Percorso:ANSA.it > Associate > News

Sorgo Rosso, libro e film rivelazione

Romanzo, poi Orso d'Oro, che ha fatto conoscere Mo Yan nel mondo

11 ottobre, 16:30

di Mauretta Capuano

Uscito in Italia sei anni dopo il film che ha rivelato il talento del regista Zhang Yimou, candidato all'Oscar e vincitore dell'Orso d'Oro a Berlino nel 1988, il romanzo 'Sorgo rosso' del Nobel per la Letteratura 2012 Mo Yan nel 1994 ha fatto conoscere nel nostro Paese il piu' importante scrittore cinese contemporaneo, al quale all'epoca fu impedito di venire a presentare il libro. Saga popolare, in parte ispirata al ''realismo magico'' di Gabriel Garcia Marquez, con escursioni nel tempo dall'inizio degli anni Venti ai primi anni Quaranta, fino a poco prima della Rivoluzione Culturale, il romanzo, pluripremiato in Cina, dove e' stato pubblicato fra il 1985 e il 1986, e' uscito in prima edizione, nel nostro paese, per la casa editrice Theoria e poi nel 1997 per Einaudi, l'editore italiano di Mo Yan che e' autore di sette romanzi, diversi racconti e storie brevi ed e' anche sceneggiatore dello stesso Sorgo rosso.

Un bandito e' l'eroe del romanzo e attraverso le sue gesta e amori Mo Yan racconta 50 anni di storia cinese, la resistenza contro l'invasore giapponese, ma soprattutto il mondo rurale che lo scrittore, nato nel 1955 a Gaomi, nella provincia dello Shandong, da una famiglia di contadini, conosce bene come mostrano i ritratti delle 'anime sperdute' fra le immense distese di sorgo. E proprio questa parte del romanzo ha ispirato il film omonimo di Zhang Yimou, che appartiene alla cosiddetta 'quinta e sesta generazione' del cinema cinese ed e' stato piu' volte colpito dalla censura, con al suo esordio sul grande schermo l'attrice Gong Li nel ruolo della bellissima e determinata ragazza Nove Fiori venduta all'anziano e malato di lebbra padron Li, proprietario di una distilleria di grappa di sorgo.

Tutto giocato sui toni del rosso, grazie alla grande fotografia di Gu Changwei, il film coniuga realismo e suggestioni mitiche riprendendo proprio lo stile e l'anima delle storie di Mo Yan, fondatore del movimento letterario della 'ricerca delle radici'. In fondo sono quei campi fiammeggianti di sorgo ''che in autunno scintillano come un mare di sangue'' i veri protagonisti del romanzo e l'asse portante del film di Zhang Yimou, poi regista anche di 'Lanterne rosse'. Sara' Nove Fiori infatti a portare avanti, mostrando la sua determinazione, la distilleria ereditata dal marito. Mo Yan e' anche autore, fra l'altro, della sceneggiatura del film 'Addio mia concubina' di Cheng Kaige e 'Il sole ha orecchie', premiato con l'Orso d'Argento a Berlino. 

 

p>

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni