Percorso:ANSA.it > Calcio > News

Bearzot: Fifa, Italia piange suo ct piu' amato

In 11 anni 51 vittorie e 28 pareggi su 104 partite

30 dicembre, 18:32
Bearzot portato in trionfo dai giocatori
Bearzot portato in trionfo dai giocatori
Bearzot: Fifa, Italia piange suo ct piu' amato

MILANO - ''L'Italia oggi piange la perdita del suo tecnico piu' amato'': cosi' la Fifa commemora Enzo Bearzot, che definisce ''un visionario del pallone'' dalla ''eminente carriera'', legato ad una serie di saldi principi, il piu' importante dei quali era ''il calcio e' prima di tutto e soprattutto un gioco''. Nel suo sito Internet, l'organismo che governa il calcio mondiale pubblica un lungo e affettuoso ricordo del condottiero dei Mondiali 1982, sostenendo che il termine di ''commissario tecnico'' mal si attagliava ad un allenatore che ''anteponeva i valori umani ad ogni altra cosa''. Bearzot - ricorda la Fifa -''eredito' una squadra che soffriva una crisi di identita''' dopo la ''disastrosa esibizione alla Coppa del mondo 1974 in Germania''.

''Nei suoi 11 anni di mandato, ripristino' le fortune dell'Italia, ottenendo 51 vittorie e 28 pareggi su un totale di 104 partite'', sottolinea la nota, citando altresi' il suo passato di giocatore, un ''generoso centrocampista difensivo''. ''Attingendo alla sua riserva infinita di pazienza e facendo orecchie da mercante alle critiche e alle controversie, egli stabili' uno stretto legame con un affiatato gruppo di giocatori. Con giovani stelle emergenti quali Paolo Rossi e Antonio Cabrini, un Italia di aspetto nuovo mostro' segni di rinascita ad Argentina 1978, giocando un calcio piu' attraente e moderno'', si legge sul sito della Fifa. La nota ricorda poi che ai Mondiali 1982, dopo un inizio incerto, il ct, ''immune alle critiche, si chiuse per tre giorni con i suoi giocatori nel ritiro di Vigo e concentro' i suoi sforzi nel rafforzare la loro determinazione e promuovere la fiducia''. E fu una progressione irresistibile di un'Italia ''irriconoscibile'' rispetto alla prima fase. A mano e mano che gli azzurri progredivano, ''Bearzot masticava la sua pipa, sovrintendendo ad un trionfo incredibile e inaspettato, con le sue idee innovative che ispirarono piu' di un imitatore negli anni seguenti'', scrive la Fifa. ''Il calcio e' un gioco che si fa con due ali, un centravanti ed un regista, cosi' e' come lo vedevo io. Ho scelto i miei giocatori e poi li ho lasciati giocare senza cercare di imporre loro schemi tattici'', ebbe a dire Bearzot, a quanto ricorda l' organismo che regola il football mondiale.

 

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni