraneità ai fatti". E' questo il senso di una dichiarzione all'ANSA della società biancoceleste, dopo il deferimento per la vicenda calcioscommesse del suo giocatore e dello stesso club per responsabilità oggettiva.

Erano attesi per oggi, ma i deferimenti relativi al filone d'inchiesta cremonese sul Calcioscommesse hanno riservato comunque delle sorprese. Il prossimo 24 luglio, davanti alla Commissione Disciplinare della Figc, si discuterà infatti anche della presunta combine di Lecce-Lazio del 22 maggio 2011, oltre a quella di Lazio-Genoa del 14 maggio 2011. Il procuratore Figc, Stefano Palazzi, ha deciso infatti di non dividere in due distinti procedimenti questa tranche dell'inchiesta lombarda. A rischiare di più, negli undici deferimenti davanti alla Commissione Disciplinare nel processo che dovrebbe prendere il via il 24 luglio, sono la Lazio e il suo capitano Stefano Mauri e il suo amico calciatore Alessandro Zamperini. Il centrocampista biancoceleste, infatti, è stato rinviato a giudizio per doppio illecito per entrambe le partite oltre che per la violazione dell'articolo 1, comma 1 (violazione dei principi di lealtà, correttezza e probità) e dell’articolo 6, comma 1 (divieto di effettuare scommesse): Palazzi potrebbe chiedere per lui tra i 4 e i 5 anni di squalifica (per il portiere del Toro, Jean Francois Gillet, deferito soltanto per due illeciti, nel filone Bari-bis, il procuratore ha chiesto 4 anni). Ma la posizione del brianzolo potrebbe pesare anche sulla la Lazio che potrebbe subire da 4 a 6 punti di squalifica (oltre che un'ammenda), almeno in primo grado: 2 punti per la responsabilità oggettiva sul proprio tesserato per ciascuno dei due illeciti, più 2 punti per le aggravanti date dalla "effettiva alterazione dello svolgimento e del risultato della gara" e dal "conseguimento del vantaggio in classifica" ottenuto con le due vittorie dei biancocelesti. Rischiano invece 2-3 punti il Genoa (per responsabilità dell'ex tesserato Omar Milanetto, che potrebbe rimediare 3 anni e 6 mesi come tutti i deferiti per un singolo illecito)e il Lecce (che risponde per i tesserati Benassi, Ferrario e Rosati).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni