Percorso:ANSA.it > Associate > News

Monti: possibile rivedere Imu-Irpef ma no promesse vane

07 gennaio, 15:13
Mario Monti
Mario Monti
Monti: possibile rivedere Imu-Irpef ma no promesse vane

di Federico Garimberti

Ieri 'cinguettava' su Twitter di voler riformare la legge elettorale; oggi parla in Tv di modificare l'Iva, ridurre l'Irpef e congelare l'Iva. E' un Mario Monti decisamente più attento alle tasche degli elettori quello che si presenta alle telecamere di SkyTg24. Segno che il leader di Scelta Civica, forse motivato dagli ultimi sondaggi che lo danno al 15%, punta a raggranellare il massimo dei consensi. Per farlo prende anche le distanze da Angela Merkel: sostenerla perché mi rivuole al governo? "Non c'é reciprocità in queste cose", chiosa. E rivela pubblicamente - rischiando la gaffe diplomatica - di avere "l'endorsement" di Barack Obama nella corsa a palazzo Chigi.

Incalzato dalle domande di Gianluca Semprini, il professore si toglie diversi sassolini dalle scarpe: soprattutto nei confronti di Berlusconi: ricorda che prima di attaccarlo quotidianamente non doveva considerarlo un "leaderino" visto che gli aveva offerto la leadership del centrodestra, da lui rifiutata al vertice del Ppe. Eppure non chiude la porta del dialogo col Cavaliere, a condizione che - così come Bersani - si distanzi da quei "nidi di conservazione" che "sia a destra che a sinistra" impediscono il rinnovamento del Paese. Monti rivela che i primi a sapere della sua decisione di 'salire' in politica sono stati Giorgio Napolitano e sua moglie Elsa: "I due presidenti, quello della Repubblica e quello di casa mia", ironizza. Decisione che, ammette, stava "covando" da tempo; lo 'strappo' del Pdl ha solo "rafforzato" il suo convincimento. Si difende dall'accusa di aver tradito la fiducia di chi lo credeva super partes: "Non c'era nessun patto", su questo. Non lesina stoccate ai suoi alleati: nel confermare che le candidature saranno definite "nei prossimi giorni", anche se forse non martedì (in attesa di un nuovo vertice con Udc e Fli pare confermato il criterio di due deroghe a lista per chi abbia più di tre mandati, sei in tutto dunque), ribadisce di essere stato lui a volere più liste alla Camera. "Sono convinto che sia meglio così", spiega, negando di aver subito diktat di Casini o Fini. Anzi, aggiunge malizioso, sono loro ad aver avuto una "sorpresa non gradita" scoprendo di non poter avere riferimenti al suo nome nel simbolo. Come a dire: è alla Camera che ci peseremo e verificheremo i reali rapporti di forza. Ma è sul capitolo pressione fiscale che il premier si gioca le sue carte elettorali: non solo confermano che non servono nuove manovre, ma riconosce che l'Imu "va modificata" e il suo gettito "destinato maggiormente ai comuni". L'intenzione sarebbe quella di alleggerire l'imposta sulla prima casa, con particolare attenzione alle famiglie con figli a carico. Ma è in generale "l'intera struttura fiscale" ad aver bisogno di una rivisitazione, anche se per farlo occorrono "alcuni anni". Insomma "le tasse vanno ridotte", abbassando ad esempio di un punto l'Irpef e congelando l'Iva, ma senza "promesse non mantenibili": ad ogni riduzione dovrà corrispondere cioé un taglio alla spesa pubblica. Respinge al mittente l'accusa di essere vicino a banche e grandi industrie ("chiedete a Bill Gates e Jack Welch", dice ricordando la multa a Microsoft e la bocciata fusione Ge-Honeywell di quando era commissario Ue), sottolineando che era Berlusconi ad essere contrario alla tassa sulle transazioni finanziarie, non lui. Dice di auspicare una maggiore flessibilità del mercato del lavoro come chiesto da Ichino, ma sottolineando di volerlo anche nell'interesse dei lavoratori.

Glissa sulle unioni gay, spiegando che su questi temi, "forse più importanti di quelli economici, ma meno urgenti" spetta al Parlamento decidere. E parla del suo futuro: candidandosi le sue chance di salire al Quirinale si sono notevolmente ridotte, ma non esclude incarichi europei: non alla guida della Commissione Ue, per la quale è meglio un "giovane", quanto piuttosto sulla poltrona di presidente del Consiglio Ue

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni