Percorso:ANSA.it > Associate > News

Piscicelli, ecco i politici pagati in 10 anni

Dissanguato dal palazzo, parlamentari e ministri battono cassa

20 ottobre, 14:36

ROMA - E' bufera Francesco Maria Piscicelli, l'imprenditore assurto alle cronache per aver riso del terremoto dell'Aquila, ora collaboratore di giustizia, che in un'intervista a Repubblica racconta ''dieci anni di tangenti e di politici pagati''.

 ''Il sistema Protezione civile - racconta l'imprenditore -, la deroga totale per ogni opera pubblica, nasce con il giubileo del Duemila: l'incontro fra il sindaco di Roma Francesco Rutelli, il provveditore alle Opere pubbliche del Lazio Angelo Balducci e il capo della Protezione civile, Guido Bertolaso. Allestiscono una macchina per costruire opere in un Paese bloccato, ma nel corso delle stagioni le missioni diventano un sistema di arricchimento personale. Sfruttato a sinistra e a destra. L'ho visto con i miei occchi, l'ho vissuto dall'interno''. Piscicelli sul sistema messo in piedi parla di ''una montagna di denaro pubblico'' che ''per dieci stagioni e' stata messa a bilancio pre realizzare auditorium, stadi, caserme, svincoli e in percentuale e' stata poi trasferita a ministri, sottosegretari, parlamentari, magistrati, funzionari della Protezione, dirigenti delle opere pubbliche. Nessuna istituzione, nessun partito. Tutto, ad personam''.

''Balducci - prosegue ancora Piscicelli - imponeva tutto, era il dominus, se parla lui viene giu' tutta la Seconda Repubblica e pure mezzo Vaticano''. ''Nell'ufficio di Diego Anemone - aggiunge - ho visto un tavolone con sopra milioni di euro. Da li' venivano i soldi per la casa di Scajola''. Piscicelli, a suo dire, riceveva ordini: ''Mi dissero: l'Auditorium di Firenze deve andare a Cerasi, lo vuole Veltroni. Quello di Isernia a un uomo vicino a di Pietro''. L'imprenditore napoletano si dice ''dissanguato'' dal Palazzo: ''A Natale, Pasqua e Ferragosto i parlamentari italiani battono cassa. Un assedio, spegnevo il telefonino''.

''A fronte della continua e reiterata campagna diffamatoria del signor Piscicelli (intervistato oggi su Repubblica), campagna diffamatoria che dura ormai ininterrottamente da quasi un anno, il professor Malinconico, mai indagato e dimessosi da sottosegretario per sua libera e autonoma scelta nell'esclusivo interesse del nuovo Governo, ha conferito mandato al suo legale Paola Balducci di agire in tutte le opportune sedi giudiziarie a tutela della sua onorabilita e serieta' mai venuta meno nel corso di una vita spesa a tutelare sempre gli interessi delle istituzioni''. Lo rende noto il legale dell'ex sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei Ministri Carlo Malinconico, l'avvocato Paola Balducci. Piscicelli afferma tra l'altro che ''Malinconico e' un uomo di Balducci (l'ex presidente del consiglio superiore dei lavori pubblici Angelo Balducci - ndr). Da sottosegretario della presidenza del Consiglio del governo Prodi ha controfirmato qualsiasi progetto il capo gli portasse''. Nell'intervista Piscicelli ha inoltre ribadito di aver saldato lui, sempre su richiesta di Balducci, un conto di 25.600 per vacanze di Malinconico all'Hotel Pellicano di Porto Ercole.

"L'intervista di Piscicelli a Repubblica dimostra che la corruzione è il cancro del nostro Paese che deve essere estirpato con ogni mezzo con più controlli amministrativi, pene più severe ed estromettendo dalla vita pubblica chiunque se ne renda responsabile". Lo afferma il deputato del Pdl Gaetano Pecorella. "Ma dimostra anche - ha aggiunto - che gli imprenditori sono il più delle volte vittime dell'arroganza di politici e pubblici amministratori e che quindi è completamente sbagliata la norma sulla corruzione per induzione. Non ultimo il fatto che, per pagare, l'imprenditore deve evadere il fisco, il che allontana dall'Italia gli imprenditori stranieri che, di regola, non hanno denaro occulto a disposizione".

 ''Ho letto le farneticanti e totalmente infondate accuse che il sig. De Vito Piscicelli, periodicamente, mi rivolge e che ha ripetuto, addirittura integrandole, secondo il metodo del pentimento frazionato, nell'odierna intervista. Ho dato immediato mandato ai miei legali di presentare querela nei suoi confronti''. Lo afferma il magistrato della Corte dei Conti Antonello Colosimo a proposito delle dichiarazioni di Piscicelli a Repubblica. ''La disperata e livorosa ricerca di credibilita' costringe il sig. Piscicelli - continua Colosimo - a reiterare accuse diffamatorie e infondate ormai al limite dell'inverosimile. Ribadisco la mia incondizionata fiducia negli organi inquirenti ai quali ho sempre confermato la mia piena disponibilita' a fornire ogni chiarimento eventualmente necessario''. Nell'intervista a Repubblica, De Vito Piscicelli afferma di aver denunciato Colosimo perche' ''dal 2004 al 2008 mi ha taglieggiato. Ha preteso tangenti, anche del 15%, su tutti i lavori pubblici che prendevo. E questo perche' era stato lui a presentarmi Angelo Balducci. Per anni gli ho mantenuto auto, autista, l'ufficio in via Margutta: mi e' costato 186 mila euro. Quando ho smesso, mi ha scatenato contro la Finanza''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni