Percorso:ANSA.it > Associate > News

Ingv, precari in sciopero: una battaglia di tutta la ricerca

Sospensione della proroga dei contratti per i 'guardiani' dei terremoti

10 dicembre, 19:43

L'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), per la prima volta nella storia dalla sua fondazione, ha interrotto oggi le sue attività per un giorno di sciopero, con presidio presso la Funzione pubblica a Largo Vidoni.

Il problema dei precari dell'Ingv rientra nella norma del decreto Stabilita' relativa a tutto il pubblico impiego, salvo accordi decentrati . E' quanto hanno comunicato oggi a Roma i rappresentanti del ministero della Funzione Pubblica ai sindacati che rappresentano i precari dell'Ingv, oggi in sciopero per la sospensione della proroga dei loro contratti. I sindacati Cgil, Cisl e Uil sono convocati domani nella Commissione Lavoro della Camera per proseguire la discussione sul precariato del pubblico impiego.

''Alcuni di noi, come me - spiega Mariagrazia Ciaccio, sismologa - lavorano da 15 anni con l'Ingv, che non vive senza precari. Noi lavoriamo nelle reti di monitoraggio sismico e vulcanico, nella cosiddetta Sala sismica. Siamo circa il 40% dei lavoratori, e se dal primo Gennaio non dovessimo piu' lavorare, si porrebbe anche un problema di sicurezza nazionale. Se cioe' chi fa il monitoraggio manca, allora ci crea un grave problema''. Mariagrazia Ciaccio racconta che da gennaio avrebbe dovuto essere presente ''nei turni di reperibilita' sismica. Se ad esempio si verifica una scossa di elevata magnitudo, parte la rete mobile e va sul campo per installare nuove stazioni e raccogliere nuovi dati. Cosi' accadde esattamente dopo un'ora dal terremoto del 6 aprile 2009 all'Aquila. Tre delle quattro persone che partirono allora, erano e sono ancora precarie. Se manchiamo noi, chi partirebbe?''. Tra gli striscioni esposti dai lavoratori, 'Senza precari chi controlla Vesuvio e terremoto?' e 'Irpinia, Emilia, Abruzzo, governo smettila di fare lo struzzo'.

''E' ora di aprire una nuova stagione per gli enti pubblici di ricerca. Partiamo dai precari''. Lo affermano Domenico Pantaleo, segretario generale Flc Cgil, e Alberto Civica, segretario generale Uil Rua, a proposito dello sciopero dell'Ingv per la sospensione della proroga del contratto per i precari dell'ente. Questo, sottolineano, ''e' il primo sciopero dichiarato da quando l'Ente esiste, e rappresenta uno dei pochissimi casi di sciopero di un ente solo''. I precari, rilevano i leader sindacali, ''sono inseriti stabilmente nelle principali e strategiche attivita' dell'Ente e svolgono da molti anni mansioni operative e istituzionali dell'Istituto. Il mancato rinnovo comporta un danno permanente ai colleghi titolari dei contratti a tempo determinato in termini di previdenza e retribuzione, oltre che un grave danno alle attivita' dell'Istituto, che si vedra' privato di circa 200 lavoratori per un periodo di tempo al momento non definibile, in quanto subordinato ad una nuova procedura di reclutamento da espletare tramite selezioni pubbliche nazionali. Inoltre, lo scenario prospettato dalla Funzione Pubblica per un rinnovo di sette mesi, oltre ad essere, ad oggi, una sola dichiarazione d'intenti, non risolve la grave situazione dell'Ingv e di tutti gli altri enti''. Oggi, proseguono Pantaleo e Civica, ''e' ineludibile un provvedimento che rilanci stabilizzazioni e nuovo reclutamento. Infatti il numero di addetti alla ricerca in Italia e' sottodimensionato rispetto a tutti i nostri partner internazionali e continua a diminuire negli anni''. Ma non solo: ''Tutta la politica del personale e' soggetta a censure costanti da parte di occhiuti funzionari che pretendono di applicare agli Enti pubblici di ricerca le stesse regole di tutta la Pubblica amministrazione senza comprenderne la peculiarita'. Questo - concludono - non e' piu' sopportabile''.

Lo sciopero dei lavoratori dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) ''dimostra ancora una volta come sia urgente l'adozione immediata di un provvedimento all'interno della legge di stabilita' che proroghi tutti i contratti precari in scadenza nella pubblica amministrazione''. E' quanto si legge in una nota della Cgil. Riferendosi in particolare all'Ingv, la Cgil parla di ''un settore strategico. Dal lavoro e a questo punto dal loro destino di precari in scadenza entro la fine dell'anno, dipende la vita di un istituto di ricerca che svolge, in un Paese come il nostro a grande rischio sismico, un compito vitale e insostituibile''. Ma, osserva ancora il sindacato, ''i lavoratori dell'Ingv non sono gli unici in scadenza nel comparto pubblico. Lavoratori che svolgono un ruolo troppo spesso, e troppo gratuitamente, bistrattato, ma che sono la spina dorsale dell'offerta dei servizi pubblici. Ecco perche' rivendichiamo con forza - conclude la nota - l'adozione di un provvedimento nella legge di stabilita' che possa prorogare tutti quei contratti di lavoro precari e in scadenza entro la fine dell'anno''.

(enrico.morini@ansa.it)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni